Archivi tag: architetto Galasso

LUGLIO 2009

z settembre 2007 2 032LUGLIO 2009 : Spes ultima dea. ( la speranza è l’ultima dea )

01 Luglio Oggi è venuto l’operaio della falegnameria per montare la tamponatura per chiudere il “ buco “ fra bagno e camera da letto.

Lavoro ben fatto anche se ho dovuto attendere dal 6 giugno questo momento. D’altra parte sono cosciente che questi piccoli lavori sono una vera rottura per gli artigiani.

Devo pagare io e credo mi prenderò qualche giorno di valuta. Darò a Cesare quel che è di Cesare e alla proprietà comunale resterà gratis il lavoro fatto.

02-03-04-

05-06

Luglio Niente da segnalare.

07 Luglio Ha chiamato l’architetto Galasso.  Domani viene con un perito per effettuare il sopralluogo.

08 Luglio

ore 15,00 Puntuali sono arrivati l’architetto Galasso e l’architetto Loi,

Alcune crepe sulla parete est.

Alcune crepe sulla parete est.

perito esperto di danni sismici che hanno interessato vecchie case rurali.

Hanno controllato tutto, dalle basi al tetto. Si sono serviti di martello e scalpello. Dopo quasi due ore di sopralluogo sentenziano che la casa può essere salvata, anzi, che è una bella vecchia casa rurale, ben strutturata e con ambienti ben divisi e sarebbe un peccato abbatterla.

Di certo l’operazione sarà costosa.

09 Luglio Contattato telefonicamente l’ avvocato Carminucci della Confappi di Pescara. Ha avuto il resoconto del sopralluogo dagli architetti.

E’ riuscito anche a sentire un dirigente della Protezione Civile che ha asserito che sono state messe a disposizione dei Comuni dell’area pescarese dei gruppi di verifica per la rilevazione e censimento dei danni da segnalare poi al DICOMAC dell’Aquila. Per tutto ciò ci invita ad attendere qualche giorno prima di intraprendere una qualsiasi azione nei confronti del Comune.

Come dissero Franco e Ciccio : “ Soprassediamo”.

Preso appuntamento con l’avvocato il 14 luglio per fare il punto della situazione.

10 Luglio Alle 15,30 circa abbiamo sentito una leggera scossa sismica. All’Aquila avrà raggiunto il 4° grado.

Sono molte e si ripetono quasi ogni giorno. Quando tutto sembra finito LUI, il terremoto, ci avvisa che ancora c’è. Nessun dorma…

11-12-13

Luglio Nessuna novità tranne che il G8 ha avuto successo, che i no-global erano pochi e canuti, che il lato B piace al presidente americano e Berlusconi è stato un ottimo padrone di casa. Costo : 500 milioni di euro oltre a quelli già spesi in Sardegna alla Maddalena.

14 Luglio Siamo andati alla Confappi a Pescara.

L’avvocato Carminucci ha preparato una lettera di diffida con richiesta di sopralluogo al Comune da inviarla nel caso non si facessero ancora vivi entro il 20 luglio.

Lo invitiamo a tenerla in naftalina per un po’. Ne teniamo la copia.

Riporta l’invito al comune a rispettare il solito Decreto Legge    ( ormai convertito in legge) , le solite ordinanze, insomma le solite cose. Anche per quanto riguarda la perizia giurata ci consiglia di aspettare perché molto probabilmente verrà riconosciuta come spesa. Aspetta e spera.

Contatto la Telecom. Chiedo a che punto è la mia pratica. Mi viene risposto un’altra volta con l’invito a non pagare e di attendere. Mi contatteranno loro non oltre il 17 luglio. Mi fido. Fidarsi è bene….

15-16-17-

18-19

Luglio Nessuna novità tranne che abbiamo una nuova cappa aspirante per la cucina regalataci da un vecchio amico di Aprilia, Ascani Mario.

Ci conosciamo dagli anni 70. Siamo stati colleghi di ufficio per dieci anni e siamo rimasti sempre in contatto. E’ tuttora un bravo “compagno deluso” e una persona squisita. Cercavo una cappa a poco prezzo ma lui ha esclamato : “ ad un amico terremotato si regala”!

20 Luglio Ho chiamato il 187 per sollecitare definizione della pratica di storno del costo del trasloco. L’operatrice mi ha ripetuto di non pagare e di attendere senza preoccuparmi. Mi contatterà la Telecom. La pratica è in lavorazione

Il Municipio di Collecorvino. Ingresso su Piazza Umberto I.

Il Municipio di Collecorvino. Ingresso su Piazza Umberto I.

Abbiamo avuto notizia che il Comune ha un gruppo di tecnici che stanno controllando i danni in tutto il territorio. Sono organizzati, sembra, dall’assessore Zaffiri.

Ho contattato il signor Zaffiri e mi ha confermato. Mi ha dato un appuntamento presso la casa di via Garibaldi per mercoledì prossimo, 22 luglio alle ore 19. Allora qualcosa si sta muovendo!

21 Luglio Ho chiamato l’avvocato Carminucci per chiedergli di tenere ancora in sospeso l’invio della diffida al Comune viste le ultime novità.

22 Luglio L’assessore del Comune, Zaffiri, ha rimandato a domani alle 17,30 l’appuntamento e mi ha anticipato che venerdì 24 luglio alle 8,30 una squadra verrà alla casa lesionata per un sopralluogo.

23 Luglio Mi ha telefonato una impiegata del Comune per confermare che domani ci sarà la visita dei tecnici in contrada Materna. Mi devo far trovare sul posto. Va bene !

Nel pomeriggio abbiamo aspettato fino alle 19 l’arrivo del signor Zaffiri. Non si è visto nessuno e nessuno ci ha avvisato.

Abbiamo provato a telefonare a casa ed al cellulare ma nessuno risponde. Tutto normale.

24 Luglio Alle 8 sono alla casa terremotata. Nell’attesa rastrello l’erba del giardino e ricopro una buca scavata dal cane. Fa già caldo.

Ore 09.30 Squilla il cellulare. E’ la solita addetta del Comune ( che non si è mai presentata) che mi dice : signor Cikada, si è ammalato un ingegnere e il sopralluogo è stato rinviato a data da destinarsi “. Va bene. Mi sembrava strano che tutto filasse liscio. Tirem innanz.

Cerco di contattare l’assessore Zaffiri. Non è rintracciabile. Finisco di rastrellare. Saluto il cane ed il gatto e torno in via Garibaldi.

Sono sereno e…vaccinato. Telefono a Michela per raccontargli tutto.

Risposta : no comment.

25 Luglio Nessuna novità.

Mi ha telefonato la Telecom, ufficio amministrativo. Mi sollecitano il pagamento. Faccio presente la situazione in atto. Prendono nota, si scusano.

26 Luglio Oggi è domenica. A Pescara ci sono i festeggiamenti di S. Andrea.

Michela ed io decidiamo di passare un pomeriggio fuori casa per distrarci. Giriamo in mezzo alle solite bancarelle con i soliti oggetti. Ci sono i soliti stands che vendono le solite fritture di pesce con…il prezzo aggiornato. Nell’aria si sente un forte odore di fritto. Anche l’olio sarà il solito? Ci sono le solite giostre. Alla fine compriamo una manciata di mandorle pralinate e spendiamo 6 euro, 12.000 delle vecchie lire !! Viva l’Europa. Sono buone. Almeno quello.

Al ritorno ci fermiamo a salutare Gianni e Cristiano, del ristorante La Fattoria. Ormai siamo diventati buoni amici. Salutiamo anche i bimbi di Cristiano, la moglie e la madre. Alla fine Cristiano ci offre due pizze da portare via e Gianni ci consegna dei pomodori e della rucola che coltiva nel suo orto.

Non sappiamo al solito che cosa dire. Grazie, veramente grazie.

In fin dei conti la giornata si chiude con un guadagno. Venale !

27 Luglio Cerco di contattare il signor Zaffiri, prima al cellulare e poi vado al Comune ma con esito negativo.

Già che ci sono vado all’ufficio tecnico per ricordare alcune cose al geometra Lorenzo Sigismondo.

Vista la tempistica gli ricordo che prima dell’inverno c’è da mettere a posto un termosifone che non ha la valvola di scarico e c’è da fare ancora un foro di sfiato per la sicurezza dell’impianto del metano. Era il 16 giugno quando glielo avevo ricordato l’ultima volta !!

Mi risponde di aver già contattato chi di dovere. Veloce !

Gli chiedo anche a chi dovrei rivolgermi nel caso dovessi svuotare, per i lavori, la casa lesionata. La risposta è chiara : ad una ditta specializzata ed a nostre spese !

(Se ben ricordo, il 22 aprile il Sindaco ci disse che per qualsiasi motivo avessimo avuto bisogno di aiuto sarebbe stato a disposizione).

Il geometra mi dice di aver iniziato le pratiche per mettere a nome mio le utenze di gas e luce in modo che le bollette arrivino a casa nostra così che le possiamo pagare noi. Gentile !

Gli rispondo che mi sembra giusto di pagare quello che consumiamo.

Aggiungo, scherzando ma non troppo, che spero solo che non mi facciano pagare come se avessi la seconda casa !!! Lui ride, io no.

In mattinata la postina mi consegna una raccomandata del Comune nella quale mi si chiede una dichiarazione di responsabilità in cui asserisco di non possedere altri immobili oltre che la casa lesionata. Non c’è problema. La scrivo, la firmo e domani la consegno.

Chiamo la Telecom al 187. Racconto all’operatrice di aver avuto un sollecito per il pagamento della fattura 4/09. Controlla la pratica e ribadisce che non devo pagare e devo attendere notizie dalla Società. Sottolineo il fatto che non vorrei mi fosse staccata l’utenza. Risento la solita frase : non si preoccupi “. Incomincio a preoccuparmi !

28 Luglio Vado al Comune e consegno la dichiarazione di responsabilità dopo averla protocollata.

Parlo con l’ingegner Di Giacomo che trovo oggi piuttosto affabile e disponibile anche se le maniere rimangono burbere e aspre, da persona che ha studiato ma risente ancora delle origini dalle quali proviene.

Mi consiglia di affrettarmi a inoltrare la domanda per accedere ai contributi previsti dal Decreto legge.

Gli ricordo che stiamo sempre aspettando la verifica da parte del Comune dei danni per poterli inquadrare in una categoria (A,B,C,D etc.) tramite la compilazione della scheda Aires.

Mi risponde dicendo che essendo l’abitazione fuori dal famoso “ cratere” non spetta al Comune classificare il danno ma al tecnico, da noi scelto, con la perizia giurata e sarà poi il Comune che effettuerà i debiti controlli. E’ importante fare la domanda entro i termini, anche se incompleta. Poi c’è sempre tempo per aggiornarla con eventuali modifiche.

Gli rammento che ci sono dei gruppi di tecnici che stanno controllando i danni sul territorio e che sono mandati dal Comune e che dovevano venire anche a casa nostra ma hanno rimandato perché si è ammalato un ingegnere.

Mi risponde testualmente che quelli non c’entrano niente “ !!

Saluto e levo le tende.

Chiamo al cellulare l’architetto Galasso. Riferisco del colloquio avuto con l’ingegner Di Giacomo. Mi chiede uno o due giorni, mi dice che forse è meglio se avvenisse un incontro fra le due parti per chiarire definitivamente il da farsi. Mi invita a richiamarlo giovedì al massimo.

Il tempo passa inesorabile e ne so quanto prima : niente !!!!

29 Luglio Nessuna novità.

30 Luglio Contatto al cellulare l’arch. Loi. Anche a lui riferisco del colloquio avuto con l’ing. Di Giacomo l’altro ieri.

Lo invito ufficialmente ( lo avevo già fatto il giorno del sopralluogo   l’8 luglio !) a sveltire le operazioni per presentare la domanda per accedere ai contributi che, salvo ulteriore proroga, scade a settembre. Recepito il messaggio, l’architetto spiega che si metterà in contatto con Galasso e l’avvocato Carminucci ed entro pochi giorni si farà sentire. Speriamo bene.

Mi richiama l’ufficio amministrativo della Telecom. Sollecitano il pagamento. Rispiego tutto. Mi chiedono il “codice di esigenza” (?) per bloccare tutto. Me lo deve dare il 187.

Richiamo il 187. L’operatore Francesco mi dice che il codice è 43668033 e aggiunge che comunque questo codice da maggio è sempre stato evidenziato su ogni nota impostata sul computer.

Richiamo al numero verde dell’ufficio amministrazione Telecom. Trasmetto il “codice di esigenza”. Risposta : “stia tranquillo”. Posso davvero?

Ore 16,00 Mi telefona la signora Galassi ( finalmente conosco il nome) dell’ufficio tecnico del Comune.

Mi ripete che il sopralluogo, la classificazione del danno come da scheda AIRES e la perizia giurata dobbiamo farla noi privatamente e con urgenza. Il Comune non manderà nessuna squadra come da una nuova e non ben definita ordinanza.

Mi sorge spontanea una domanda : perché questa direttiva e perché “solo” per telefono ???

Sia mia moglie che io incominciamo a dubitare sulle procedure e sulla buona fede da parte del Comune.

L’assessore Zaffiri, sebbene cercato più volte al cellulare, a casa e presso il Comune, non si è più degnato di contattarci dopo averci illuso. Sparito. Desasparisido.

Non crediamo che sia questo il miglior “ modus operandi “ da parte di una Istituzione.

Oggi vengo a sapere, da fonti sicure, che da tempo ci sono dissidi aspri all’interno della Giunta per importanti decisioni che esulano dal problema sisma. Speriamo di non essere coinvolti.

31 Luglio Nessuna novità

…continua…

Annunci