Archivi tag: Icor Dorica srl

MAGGIO – GIUGNO 2017

20170717_171509 

MAGGIO 2017                 AIO’

 

02/05/2017

Domani si parte per la Sardegna. Per il nostro 44esimo anniversario le figlie ci hanno regalato unaarco-orolo-3-1800px settimana a Cala Gonone nel golfo di Orosei. Era la regione che ci mancava. Ora potremo dire di aver visitato tutta la nostra bella Italia! Siamo un poco in apprensione per dover lasciare la nostra casetta in questo momento, con i lavori in corso, ma credo sia in buone mani. Speriamo.

A sera il nostro architetto (sardo) ci augura buon viaggio e…ci “intima” che dobbiamo firmare “subito” l’autorizzazione di subappalto per l’idraulico che deve intervenire nei lavori ed inviarla tramite posta certificata ad USL e alla Direzione Provinciale! Non c’è pace ma tant’è. Eseguirò entro domani in qualche modo.

11/05/2017

Siamo ritornati a casa. E’ stato tutto bellissimo. Bellissimi posti, fantastico mare, ottimo cibo,

2d74f8bbf63f6345871702a818542545

Golfo di Orosei: Cala Gonone.

simpaticissimi ed ospitali i sardi anche se proprio non sono riuscito a capire una parola del loro dialetto! D’altra parte basta leggere i nomi delle località: Biddiriscottai, Abbadorgiu, Guttùrgios, Ludurùiu, Manasùddas, Cùccuru su Pirastru, Gola su Gorruppu, Genna Cruxi…..aio’!

18/05/2017

Hanno eseguito la prima gettata in tutto il primo piano. Quei solai stanno a posto.                        

col12_imagec20.37055097728815656-129db3b8280e41c4542cbc9c4e1a8a9d Incomincio a preoccuparmi: fra irrobustimenti e gettate varie le stanze si restringono sia in altezza che in larghezza. Casetta nostra diventerà come quella dei Puffi? Mi sa tanto che qualche nostro mobile non c’entrerà più specie in altezza!

 

24/05/2017

Oggi è venuto il geometra della Icor . Abbiamo parlato di alcuni lavori che sarebbe bene effettuare ma che non sono stati riconosciuti dalla UTR.  Si tratta di lavori (non riconosciuti) che si rendono necessari dopo gli interventi dovuti ( riconosciuti) per la messa in sicurezza dell’edificio! Capito mi hai?

Diciamo che dopo i tre quarti di cammin di nostra vita non ci resta che fare buon viso a cattivo gioco per cercare di vivere tranquilli gli spiccioli di tempo rimasti.

28/05/2017Arco senza fiori

Oggi è domenica. Abbiamo deciso di tagliare l’erba, spostare i vasi, pulire e dare un aspetto migliore a quel poco che è rimasto del nostro giardino. Alla fine ero distrutto ma più sereno. L’età incomincia a farsi sentire.

29/05/2017

Grazie anche all’intervento della prefettura mi ha telefonato una incaricata di E-Distribuzione (alias Enel, Servizio Elettrico Nazionale etc.).

Mi garantisce che per il futuro riallaccio la spesa sarà minima ed i tempi brevi. Lassù qualcuno mi ama!

L’Enel, (alias Servizio Elettrico Nazionale, alias E-Distribuzione…) ha staccato definitivamente la corrente e messo in sicurezza il cantiere. Più veloci della… luce! E’ dal 8 aprile scorso che ne avevo fatto richiesta.

 

 

 

20170717_171509

 

GIUGNO 2017       Andiam, andiam, andiamo a lavorar…

 

05/06/2017

I lavori proseguono alacremente. Il Team della Icor si da da fare sotto l’attento controllo del nostro architetto. Hanno rinforzato tutti i solai, eseguito le prime gettate al primo piano, scavato e rinforzato mura e molto altro.5) 18.05.17 gettata 1p

Ho imparato molti termini nuovi come: ammorsatura, cuci e scuci, catene in ferro lavorato, manicotto di tensione, geotessuto.                                                         Di certo non riconosciamo più la nostra casetta. Attualmente è un coacervo di ferri, tubi, buchi, scavi…ma va bene così.

07/06/2017

7) 06.06.17 preparaz. 2a gettata 2°p (2)Oggi il nostro architetto effettua il sopralluogo per dare l’OK alla gettata al secondo piano. E’ presente anche il geometra Marchetti della Icor. Spero e credo che non ci saranno problemi. Avanti tutta.

 

Ieri ho chiamato la Telecom.  Ci sono dei cavi inutilizzati da tempo ancorati al muro che devono essere tolti. Hanno preso nota e dato un numero di pratica pur sottolineando che “non sono più da tempo loro cliente”. E allora?

09/06/2017

Alle 14,25 stavamo ancora a tavola finendo di pranzare quando abbiamo avuto una visita inaspettata. Michela ed io ci siamo guardati in faccia perplessi. Era LUI, il terremoto!                                                Il televisore rollava come una nave dentro a una tempesta, il tavolo vibrava, l’acqua nella bottiglia formava un piccolo maremoto, il lampadario dondolava ubriaco.                                                                Si è intrattenuto per poco tempo e ci ha lasciati presto. Si potrebbe accusarlo di stalking per il suo comportamento reiterato di tipo persecutorio?

L’epicentro sembra sia stato a Pizzoli vicino a L’Aquila. Grado 3,9.

 

12/06/2017

Oggi arrivano in cantiere gli elettricisti e domani gli idraulici. Quasi tutta l’impiantistica verrà collocata sotto al pavimento. Cammineremo su centinaia di metri di cavi elettrici, idraulici e termici. Si va avanti.

Sollecitata la Telecom per far togliere i cavi telefonici.

21/06/2017

Oggi sono state prese le misure per le porte e le finestre.

23/06/2017

11) 26.06.17 (1) Gli idraulici e gli elettricisti hanno finito la prima parte del lavoro di posizionamento dei cavi e la creazione delle scatole di derivazione e centraline.

27/06/2017

Ho firmato la prima SAL.(Stato Avanzamento Lavori). E’ il documento che attesta l’avvenuta esecuzione di una certa quantità di lavoro che deve essere pagato. Il nostro architetto ed il rappresentante della Icor lo stanno preparando per presentarlo al Comune che lo invierà alla UTR. E’ composto da una moltitudine di disegni tecnici, cifre, CD, foto.

Ottobre, novembre, dicembre 2016

casa inv.OTTOBRE 2016 Il tempo va, passano le ore….

3 ottobre 2016

Ho inviato una email al UTR di Cugnoli alla attenzione dell’architetto Sacchini per sollecitare la rettifica dei tempi sul Decreto Sindacale del Comune. Non c’è stata risposta come normalmente accade.

12 ottobre 2016

Da alcuni giorni il tempo è brutto e fa freddo. E’ proprio arrivato l’autunno. Il Gran Sasso si è ricoperto di neve.

Ho contattato la ICOR per sapere di più su alcuni lavori che devono essere fatti al piano terra nel garage e nelle due stanze adibite a legnaia e magazzino. Ho chiesto anche perché non si è visto più nessuno dalla fine di settembre. Mi è stato risposto che stanno organizzando tutto per poi lavorare senza tempi morti. Hanno avuto un qualche problema a L’Aquila ma ora è in via di risoluzione. Stanno comunque pianificando! Lo spero.

Dall’UTR5 di Cugnoli nessuna risposta per i tempi!

15 ottobre 2016

Ho telefonato alla UTR5 e parlato con l’architetto Sacchini. Mi dice che per i “tempi” è tutto a posto. Partiranno comunque sempre dal 5 maggio 2016. Ora stanno aspettando solo un documento dall’Ufficio Tecnico di Collecorvino. E’ dal 15 settembre che la storia va avanti. Tempi tecnici! Sarà vero? Non so perché ma ho sempre dei dubbi!

17 ottobre 2016

Ho chiamato il geometra Ivan della Icor per sollecitare l’inizio dei lavori. Mi dice che ci sono stati dei problemi ai cantieri dell’aquilano anche per l’ultima scossa sismica del 24 agosto (verifiche, sopralluoghi nei cantieri etc.). Comunque dovrebbero iniziare fra una decina di giorni! Ho sempre forti dubbi e la pazienza….

26 ottobre 2016

I lavori sono fermi ma LUI no! Poco dopo le 7 di sera tutto trema nuovamente! La scossa è stata breve ma ci ha lasciato impietriti! Era del 5,4°. Epicentro, al solito, la zona centrale: Marche, Lazio, Umbria e Abruzzo. Alle 9 e un quarto ce n’è stata una più forte e lunga! Il lampadario in cucina oscillava tanto che credevamo dovesse staccarsi e cascare. Il cucù si è rifermato. Era del 5,9° e si è verificata nelle stesse zone del centro Italia. I nostri nervi stanno al massimo.

30 ottobre 2016

Incredibile risveglio! La domenica mattina ci godiamo il letto. E’ bello stiracchiarsi, farsi delle coccole…ma non credevo di essere ancora così focoso! Poi ho capito: era ancora lui, il terremoto…. Mariooo” “Calma Michè” !”E no, bastaaa!”                                                               Tutto ballava, tremava. Il letto, il lampadario, i libri, la vetrina, le piante. “Stavolta è la volta buona!””Mariooo!!” Poi è cessato. Noi ancora tremavamo. A poco a poco ci siamo calmati. “Scendiamo a far colazione. Che c… oggi è domenica!”.                                                                                            Sulle scale qualche pezzo di intonaco. In cucina il cucù si è rifermato, come l’altra volta. Indica le 7 e scossa-30-10quaranta. Il lampadario dondola ancora. Uno sportello del mobile si è aperto. Guardo fuori: sulle scale dei pezzi di calcinacci e fette di intonaco giallo. Alcuni vasi rovesciati.                                                              

Grado 6,5, epicentro nella stessa zona dell’Italia Centrale.  A Castelluccio di Norcia è crollato il campanile già colpito in precedenza. A Recanati si è aperto uno squarcio nel “sempre caro colle” de “l’Infinito”. A Norcia e crollata la chiesa di S. Benedetto. Altri danni a Tolentino, Camerino e nelle località ferite in precedenza. Danni anche nel teramano. Roma, la Capitale, è spaventata: chiuse le scuole, bloccato un tratto della metropolitana e della tangenziale est.

 


casa inv.NOVEMBRE 2016       Ci vorrebbe un amico…

2 novembre 2016

Inviata una email alla ICOR per sollecitare l’inizio dei lavori.

07/11/2016

Voci di corridoio al Comune: “ qualcuno è contrario a concedere una proroga dei tempi asserendo che tutto il lavoro può essere portato a termine al massimo in 3 (tre) mesi”.!! Perché remano contro?

09/11/2016

La ICOR ha risposto tramite email. Si scusano per la “non completa reperibilità” dei giorni scorsi e indicano le nuove scosse sismiche come motivo principale. Hanno avuto una “escalation” di incombenze. Molti loro tecnici e diversi operai sono stati impegnati in rilievi e messe in sicurezza di edifici. Hanno dovuto monitorare i loro cantieri che hanno avuto lievi segni del terremoto. Anche la nostra casa dovrà essere ricontrollata per assicurarsi che non abbia subito ulteriori danni per far si che si possa operare senza interruzioni una volta iniziato il lavoro. Sono certi della nostra comprensione. Comprendiamo tutto …. ma

10/11/2016

Sulle scale esterne sono caduti altri calcinacci staccatisi dalla casa adiacente.

21/11/2016

Ha telefonato l’ing. Battistelli A.D. della ICOR. Ripete tutto quanto esposto nella email del 7 novembre scorso. Si ripromette di scrivere al Comune di Collecorvino per esporre tutti i problemi avuti. E’ sicuro che comunque inizieranno i lavori appena dopo le festività. Speriamo ma non ci crediamo più.

29/11/2016

Nell’aquilano, alle 17,20, è stata segnalata una scossa del 4,4°. Nessun danno ma paura.

 

 casa inv.    DICEMBRE 2016    Ri-fusse cà fusse la vorta bona?”

06/12/2016

Contattato l’architetto Loi. E’ preoccupato per l’immobilità della ICOR.

09/12/2016

L’architetto Sacchini della UTR5 riconosce che la “stima dei tempi di 12 mesi”, allegata nella pratica dell’aprile scorso, è un “refuso”! Provvederà a farla sostituire con la stima di 18 mesi.(!) Non crede sia possibile far accettare al Comune quella di 24 mesi in quanto non usufruiamo dell’autonoma sistemazione ma del comodato d’uso. (Non capiamo perché ma va bene lo stesso.) A quanto pare il Comune desidererebbe che noi lasciassimo al più presto l’abitazione di loro proprietà per poterne usufruire. Anche noi abbiamo un desiderio ed è lo stesso del Comune che su questo ci trova assolutamente d’accordo!

Sono 7 anni ed otto mesi che pensiamo alla nostra casetta, al sole che l’abbraccia, ai fiori e le piante che la circondano…..

13/12/2016

Ho parlato telefonicamente con il proprietario della ICOR Dorica. Ha sentito anche il nostro architetto. Hanno risolto le problematiche in alcuni loro cantieri e si crede sicuro che i lavori inizieranno subito dopo le festività natalizie. Che dire? Fusse cà fusse la vorta bona!?

Scossa del 3,5° ad Amatrice….

23/12/2016

46
Calcinacci sulle scale esterne… sarà Babbo Natale che fa le prove?

25/12/2016

Mi son beccato una bella bronchite asmatica! Non mi faccio mancare niente. Un altro po’ di medicine e passa tutto. Se ci fosse una raccolta punti in farmacia avrei fatto regali a tutta Collecorvino!  A proposito: Buone Feste a tutti…o quasi tutti. Noi le trascorriamo qui con la figlia più piccola, il suo compagno e…un furetto ed un gatto! Quella grande le trascorre in Messico, al caldo.

Auguri! E speriamo in un buon 2017.

LUGLIO,AGOSTO,SETTEMBRE 2016

z settembre 2007 2 032LUGLIO 2016 …e all’alba vincerò!..vincerò!..vincerò??

7 luglio 2016

Ho cercato più volte presso l’Ufficio Tecnico del Comune di sapere se fosse arrivata risposta da UTR e potevamo quindi partire con i lavori. Purtroppo non sono riuscito a parlare con il geometra Lorenzo che, ho poi saputo, è stato colpito da un grave lutto in famiglia. Non ho avuto occasione di poter contattare il responsabile architetto Merico. Aspettiamo…

12 luglio 2016

Sono stato al Comune per sapere qualcosa sulla risposta che deve arrivare. Lorenzo non c’è ma dovrebbe ritornare giovedì.  Decido di chiamare direttamente l’UTR5 di Cugnoli. Parlo con il geometra Silvestri che conosce bene la pratica e, senza inutili giri di parole, asserisce che:   il “verbale di scelta nuova Impresa” è in loro possesso ed è OK, l’Utr5 non doveva dare nessuna risposta, per loro potevamo iniziare i lavori anche l’altro ieri,ora dobbiamo interfacciarci solo con il Comune di Collecorvino (vedi SCIA etc.).

Telefono all’arch. Loi: SI PARTE CON IL CONTRATTO CON LA ICOR DORICA E TUTTO IL RESTO.  Venerdì prossimo, 15 luglio, mi farà sapere.

15 luglio 2016

Sono stato sul sito internet del Comune di Collecorvino. Ho notato che come responsabile dell’Ufficio Tecnico appare ancora l’architetto Mergiotti Valeriano che non c’è più dall’ottobre 2015 quando venne sostituito dall’architetto Merico Giovanni.                                                                                               Chiedo lumi al Comune tramite una telefonata.  La risposta mi lascia di stucco: il posto è vacante dalle votazioni amministrative del 5 giugno scorso e si è insediata la nuova giunta. Meno male che comunque non ci “dovrebbero” essere problemi per quanto riguarda la normale amministrazione.   Avevo chiesto più volte dell’architetto Merico nei giorni scorsi. Perché nessuno mi aveva mai detto che era dimissionario? Boh!                                                                                                                                                               E’ sparita l’estate! La temperatura si è abbassata di quasi 10 gradi, piove a dirotto.

16 luglio 2016

Anche oggi piove e fa freddo. Dicono che da domani dovrebbe migliorare. Speriamo.

18 luglio 2016

Ho pagato i diritti per la SCIA. Anche questa è fatta! Venerdì prossimo, 22, dovremmo firmare con la ICOR Dorica e poi….(non voglio dirlo).

22 luglio 2016

Nel primissimo pomeriggio Michela ed io abbiamo incontrato nella nostra casetta l’amministratore unico della ICOR DORICA, ing. Battistelli Enrico, accompagnato da un suo collaboratore e dal nostro architetto Loi. ABBIAMO FIRMATO IL CONTRATTO DI APPALTO. I lavori inizieranno il 1 settembre prossimo. (Speriamo)  Anche questa è fatta!

Ho preso in consegna qualche altra “chilata” di documenti cartacei! Sono quelli che compongono la famosa SCIA. Sono tutti da consegnare all’Ufficio Tecnico del Comune. Tutti in duplice copia. Alcuni devono essere trasmessi anche alla U.S.L. di Pescara ed alla Direzione Provinciale del Lavoro tramite Raccomandata Semplice e poi allegati al malloppo. E vai!

imagesMichela è pensierosa e preoccupata. Immagina uno scenario catastrofico. Vede le sue amate piante distrutte da un’orda di muratori marchigiani selvaggi! Cerco di rassicurarla. L’ingegner Battistelli, della Icor Dorica, le promette che tutto intorno sarà fatto “il deserto”. Scherza (forse) ma Michela rimane preoccupata.

25 luglio 2016

Inviate le raccomandate semplici (€.4,50 cadauna!), fatte le copie e allegate alla duplice documentazione.

Alle 9 ho consegnato tutto ciò che riguarda la SCIA al Protocollo del Comune che provvederà a recapitarlo a chi di dovere. Fra una settimana (salvo ferie) potrò ritirare una copia protocollata e firmata. Alcuni documenti dovrò tenerli (plastificati) presso il cantiere per ogni eventuale controllo da parte degli organi preposti.

Ho consegnato al protocollo anche una mia per l’Ufficio Tecnico nella quale definisco “lacunosa” la loro risposta circa la mia richiesta di una proroga. Forse ho esagerato? Non so.

Ed ora…un po’ di pace….ma poca: dobbiamo liberare la nostra casa da non poche cianfrusaglie rimaste. Da vecchi mobili e arredi ormai desueti e sopratutto vedere dove piazzare una moltitudine di vasi e vasetti, piante grasse, magre etc. etc….

Dico sempre a Michela che per il prossimo trasloco servirà un’Ape per i mobili ed un TIR per le piante! Ma va bene così!

z settembre 2007 2 032

AGOSTO 2016 La tempesta…prima della quiete…!

10 agosto 2016

Mi viene consegnata una lettera a mano da parte di un’incaricata dell’Ufficio Tecnico del Comune. E’ la risposta alla mia del 25 luglio scorso nella quale definivo “lacunosa” la loro risposta alla mia precedente richiesta di una proroga.

Sono spiacenti di contraddire la scelta del termine “lacunosa” da me usato e confermano inequivocabilmente come la tempistica sia riferita a soli due momenti:

1. data del decreto di concessione (in questo caso 05.05.2016);

2. data di ultimazione lavori.

In effetti, ricostruendo tutti i vari passaggi, mi accorgo che:

la data di ultimazione lavori riportata nel Decreto Definitivo del 5 maggio 2016 è si pari a 12 mesi ma fa riferimento ad un “crono programma” progettuale precedentemente compilato dal nostro tecnico il 12 marzo 2015 (prima di altri aggiornamenti e integrazioni) e allegato (credo) erroneamente da UTR5 all’ultimo Preventivo di Spesa.

Il successivo “crono programma” (in possesso di UTR5) prima della rinuncia dell’Impresa Archè Studio è invece del 8 luglio 2015 e stima la durata del cantiere in 18 mesi .

Dopo aver individuato il 25 giugno 2016 la nuova Ditta, la Icor Dorica, ( il tutto nel rispetto della normativa in vigore) è stata approntata una nuova stima dei tempi che è stata fissata dalla Icor Dorica e dal nostro tecnico in un massimo di 24 mesi.

Tutti i nuovi dati verranno inviati in breve alla UTR5 ed al Comune con email PEC (anche se il periodo di ferie agostane mi fa prevedere tempi lunghi).

11 agosto 2016

Il nostro tecnico Loi ha parlato con l’architetto Sacchini della UTR5 che richiede i nuovi tempi di realizzazione dei lavori avendo noi scelto una nuova Impresa! Sarà fatto.

23 agosto 2016

Tramite PEC oggi è stata inviata all’UTR5 ed al Comune di Collecorvino la Nuova Stima dei Tempi per i Lavori di Riparazione e Miglioramento Sismico per Cambio Impresa.

La durata dei lavori è stimata in 24 mesi anche se l’Impresa crede di poterli effettuare in meno tempo.

25 agosto 2016

Questa notte abbiamo rivissuto i brutti momenti del 6 aprile 2009.

Il letto sobbalzava, il lampadario era impazzito. Le ante dell’armadio si sono aperte.  In piedi, ognuno dal suo lato del letto, Michela ed io siamo rimasti immobili ed impauriti. Questa volta non c’era il nostro giardino dove andare. Intorno solo case addossate le une alle altre e strette viuzze.  Michela ha solo esclamato: no, un’altra volta no! Io ho solo sussurrato: il terremoto! Porco…

E’ durato a lungo, troppo a lungo.  Quando tutto si è fermato siamo andati in cucina.

24-agosto-2016-si-balla

Il nostro cucù fermo all’ora del terremoto.

La finestra si era spalancata. Il pendolo era fermo. Le lancette dell’orologio a cucù segnavano le 3,35. Quasi la stessa ora di più di sette anni fa!  Ho effettuato un affrettato sopralluogo al piano superiore. Solo qualche soprammobile era caduto. Ho guardato fuori. Solo tetti immobili e un tetro tubare assonnato di piccioni. Una voce incomprensibile di donna in lontananza. La luce arancione dei lampioni illuminava la stretta via deserta. Ci siamo chiesti dove LUI avesse colpito questa volta.

Abbiamo acceso la televisione. Scarse le prime notizie. Su Televideo si parla di una forte scossa, superiore al 6,2 della scala Richter in una zona fra il Lazio, le Marche e l’Umbria. Speriamo non sia successo niente di grave e che non replichi.

Il pensiero va alla nostra casa inferma. Non ci vorrebbe succedesse qualcosa proprio ora! Al solo pensiero di ricominciare da capo tutto l’iter pazzesco appena finito siamo presi dall’angoscia!  Meglio non pensarci.

Ritorniamo a letto.Mi ci vuole un po’ per cacciare dalla testa i ricordi di più di sette anni fa….

…Alle 7 ci alziamo…

128260-md…E’ un disastro!

Il caffellatte ci si raffredda nella tazza. Siamo troppo presi a guardare alla televisione le immagini che provengono da Amatrice, da Accumoli, da Arquata del TrontoCase, chiese, scuole, ospedali liquefatti! Si parla di decine di morti ma vedendo quel disastro pensiamo che purtroppo saranno molti di più. Speriamo di no, ma…

Ci siamo stati ad Amatrice, nell’estate di qualche anno fa. Non dista molto da noi. Ci ricordiamo dei squisiti bucatini all’amatriciana, del pittoresco corso che attraversava la cittadina. L’aria di festa. Ora abbiamo difficoltà a riconoscere quelle strade, quei posti. Povera gente!

Dopo aver fatto colazione (fredda) ci salutiamo. Michela va al lavoro.  Io mi metto al computer. Navigando su internet mi sorprende un fatto.

Il giorno 24 agosto negli ultimi anni ha portato a questo nostro mondo ballerino troppi terremoti.          Nel 2013 un 4° in Sicilia fra le provincie di Ragusa e Siracusa fortunatamente senza danni a cose e persone.                                                                                                                                                       Nel 2014 un 6° in California e S. Francisco che causò danni e molti feriti. Nello stesso anno un sisma del 7° grado causò danni, morti e feriti in Perù e Cile. Ed ora il Centro d’Italia!  Intanto leggo che i morti sono saliti ad una ottantina.                                                                                                                        Non reggo più. Spengo.

Nel pomeriggio siamo andati, Michela ed io, alla nostra casetta per vedere se le scosse abbiano causato qualche altro danno.  Dall’esterno sembrava tutto a posto. Siamo entrati, con non qualche paura, a verificare. Abbiamo constatato la caduta di qualche calcinaccio ma niente di grave. La nostra casetta è una buona incassatrice!

Già che c’eravamo abbiamo riportato via qualche pacco contenente per lo più ricordi che non ci sentiamo di buttare. Ora le stanze sono vuote o quasi. Quello che è rimasto può anche non far più parte della nostra vita anche se ciò ci rende un poco tristi!

29 agosto 2016

Oggi ritorna dalla ferie il geometra Pierfelice. Vado al Comune e ritiro la copia protocollata della SCIA. (Segnalazione Certificata d’Inizio Attività) Riporta il nr.6560 categoria VI Classe 03.

Ora non dovrebbe mancare più nulla. Speriamo.

z settembre 2007 2 032

SETTEMBRE 2016 Andiam, andiam, andiamo a lavorar…

1 settembre 2016

Mi ha telefonato il sig. Ivan Carboni, della ICOR DORICA: verranno la prossima settimana ad effettuare un primo sopralluogo per organizzare l’inizio lavori.

Mi chiede anche, se possibile, di aiutarli a cercare una sistemazione in zona per gli operai. Un posto dove dormire e consumare un pasto. Mi devo informare anche su qualche rivenditore di materiale edile vicino. Mi metto in moto, o meglio, in Vespa ! Il tempo è bello e girerò con il mio cinquantino.

Le vittime del terremoto sono arrivate a più di duecento! C’era da aspettarselo. Risento le solite frasi sulla ricostruzione, sulla solidarietà, su lavori malfatti o mai eseguiti etc. etc….

8 settembre 2016

Il tempo è cambiato da qualche giorno. Fa più freddo e piove spesso. Speriamo che oggi tenga.

estrema-difesa

Al sicuro!

In prima mattina un vivaista di Collecorvino con due collaboratori hanno messo in sicurezza una nostra pianta grassa alta più di tre metri situata nel cortile antistante la nostra casetta. Michela ci tiene tanto e non vorrebbe fosse danneggiata.

Sono arrivati, poi, dalle Marche i dipendenti della ICOR DORICA. E’ giunto dall’Aquila, dove conduce dei lavori, anche il capo cantiere sig. Gallo. Poco più tardi è arrivato il nostro architetto con il collega Rapisarda.  Disegni alla mano hanno controllato tutto, dentro e fuori e hanno organizzato l’avvio del cantiere.

Ora aspettiamo. Fra qualche giorno si dovrebbe incominciare. (Uso il condizionale per scaramanzia!)

Speriamo anche nel meteo che non promette bene.

12 settembre 2016

Ho fatto un salto al Comune. Ho parlato con il geometra Lorenzo. Gli ho fatto presente che la stima dei tempi è da rivedere. Lui asserisce che rimangono validi quelli stabiliti con il Decreto firmato dal Sindaco il 5 maggio scorso e calcolati in 365 giorni. Non gli risultano altre stime e/o comunicazioni da parte di UTR.   Ne ho parlato con il nostro arch. Loi. E’ sfiduciato ed arrabbiato. Che fine hanno fatto i nostri aggiornamenti inviati con PEC etc.?

Intanto ho preso appuntamento con l’arch. Sacchini del UTR5 di Cugnoli per giovedì prossimo. Mi son messo a preparare una Memoria Storica tirando fuori tutta la documentazione in mio possesso, ricavandola da cartacei e CD, fra PEC e numeri di protocollo. Un lavoro “pazzesco”, ma che porta a quanto da noi asserito!                                                                                                                            Stremato e con gli occhi “allucinati” metto poi tutto da parte in attesa di incontrare Sacchini. Ora devo preparare tutto per le visite ed esami di controllo post-infarto! Con tutti questi problemi speriamo bene!

15 settembre 2016

Ho incontrato l’arch. Sacchini a Cugnoli. Prende atto della documentazione che gli ho preparato. Si fa delle fotocopie dopo aver preso visione in particolare di alcuni documenti. Chiede alcuni giorni per controllare. Si farà vivo lui dopo aver contattato l’Ufficio Tecnico di Collecorvino ed il nostro architetto.

Aspettiamo….

21 settembre 2016

Oggi, con debito preavviso, sono ritornati i tecnici della ICOR DORICA. Avevano appuntamento presso la nostra casetta con un tecnico dell’ENEL ed una ditta di gruisti per la eventuale installazione di una gru. Questi ultimi, come era già successo per la ICOR, hanno avuto problemi ad individuare l’indirizzo perché non è riconosciuto dal sistema di navigazione GPS! I navigatori non riconoscono né “Strada Degli Ulivi” né la vecchia “Contrada Materna”.  Hanno programmato i vari lavori per cercare di non avere tempi vuoti. E’ stata installata una nuova cassetta ENEL per il cantiere. A breve si dovrebbe incominciare!

Piove di brutto e la temperatura si è abbassata…

22 settembre 2016

Ho parlato con l’architetto Sacchini della UTR.  Provvederanno loro direttamente a rettificare la stima dei tempi riportata sul Decreto Sindacale del Comune e portarla a 24 mesi. Invieranno il provvedimento al Comune con l’invito a farne una copia per il sottoscritto. Ed ora?                           Aspettiamo! Come al solito sperando sia poi effettivamente fatto.

27 settembre 2016

Nessuna risposta ancora da arch. Sacchini dell’UTR5.

Cerco di contattarlo telefonicamente ma oggi è assente. Lasciato messaggio ad un collega.128-09-16-si-parte-6

Alle 9,30 è arrivato il primo camion della ICOR. L’autista non ha potuto rintracciarci con il sistema GPS e l’ho guidato tramite cellulare! Ha scaricato una betoniera, un piccolo cingolato, assi di legno, di ferro, una cabina elettrica. Lo spazio è poco davanti casa e si è dovuto eliminare il cancello e …qualche pianta!

28 settembre 2016

petrolini450

Ettore Petrolini 1884-1936

E’ tornato il camion della ICOR. Il piazzale antistante casetta nostra è stato spianato! Alberelli sradicati, cespugli rasi al suolo, agavi cancellate. Ha scaricato una enormità di ponteggi ed altro materiale e non è tutto! Deve portarne altro. Va bene così.

Come diceva il comico Petrolini, degli anni venti/trenta del millenovecento, impersonando l’imperatore Nerone dopo l’incendio di Roma: “risorgerà più bella e più grande di pria!” Speriamo.

da GENNAIO a GIUGNO 2016

GENNAIO, FEBBRAIO, MARZO, APRILE, MAGGIO, GIUGNO 2016  Carta che vince, carta che ….

 

z settembre 2007 2 03221 gennaio 2016

Tramite appuntamento, l’architetto Loi ed io siamo andati all’Ufficio Tecnico del Comune per fare un punto della situazione con l’architetto Merico e il geometra Lorenzo. La nostra documentazione, annessi e connessi, è stata (dicono da tempo) protocollata, approvata in toto e inviata a U.S.R.C. Ora c’è solo da aspettare, aspettare, aspettare…

Dobbiamo restare in attesa che l’ U.S.R.C. (Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni)di Fossa (Aq) trasmetta al Comune di Collecorvino l’Ok per la disponibilità finanziaria.                                          E noi aspettiamo….in questo siamo sempre più bravi!

Morale della favola, come dice un detto abruzzese:Lu fel a fel, lu chiammuu a chiammu e lu muiur ve stort !” (Il filo a filo, il piombo a piombo e il muro viene storto!).

18 febbraio 2016

Parlato con Lorenzo del Comune: conferma che tutto è a posto, tutto OK, tutto accettato. C’è solo da…(indovinate)… aspettare.

29 febbraio 2016

Anno bisestile! Noi aspettiamo.

31 marzo 2016

Tutto tace.

 

6 Aprile 2016

Oggi è l’anniversario! Sono passati 7 anni da quelle 3,32 del 6 aprile 2009.

balconeAnni accompagnati da speranze, promesse, proteste. Anni nei quali sono cambiati i colori dei governi ma il PB “Partito Burocratico” rimane il più forte assieme al QSM “Qua Se Magna” ed il MIP “ mani in pasta”!  Sono sorte case nuove, alcuni “balconi nuovi”sono caduti , sono nate nuove frazioni anonime ed il vecchio centro storico di L’Aquila è sempre un cantiere. A Collecorvino la chiesa parrocchiale è ancora ingabbiata ed i lavori procedono a rilento dal luglio 2015, anzi, ora sono fermi. La maggior parte delle ristrutturazioni più leggere sono state effettuate ma ancora non tutte.

Anche casetta nostramargherite-da-balcone è sempre lì che aspetta.

Se non altro lei è cullata dalla primavera. Tutti i fiori sono sbocciati: cento colori le fanno compagnia ed i bianchi cespugli di margherite appaiono come tanti enormi igloo sorti nel verde di questa stagione piovosa. Noi ci sentiamo tristi…molto tristi perché ancora non siamo con lei a goderne.

 

15 aprile 2016

Ho telefonato al sindaco. Mi ha detto che effettivamente “gli sembra” che qualcosa sia arrivato dal U.S.R.C. di Fossa. Si interessa e farà sapere. Speriamo.

 

21 aprile 2016

Non abbiamo avuto più notizie dall’Uff. Tecnico di Collecorvino.

Decido di telefonare direttamente al U.S.R.C. di Fossa.  Parlo con l’ingegner Matucci che è il responsabile dei comuni fuori cratere.

Mi riferisce che è dal 4 aprile scorso che il nostro Comune ha la disponibilità finanziaria. Ora è il Comune che deve emettere il Decreto per iniziare i lavori.

Telefono subito all’Ufficio Tecnico per parlare con Lorenzo che, essendo giovedì, dovrebbe essere presente ma oggi è assente per attività fuori sede. Contatto l’architetto Merico, responsabile dell’ufficio tecnico, il quale mi conferma che la disponibilità finanziaria è effettivamente arrivata da Fossa ma purtroppo non essendoci Lorenzo ( che gestisce la pratica ed è presente solo al lunedì, martedì e giovedì ) bisogna ora aspettare martedì prossimo perché oltretutto il lunedì a venire è l’anniversario della Liberazione e quindi è festa. Mi sembra giusto.

Avviso il nostro architetto Loi che pensa sia opportuno avvisare intanto la ditta edile ARCHE’ di Claudio Giampaolo che ci farà i lavori.

 

26 aprile 2016

Pur essendo martedì Lorenzo è assente. E’ in trasferta. Parlo con il Sindaco Zaffiri. Mi ribadisce che gli sembra sia arrivata la disponibilità finanziaria, ma deve trovare un attimo di tempo per sincerarsene parlando con Lorenzo… giovedì prossimo. Sarò comunque chiamato per la firma del decreto.

 

28 aprile 2016

Lorenzo è assente anche questo giovedì per attività fuori sede. Mi rivolgo al Sindaco. Innanzi tutto mi conferma che tutto è OK! Mi consiglia di presentarmi lunedì prossimo dopo mezzogiorno od al più tardi alla stessa ora di martedì. Mi garantisce che sarà tutto pronto. Lo saluto ed esco.

Tornando a casa mi viene in mente che… martedì è San Filippo e Giacomo, i patroni di Collecorvino! Vedremo.

 

2 maggio 2016

Prima di avviarmi verso il Comune telefono per sincerarmi che ci sia Lorenzo. C’è, ma subisco subito una doccia fredda! Mi riferisce che purtroppo oggi non c’è l’architetto Merico per la firma e che comunque…. prima deve leggere e studiare bene la documentazione arrivata dal U.S.R.C. di Fossa e quindi avere il tempo per preparare il Decreto. Tempi tecnici! Mi da appuntamento per il pomeriggio del 5 maggio di manzoniana memoria.

Ei fu. Siccome immobile, dato il mortal sospiro……

Spero non ci rovinino il 43° anniversario del nostro matrimonio che cade proprio in quel giorno!

 

5 maggio 2016

Oggi festeggiamo 43 anni di matrimonio.

Abbiamo deciso di regalarci un pranzo fuori e non pensare a niente altro!  Abbiamo trovato un localino al centro di Pescara. Carino e non caro.(!) Durante il pranzo (abbastanza buono) squilla il cellulare. All’interno non c’è molto campo. Esco dalla sala ed esco in strada per rispondere.

E’ il titolare dell’impresa, l’Archè, che dovrebbe fare i lavori. Avevo appena finito di gustarmi il primo! Mi si blocca nello stomaco. Mi fa presente che per motivi societari, amministrativi ed organizzativi non può onorare l’impegno preso in precedenza e non è in grado di aprire il cantiere e bla, bla,bla…scusa tanto…bla..bla.. Non comprendo più e non voglio sentire altro.

Torno in sala e riferisco a mia moglie. Ci guardiamo sbalorditi e sgomenti per alcuni momenti, poi prendiamo una decisione: continuiamo il nostro pranzo, anche se forse ci rimarrà sullo stomaco!  Dopo sentiremo il nostro architetto e tutto il resto, ma per ora basta!

Alle ore 16 ritiriamo all’Ufficio Protocollo di Collecorvino il Decreto Sindacale prot. N° 4038 del 5 maggio 2016 che

DECRETA la CONCESSIONE del contributo a TITOLO DEFINITIVO.

Facciamo subito partecipi dell’evento le nostre figlie contattandole al telefono. Ad un primo “alleluia” segue un “ non ci posso credere” quando le mettiamo a conoscenza della defezione della ditta scelta per i lavori e dei problemi che il fatto ci sta creando.

Contattiamo l’architetto Loi che già era stato messo a conoscenza dall’Impresa del passo indietro. Mentre, demoralizzato, parlo con lui mi riecheggia in testa uno dei tanti e troppi tragici momenti storici vissuti da noi italiani:

VALENTE-Schio-8-settembre[25]..riconosciuta la impossibilità di continuare l’impari lotta…ogni atto di ostilità deve cessare…reagiranno ad eventuali attacchi di qualsiasi altra provenienza.”

Si, questo 5 maggio mi sembra più un nero 8 settembre 1943, anzi peggio, una Caporetto del 1917! (Mentre ci penso rammento pure che in tutte e due le volte era coinvolto il Generale, Maresciallo d’Italia signor Pietro Badoglio che in tutte e due le occasioni ha fatto la cosa che gli riusciva meglio: sparire!) Comunque, in ogni caso decidiamo anche noi che… “la guerra continua”.

Dobbiamo cercare un’altra ditta che sia all’altezza della situazione e per farlo abbiamo poco tempo. Ci attrezziamo.

Intanto subito chiediamo alla Arché di Giampaolo di comunicarci tramite una raccomandata urgente i motivi della sua rinuncia ad effettuare i lavori. La allegheremo ad una richiesta di proroga che invieremo alla UTR5 di Cugnoli ed all’Ufficio Tecnico di Collecorvino affinché ci consentano di protrarre il termine dei 30 giorni entro i quali dovremmo iniziare i lavori.

9 maggio 2016

E’ arrivata la raccomandata della Arché. Sono poche righe con le quali il titolare “spiacente” ci dice, fra l’altro, che l’impossibilità di svolgere i lavori è dovuta a motivi di “riorganizzazione funzionale” Mi sembra politichese. Va bene così. Cosa fatta capo a.

Noto pure che la raccomandata urgente aR. è stata inviata venerdì 6 maggio alle ore 10,26 !! Veloci!

Preparo subito le Richieste di Proroga per il Comune e la UTR5 alle quali allegherò copia della lettera della Arché.

 

10 maggio 2016

Al mattino presto consegno una Richiesta di Proroga al protocollo del Comune e spedisco l’altra con raccomandata aR al UTR5 di Cugnoli.

Sono dovuto andare pure dal mio ottico di fiducia Mariano. Ho rotto gli occhiali! Piove sul bagnato. Vi ho incontrato un geometra di Collecorvino. Mi ha indicato una impresa di Civitella per i lavori. Dice che sono bravi. La contatterò.

 

12 maggio 2016

Il nostro architetto sta contattando alcune imprese conosciute all’Aquila. Speriamo bene.  Intanto ho preso appuntamento con quella di Civitella per sabato mattina prossimo.

 

14 maggio 2016

Ho incontrato il sig. Di Tillio Silvio titolare dell’impresa di Civitella. Ha già eseguito e sta effettuando lavori su case danneggiate dal sisma. Ha eseguito una perlustrazione nella nostra casa. Mi invierà tutti i suoi dati, certificazioni etc. riguardanti la sua Ditta. E’ disponibile ma sembra che gli manchi l’attestazione SOA che è molto importante.

La SOA è un documento necessario a comprovare la capacità dell’Impresa di eseguire lavori superiori a 150,000 euro e viene rilasciata a seguito di una severa istruttoria.

Sotto a chi tocca.

 

20 maggio 2016

Alle 13,30 mi telefona il nostro architetto. Mi da appuntamento alle 15,00 ad Alanno all’uscita dell’autostrada. Sta tornando da L’Aquila dove sta seguendo dei lavori.  Mi deve consegnare una documentazione su delle Imprese che ha contattato. Sono tutte interessate ed hanno le certificazioni e gli attestati occorrenti, sono disponibili ed a conoscenza dei lavori da effettuare e degli importi ammessi a contributo . Una in particolare, la ICOR DORICA s.r.l. di Fossombrone (PU) è disponibile ad iniziare i lavori al più presto e sembra la più idonea. Bisogna decidere.

 

21 maggio 2016

Mi dedico a redigere una Relazione sulla scelta dell’Impresa che dovrà sostituire quella “dimissionaria”. Dobbiamo scegliere da una rosa di almeno 5 Imprese.  Studiando le loro richieste di partecipazione ai lavori noto che più o meno sono tutte all’altezza della situazione. Cerco di informarmi anche su Internet.

Noto che una, in special modo, sembra veramente la più adatta. E’ in possesso di tutti i requisiti più importanti: dell’attestato SOA (molto importante) e dei vari obblighi di legge, sicurezza etc. e quel che è più importante sono degli esperti in vecchie costruzioni.  Hanno lavorato su chiese, case e palazzi di Urbino, Assisi, Roma e Venezia. La nostra casetta non sarà così importante ma se permettete…

Decidiamo sulla ICOR DORICA s.r.l. e che Dio ce la mandi buona…(e con gli occhi azzurri)!

cantiere a paganica(AQ)

Paganica (AQ): un cantiere della Icor Dorica.

Nel pomeriggio finisco la relazione. Ho gli occhi fuori dalle orbite e incomincio a vedere tutto sdoppiato ed offuscato. Dovrò metterla “in bella” e inviarla al Comune ed al UTR5.

Abbiamo deciso che domani, domenica, per riposare si va a tagliare l’erba a casetta nostra ed a trapiantare un po’ di piante!

Il tempo sembra finalmente buono e dovrebbe splendere il sole.

 

23 maggio 2016

Ho telefonato al geometra Lorenzo dell’Ufficio Tecnico del Comune per avere notizie sulla Richiesta di Proroga presentata il 10 maggio scorso ! Mi riferisce che non ci sono problemi. Fra qualche giorno potrò ritirare la concessione della Proroga. Meno male.

 

25 maggio 2016

Il nostro architetto mi invita ad informarmi al Comune circa una eventuale esenzione, per i casi legati al sisma, dai diritti dovuti per la presentazione della SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività).   Alcuni Comuni, sia in Abruzzo che in Emilia Romagna, non li fanno pagare se si tratta di ristrutturazioni dovute al terremoto.

Chiedo al geometra Sigismondi ma non mi sa rispondere sulla eventuale esenzione. A lui non risulta. Sentirò domani, che è giovedì, con Lorenzo. Dovrebbe esserci.

Intanto ho aperto un indirizzo email di posta certificata. Serve pure questo.

 

26 maggio 2016

Domando al geometra Lorenzo dei diritti SCIA: a Collecorvino si pagano comunque. OK.

Mi dice poi che forse, invece della SCIA, dovremmo fare la CILA (Comunicazione Inizio Lavori Asseverata). Questa si richiede per realizzare interventi di manutenzione straordinaria per ristrutturare casa. Io che sono CADIM (Completamente A Digiuno In Materia) prendo atto di queste sigle e mi riservo di chiedere al nostro architetto.

Il geometra Lorenzo mi consegna il Protocollo nr. 4688, data odierna. E’ la risposta alla mia richiesta di proroga presentata il 10 corrente mese. La leggo distrattamente e poi la rileggo con più attenzione quindi mi soffermo sulle frasi scritte ma non riesco a capire bene.

A parte l’oggetto che occupa mezza pagina con i vari riferimenti a Decreti Legge, date etc., capisco solo che alla mia richiesta di una proroga mi viene risposto che l’Ufficio Tecnico ne prende atto “ e mi rammentano chela nuova ditta dovrà essere individuata nel rispetto della normativa in vigore” e che al fine di non incorrere in qualsivoglia (?) penale, il tempo utile per l’esecuzione dei lavori è stabilito in giorni 365 dalla data del decreto definitivo di concessione (05.05.2016) salvo motivate proroghe che potranno essere concesse nel corso dei lavori.”

E’ come se mi dicessero che capiscono la situazione ma in fondo sono c…. nostri?

Mi riservo di parlarne subito con il nostro tecnico. Invio copia della risposta, tramite email, all’architetto Loi. Ci sentiamo per telefono: per quanto riguarda i lavori dobbiamo fare la SCIA. La CILA non va bene. Per la risposta alla nostra richiesta di proroga anche lui rimane alquanto “sconcertato”. Per alcune altre cose dobbiamo sentire e chiedere il parere del UTR5.

Andiamo avanti con le…scartoffie.

 

31 maggio 2016

Ho cercato di informarmi in giro, sia presso le banche in zona che su internet, sul Conto Corrente Dedicato che dovrei aprire esclusivamente per movimentare gli accrediti ed i pagamenti per la ristrutturazione della nostra casa. Ho avuto grosse difficoltà. Alcuni impiegati delle banche erano del tutto ignari di questo tipo di conto, quasi divertiti. Ho provato a chiedere anche al UTR ma non ne era a conoscenza.

Questo tipo di conto corrente nasce da un accordo del 2 settembre 2010 tra (riecco le sigle!) l’ABI (Associazione Bancaria Italiana) e la CDP (Cassa Depositi e Prestiti).

Una Banca (non faccio nomi) mi risponde che tale accordo vale solo all’interno del cosiddetto cratere! Un’altra che dovrei aprire il conto in provincia dell’Aquila!! Un’altra crede che ormai tale accordo sia scaduto! Mi vengono in mente i versi di una canzone che Fabrizio De André scrisse assieme a Paolo Villaggio: E’ mai possibile, porco d’un cane,                                                                                                                 che le avventure in codesto reame                                                                                                                   debban risolversi tutte con grandi p…!”

 

6 giugno 2016

ANTONIO-ZAFFIRI

Collecorvino (PE): il rieletto Sindaco Antonio Zaffiri

Antonio Zaffiri è stato rieletto Sindaco di Collecorvino con il 65,55% di voti. Alle amministrative c’è stata una affluenza del 70,51%. Siamo contenti. Se lo è meritato. E’ in gamba.

 

13 giugno 2016

Ho trovato la banca che mi apre il conto corrente “dedicato”. E’ la Banca Caripe del gruppo Banca Popolare di Bari che ha una filiale a Collecorvino Stazione. Devo preparare alcuni documenti, fissare un appuntamento ed è fatta!

 

14 giugno 2016

Ho firmato per l’apertura del conto corrente dedicato. Alleluia.

Ora mi devo rimette al computer per redigere il verbale di scelta d’impresa secondo le “nuove” direttive. Devo allegarci anche il “computo metrico” e le eventuali offerte al ribasso di ognuna e consegnarlo in duplice copia al Comune che ne invierà una al UTR5 di Cugnoli. Sono in attesa dei documenti mancanti che ci verranno inviati dalle Imprese e poi ….è fatta!?

 

23 giugno 2016

Stamane ho consegnato tutto al protocollo del Comune. Ora dobbiamo aspettare OK da UTR5. Volevo parlare con il geometra Lorenzo ma oggi non è presente.

 

27 giugno 2016

Sono stato all’Ufficio Tecnico del Comune per parlare con Lorenzo ma non c’era. Lorenzo è assente per motivi familiari. Speriamo non sia nulla di grave.  Ho contattato il Sindaco Zaffiri. Si interesserà personalmente di quest’ultima pratica. Lo ringrazio e con l’occasione gli presento le mie felicitazioni per la sua rielezione.

 

28 giugno 2016

Oggi ho firmato la lettera di “Trasmissione Documentazione” del Comune. Il nostro verbale di scelta “nuova impresa costruttrice” acquisito agli atti il 23 scorso con protocollo nr. 5531 è stato inviato a Cugnoli. Ora attendiamo.

Intanto, tramite posta certificata, avevamo inviato alla ICOR Dorica una lettera di affidamento lavori in attesa di stipulare il contratto e sempre a mezzo PEC mi hanno risposto accettando l’incarico.