Archivi tag: Galasso Vincenzo

GENNAIO – FEBBRAIO 2010

ANNO 2010

casa inv.GENNAIO 2010 Anno nuovo, vita…?

Fino al 3 gennaio      Nulla da segnalare.

4 gennaio      Siamo stati alla stazione ferroviaria di Pescara. Marzia deve ripartire per Torino. Voleva prenotare ma Trenitalia ha risposto che non ci sono posti fino al giorno 7 gennaio!! Sono tutti completi. Gli Intercity, gli Eurocity, i merci, i carri bestiame, le frecce azzurre e quelle rosse non hanno un posto libero ! Solo su un treno, pagando i regolamentari 90 euro, c’è la possibilità di viaggiare …in piedi e con 2 cambi di treno !!! Otto ore di comodissimo viaggio !!!                                                                      Alla faccia della pubblicità Trenitalia.

Marzia ha sentito una amica di Terni che ha passato le feste a casa dei genitori e risiede per lavoro a Torino. Partirà in auto con lei ma…noi dobbiamo accompagnarla a Terni. Per i figli questo ed altro !

Fino al 9 gennaio      Nulla da segnalare.

10 gennaio              C‘è stata una scossa di terremoto del 3,9 grado nella provincia di Macerata . Marina abita a Recanati. Sembra che il terremoto ce l’abbia con la nostra famiglia.

11 gennaio      Nulla da segnalare.

12 gennaio    ore 9,45 Mi telefona Marina. C’è stata un’altra forte

La casa di Marina a Recanati.

La casa di Marina a Recanati.

scossa superiore al 4° grado che ha colpito la zona fra Fermo e Macerata. Si è un po’ spaventata ma non si è ca…addosso! In quel momento era seduta …in bagno!!

Altre scosse di minore entità durante il giorno. Non si parla di danni. Continuiamo così, facciamoci del male.

Ho inviato una e-mail all’architetto nostro. Ho sollecitato il rilevamento sulla casetta nostra. Mi ha subito ricontattato. Domani mattina alle 10 sarà sul posto. SI INIZIA !!!

13 gennaio     Come annunciato ieri l’arch. Galasso inizia puntuale il rilevamento.

Prima deve disegnare l’intera mappa della casa, dentro e fuori, con tutte le misurazioni più accurate. Oltre alle normali misurazioni dei vani deve riportare anche eventuali dislivelli, nicchie, variazioni di altezze oltre che rinforzi preesistenti , numero delle volte a soffitto, numero delle putrelle a doppia T dei solai etc.etc…

I danni interni ed esterni verranno evidenziati in un secondo tempo. Un bel lavoro lo aspetta.

Lavora dalle 10 fino alle 17 quando ormai è buio. Per ora è solo perché l’equipe si è dovuta dividere nei vari lavori che ha in tutto l’Abruzzo.

Oggi riesce a fare il piano terra e parte del secondo. Continuerà domenica 17. Stamane era stato anche al Comune per incontrare l’ing. Di Giacomo che però era assente. Ho saputo che l’ingegnere non è assunto dal Comune ma è un esterno che offre la sua professionalità a ore . Poco male.

Alla TV ho sentito del terremoto terrificante del 7 grado e oltre che ha colpito la povera Haiti. Povera gente ! Piove sul bagnato.

Fino al 15 gennaio    Nulla da segnalare.

16 gennaio     Anche oggi ho sentito di varie scosse sismiche in tutta Italia : alto Abruzzo, Marche, Friuli, Emilia etc.

Sono tutte scosse di piccola entità, le più rilevate solo dai sismografi, ma che allarmano un pochino. Speriamo bene.

Domani, domenica, ritorna l’architetto per i rilievi rimanenti.

17 gennaio     Alle 10 l’architetto arriva a casetta nostra. Vi rimane fino alle

Una "firma" del terremoto.

Una “firma” del terremoto.

17 anche oggi. Ha finito le misurazioni interne. Rimangono quelle esterne e la documentazione fotografica e su pianta dei danni. Cercherà di ripassare entro la prossima settimana se non costretto ad andare all’Aquila. Mi dice che, a causa di sempre nuove ordinanze, rinvii e proroghe, il lavoro in quella zona procede a rilento e male.

Anche oggi c’è stata una scossa di magnitudo 3,1 nella zona dei Monti della Laga nel teramano, ai confini con le Marche. E poi ?

18 gennaio     Nulla da segnalare.

19 gennaio    Il termosifone senza valvola di scarico dell’acqua, che non è stato mai aggiustato, nonostante solleciti da parte mia e promesse dell’Ufficio Tecnico del Comune, si scalda solo a metà. Senz’altro c’è una bolla d’aria ma non è possibile eliminarla per l’assenza della sopraccitata valvola.

Ho riferito telefonicamente al geom. Sigismondo del Comune.

Subito mi ha rivolto una domanda : chi paga ?

Ha sottolineato poi il fatto che nelle casse comunali non ci sono soldi e mi ha invitato a risolvere a spese mie il problema.   Sarà fatto !!!

Gli ho anche fatto presente che per l’ennesima volta ho trovato pezzi di mattoni e calcinacci sulle scale. Sono caduti dalla casa fatiscente che è a ridosso di quella dove ora abitiamo.

E’ un bel problema mi ha risposto – ma non si sa cosa fare perché non conosciamo il proprietario !

Non controbatto. Saluto e metto giù la cornetta.

In serata Michela mi porta un regalo. Un bel pullover. Oggi è il mio onomastico ! E chi se lo ricordava ? Grazie.

Fino al 30 gennaio      Nulla da segnalare tranne il fatto che si ripetono molte piccole scosse di terremoto. Sono localizzate sempre negli stessi posti : L’Aquila, la zona adiacente e le Marche.

 

 

casa inv.

FEBBRAIO 2010 Cambiano i suonatori ma la musica è sempre quella !

1 febbraio      Il nostro architetto è ritornato stamane per rilevare altre misurazioni di casetta nostra. Ha lavorato sopra tutto all’esterno.

Nel pomeriggio sono andato a dargli una mano ma ci è mancato poco che le perdessi tutte e due a causa del freddo intenso. Erano diventate due ghiaccioli. Quest’anno il freddo si fa sentire. Ormai dura da molto tempo e sembra debba insistere ancora a lungo.

Ora sono rimaste da scattare le foto dei danni. Dovrà ritornare nei prossimi giorni.

Oggi mi ha detto che non serve più la Perizia Giurata e quindi non è più necessario presentarla al Tribunale. Lo hanno deciso per snellire le pratiche per accedere al contributo. Meglio.

Mi ha consegnato anche i moduli per richiedere al Comune il contributo per le spese sostenute per il trasloco. Ci sono delle voci da correggere perché il modulo è quello che riguarda L’Aquila e il destinatario risulta quindi il Comune de L’Aquila. Poco male.

Mi ha invitato ad attendere prima di consegnarlo in quanto bisogna far riferimento alla pratica di richiesta di contributo. Va bene. E’ passato ormai quasi un anno. Mese più, mese meno…!

Ieri nell’Aquilano e nella Marsica c’è stata una scossa di magnitudo 3,2. L’hanno sentita.

2 febbraio     Nulla da dichiarare.

3 febbraio    Oggi la terra ha tremato in provincia di Macerata. Grado 3. Marina abita a Recanati ma se l’è persa perché era in Umbria per lavoro. Peccato!?

Fino al 9 febbraio       Niente da segnalare salvo che il freddo insiste e

Il Gran Sasso innevato visto da Collecorvino.

Il Gran Sasso innevato visto da Collecorvino.

persiste. La notte andiamo sotto lo zero e di giorno non si superano i 5/6 gradi. Piove spesso ma siamo fortunati. Nostra figlia Marzia, che sta in Piemonte, è sotto la neve ed il gelo.

10 febbraio     Tutto tace.

11 febbraio          Ho sentito alla TV una esternazione del Sindaco dell’Aquila. Dice che

“ L’Aquila è una città fantasma “.

Come dire che il cavallo bianco di Napoleone era bianco.

Il centro storico è ancora inaccessibile ed i lavori sono fermi e questo è un dato di fatto. Gli abitanti lo sanno perché non possono accedervi . Abitazioni, uffici pubblici, studi professionistici, negozi, cinema, teatri sono chiusi. Il cuore della città è fermo.

Edifici crollati, case lesionate in maniera grave, palazzi con lesioni meno importanti, costruzioni che sembrano intatte, tutto è abbandonato, vuoto, triste. Le macerie fanno bella mostra di se.

Hanno detto agli aquilani che ci vorranno anni per la ricostruzione. Forse il centro storico tornerà a rivivere fra una decina d’anni!

Si sta ancora studiando cosa ricostruire e come ricostruire. Questo vale anche per i centri storici di tante altre cittadine e paesi dell’ormai tristemente famoso cratere.

Speriamo che tutto proceda per il meglio. Di lavoro ne è stato fatto, a onor del vero, le tendopoli sono sparite ma ancora molta, troppa gente vive negli alberghi della costa pescarese e teramana, lontana dalla sua terra.

12 febbraio        Oggi c’è stata una scossa del 3° grado nel messinese.

Mi sembra di vivere nel periodo dell’ultimo conflitto mondiale. Ogni giorno c’è un bollettino di guerra.

Uno sconosciuto romano disse : “à da succéde !”    

Il lupo perde il pelo ma non il vizio ! Chi va la mulino s’infarina!   Come in una famosa canzone del “molleggiato” : apro il giornale e leggo che…in una intercettazione telefonica due inclassificabili figuri “palazzinari” si fanno sberleffo delle centinaia di vittime causate dal sisma in Abruzzo e sono contenti che sia avvenuto il terremoto. Soldi in vista.

Non sono due balordi fatti di droga e nemmeno due bulli di quartiere. Sono due persone famose, istruite, della cosiddetta “buona” società. Onorati e riveriti. Fanno parte di quel “branco” di apolitici per i quali ogni partito va bene ma è meglio che sia quello al governo. Bianchi o rossi non fa differenza. L’essenziale è che si guadagni in tutti i modi ed in ogni maniera. “Franza o Spagna purché se magna”!

Si dicono buoni cristiani, vanno alla Messa con la famiglia, fanno pomposamente opere di bene ma rispettano poco i precetti di Dio fra i quali uno recita “non rubare”.

Il primo dice al telefono : << Non c’è un terremoto al giorno. Bisogna partire subito in quarta! >> Ridono contenti e beati mentre l’altro risponde : << Io stamattina alle 3 e mezza ridevo dentro il letto!!>>

Questi due buoni padri di famiglia sono due noti imprenditori italiani .

Inizia così il rosario, misteri dolorosi, di nomi di persone eccellenti coinvolte, di appalti a Società amiche e riconoscenti, di favori non rifiutabili e di Partiti che gridano allo scandalo e che urlano, come sempre, che è ora di cambiare.

Da quando sono nato mi ricordo una frase che con troppo frequente ricorrenza e facilità veniva usata specialmente da parte dei politici: dobbiamo fare in modo che non succeda più !

Da quando sono nato certe cose continuano a ripetersi con altrettanto frequente ricorrenza.

Leggo e sento nomi che rileggerò e risentirò: De Vito, Piscicelli, Gagliardi, De Santis, Della Giovampaola, Bertolaso (sì …tu quoque fili mi !), Anemone, consorzio Novus, Impresa Opere Pubbliche e Ambiente ….

Leggo e sento di piscine per i mondiali di nuoto a Roma, del G8 alla Maddalena, dei 150 anni dell’unità d’Italia, dell’Aquila.

Leggo e sento di piccoli regali fatti in segno di affetto e riconoscenza: prostitute ( pardon escort), auto costose, viaggi, posti di lavoro.

Leggo e sento che Balducci, presidente del consiglio dei lavori pubblici, è controllore delle società di Anemone della quale è anche socio. Controllore e controllato !

Leggo e sento che un magistrato, tale Toro, consiglia a Balducci il modus operandi per non farsi intercettare mentre parla di certi lavoretti.

Leggo e sento che vogliono fare della Protezione Civile una S.P.A.!

Mirian Mafai parla di “crepuscolo dell’etica della politica”!

Leggo anche che i dipendenti delle cliniche di Angelini, a Pescara e Chieti, sono da 321 giorni senza stipendio e che la Fiat conferma la prossima chiusura di Termini Imerese. Leggo di operai sui tetti.

Leggo che una mamma e un papà annunciano felici che è nata Giulia. La vita continua.

Fino al 17  febbraio               nulla da segnalare.

18 febbraio             Alle 9,40 scossa all’Aquila del grado 2,8. Paura.

L’ormai definito “nostro” architetto, Galasso Vincenzo, continua il lavoro a casetta nostra. Oggi c’è stato dalle 10,30 alle 16 passate. Ha numerato ogni lesione alla casa ed ha scattato più di cinquanta foto ma non ha finito. E’ riuscito a scaricare la batteria della fotocamera digitale. Ritornerà domani alle 8,30.

19 febbraio               Sisma alle isole Eolie del 3,4 grado.

Il nostro architetto, puntuale, alle 8,30 è al lavoro. Ha scattato altre numerose foto sui danni.

Casetta nostra è tappezzata, sia dentro che fuori, di foglietti numerati. A vederla così conciata fa impressione. Abbiamo trovato al piano terra, spostando degli scatoloni, una grave lesione, prima non vista. Ci si infila facilmente la mano! Prognosi riservata.

Fino al 26 febbraio    Niente da dichiarare tranne che il tempo è migliorato. Il freddo intenso ci ha lasciato. Tira aria di primavera. Abbiamo

Il vialetto davanti a casa nostra.

Il vialetto davanti a casa nostra.

fatto un po’ di pulizia nel piazzale davanti a casetta nostra. Abbiamo tagliato l’erba, bruciato erbacce e rifiuti e potato alcune piante e alberi con l’aiuto di Francesco un nostro, per il momento, ex vicino.

27 febbraio         Terremoto in Cile. E’ stato un vero e proprio cataclisma. Le scosse hanno raggiunto gli 8,8 gradi. Si parla anche di tsunami. Centinaia di morti. Numero destinato a salire. Dicono che bisogna conviverci. Come si fa?

Oggi è il compleanno di Michela. Le regalo un bel mazzo di fiori: dei coloratissimi crisantemi. (A tutti e due piacciono e ci sembra sprecato usarli solo per i defunti che non se li godono). Lo so, meriterebbe molto di più ma…

“Marina è quiii !”.  La figlia più piccola ci fa la sorpresa. Nel pomeriggio, inaspettata, ci raggiunge per festeggiare la mamma. In serata deve però ripartire. Porta anche un bel regalino.

Stasera cena alla Fattoria da Cristiano. Ma si. Sballiamo!

28 febbraio          Tutto tace.

…continua…

Annunci