Archivi categoria: Uncategorized

MAGGIO – GIUGNO 2017

20170717_171509 

MAGGIO 2017                 AIO’

 

02/05/2017

Domani si parte per la Sardegna. Per il nostro 44esimo anniversario le figlie ci hanno regalato unaarco-orolo-3-1800px settimana a Cala Gonone nel golfo di Orosei. Era la regione che ci mancava. Ora potremo dire di aver visitato tutta la nostra bella Italia! Siamo un poco in apprensione per dover lasciare la nostra casetta in questo momento, con i lavori in corso, ma credo sia in buone mani. Speriamo.

A sera il nostro architetto (sardo) ci augura buon viaggio e…ci “intima” che dobbiamo firmare “subito” l’autorizzazione di subappalto per l’idraulico che deve intervenire nei lavori ed inviarla tramite posta certificata ad USL e alla Direzione Provinciale! Non c’è pace ma tant’è. Eseguirò entro domani in qualche modo.

11/05/2017

Siamo ritornati a casa. E’ stato tutto bellissimo. Bellissimi posti, fantastico mare, ottimo cibo,

2d74f8bbf63f6345871702a818542545

Golfo di Orosei: Cala Gonone.

simpaticissimi ed ospitali i sardi anche se proprio non sono riuscito a capire una parola del loro dialetto! D’altra parte basta leggere i nomi delle località: Biddiriscottai, Abbadorgiu, Guttùrgios, Ludurùiu, Manasùddas, Cùccuru su Pirastru, Gola su Gorruppu, Genna Cruxi…..aio’!

18/05/2017

Hanno eseguito la prima gettata in tutto il primo piano. Quei solai stanno a posto.                        

col12_imagec20.37055097728815656-129db3b8280e41c4542cbc9c4e1a8a9d Incomincio a preoccuparmi: fra irrobustimenti e gettate varie le stanze si restringono sia in altezza che in larghezza. Casetta nostra diventerà come quella dei Puffi? Mi sa tanto che qualche nostro mobile non c’entrerà più specie in altezza!

 

24/05/2017

Oggi è venuto il geometra della Icor . Abbiamo parlato di alcuni lavori che sarebbe bene effettuare ma che non sono stati riconosciuti dalla UTR.  Si tratta di lavori (non riconosciuti) che si rendono necessari dopo gli interventi dovuti ( riconosciuti) per la messa in sicurezza dell’edificio! Capito mi hai?

Diciamo che dopo i tre quarti di cammin di nostra vita non ci resta che fare buon viso a cattivo gioco per cercare di vivere tranquilli gli spiccioli di tempo rimasti.

28/05/2017Arco senza fiori

Oggi è domenica. Abbiamo deciso di tagliare l’erba, spostare i vasi, pulire e dare un aspetto migliore a quel poco che è rimasto del nostro giardino. Alla fine ero distrutto ma più sereno. L’età incomincia a farsi sentire.

29/05/2017

Grazie anche all’intervento della prefettura mi ha telefonato una incaricata di E-Distribuzione (alias Enel, Servizio Elettrico Nazionale etc.).

Mi garantisce che per il futuro riallaccio la spesa sarà minima ed i tempi brevi. Lassù qualcuno mi ama!

L’Enel, (alias Servizio Elettrico Nazionale, alias E-Distribuzione…) ha staccato definitivamente la corrente e messo in sicurezza il cantiere. Più veloci della… luce! E’ dal 8 aprile scorso che ne avevo fatto richiesta.

 

 

 

20170717_171509

 

GIUGNO 2017       Andiam, andiam, andiamo a lavorar…

 

05/06/2017

I lavori proseguono alacremente. Il Team della Icor si da da fare sotto l’attento controllo del nostro architetto. Hanno rinforzato tutti i solai, eseguito le prime gettate al primo piano, scavato e rinforzato mura e molto altro.5) 18.05.17 gettata 1p

Ho imparato molti termini nuovi come: ammorsatura, cuci e scuci, catene in ferro lavorato, manicotto di tensione, geotessuto.                                                         Di certo non riconosciamo più la nostra casetta. Attualmente è un coacervo di ferri, tubi, buchi, scavi…ma va bene così.

07/06/2017

7) 06.06.17 preparaz. 2a gettata 2°p (2)Oggi il nostro architetto effettua il sopralluogo per dare l’OK alla gettata al secondo piano. E’ presente anche il geometra Marchetti della Icor. Spero e credo che non ci saranno problemi. Avanti tutta.

 

Ieri ho chiamato la Telecom.  Ci sono dei cavi inutilizzati da tempo ancorati al muro che devono essere tolti. Hanno preso nota e dato un numero di pratica pur sottolineando che “non sono più da tempo loro cliente”. E allora?

09/06/2017

Alle 14,25 stavamo ancora a tavola finendo di pranzare quando abbiamo avuto una visita inaspettata. Michela ed io ci siamo guardati in faccia perplessi. Era LUI, il terremoto!                                                Il televisore rollava come una nave dentro a una tempesta, il tavolo vibrava, l’acqua nella bottiglia formava un piccolo maremoto, il lampadario dondolava ubriaco.                                                                Si è intrattenuto per poco tempo e ci ha lasciati presto. Si potrebbe accusarlo di stalking per il suo comportamento reiterato di tipo persecutorio?

L’epicentro sembra sia stato a Pizzoli vicino a L’Aquila. Grado 3,9.

 

12/06/2017

Oggi arrivano in cantiere gli elettricisti e domani gli idraulici. Quasi tutta l’impiantistica verrà collocata sotto al pavimento. Cammineremo su centinaia di metri di cavi elettrici, idraulici e termici. Si va avanti.

Sollecitata la Telecom per far togliere i cavi telefonici.

21/06/2017

Oggi sono state prese le misure per le porte e le finestre.

23/06/2017

11) 26.06.17 (1) Gli idraulici e gli elettricisti hanno finito la prima parte del lavoro di posizionamento dei cavi e la creazione delle scatole di derivazione e centraline.

27/06/2017

Ho firmato la prima SAL.(Stato Avanzamento Lavori). E’ il documento che attesta l’avvenuta esecuzione di una certa quantità di lavoro che deve essere pagato. Il nostro architetto ed il rappresentante della Icor lo stanno preparando per presentarlo al Comune che lo invierà alla UTR. E’ composto da una moltitudine di disegni tecnici, cifre, CD, foto.

MARZO, APRILE 2017

 z settembre 2007 2 032  

MARZO 2017 marzo marzerello, bello e …pazzerello.

 

01/03/2017                                                                                                                                             L’ACA ha sostituito il contatore dell’acqua a casetta nostra ! Sono passati solo 29 giorni. A causa dell’ondata di maltempo gli interventi sono stati svariate centinaia ed a compierli in zona c’è solo una persona e sembra che in magazzino non ci siano abbastanza contatori!! Tutto normale.

06/03/2017                                                                                                                                                   Ho inviato un sms al dr. Paoloni della Icor per avere notizie certe. Mi ha risposto che è in viaggio proprio per finanziare i lavori e che rientra in sede domani.

10/03/2017                                                                                                                                               Siamo incerti sul da farsi. Le rare e frammentarie notizie da Icor ci mettono in agitazione. Poi vengo a sapere che il dr. Paoloni ha comunicato al nostro architetto che stanno programmando la pianificazione per l’inizio dei lavori.

11/03/2017                                                                                                                                                   Gli Uffici Territoriali per la Ricostruzione ( UTR) hanno chiuso i battenti dal 1 marzo scorso !!tagli_scuola

Dal mese di giugno 2016 i consulenti addetti non percepivano lo stipendio. Toccava ai Comuni, dei quali erano ospiti, anticipare i pagamenti ma ciò non è stato più possibile senza i rimborsi da parte dello Stato.  Le UTR erano state avviate nel maggio del 2013 dopo il “concorsone” che aveva dato modo allo Stato di assumere nuovi tecnici da impiegare in uffici collocati in sei zone strategiche dell’Abruzzo. Erano state poi riconfermate con il Decreto legge 113 del 24/06/2016 convertito in legge nr. 160 del 07/08/2016 ma con una piccola e insignificante dimenticanza: non c’è stato nessun trasferimento di risorse (soldi) per pagare i consulenti! E’ normale? Sembra che per gli eventuali pagamenti alle Ditte occupate nella ricostruzione ci si possa rivolgere (per ora) all’Ufficio Centrale di Fossa, l’USRC. Speriamo.

14/03/2017                                                                                                                                                 Oggi compio 70 (settanta) anni.

Dopo otto anni pensavo che li avrei festeggiati a casetta nostra, ma purtroppo non è stato così! Comunque

14 marzo compleanni con sorpresa! (4)

….il tempo passa….

è stato bello. Abbiamo festeggiato con Luigi, il fratello di Michela, che lo stesso giorno ne ha compiuto solo 61. C’era anche Silvana, sua moglie e poi… sorpresa delle sorprese…mentre ci scattavamo delle foto in piazza a Pescara, prima del pranzo al ristorante, ho incontrato casualmente Marzia! Mia figlia è venuta da Torino assieme a Matteo il suo compagno. E’ stato bello, troppo bello! Emozione!!!!

Oggi non voglio pensare ad altro.

15/03/2017                                                                                                                                                      Il dr. Paoloni della Icor ha contattato sia me che l’architetto: domani chiedono l’allaccio all’Enel per il cantiere che dovrebbe entrare in funzione al massimo fra 15 giorni. Ha nominato il geom. Marchetti quale direttore dei lavori e confermato che la prossima settimana effettueranno il sopralluogo per l’installazione di una gru e organizzare il cantiere. Che dire?

16/03/2017                                                                                                                                                     Ci ha contattato il geom. Marchetti della Icor. Hanno avviato i contatti con i fornitori, chiesto l’allaccio all’Enel per il cantiere e confermato il sopralluogo.

17/03/2017                                                                                                                                                   Ho contattato il Sindaco di Collecorvino in merito alla chiusura delle UTR. Mi conferma e sottolinea di non avere altre indicazioni né ulteriori notizie in merito. Per quanto riguarda gli eventuali pagamenti di avanzamento lavori alle Ditte occupate (SAL) pensa che ci si debba rivolgere direttamente agli Uffici Centrali di Fossa (AQ).

22/03/2017                                                                                                                                                     Ci ha chiamato il geom. Marchetti della Icor. Ha già contattato il nostro architetto. Ci conferma un suo sopralluogo per la prossima settimana. Verrà assieme al capocantiere e contatterà dei fornitori in zona. Ci aggiornerà sulla data precisa.

28/03/2017                                                                                                                                                      Il geom. Marchetti ha definito la data per il sopralluogo. Ha fissato pure degli appuntamenti con dei fornitori e sub-appaltatori del posto. Ha programmato il tutto per giovedì 30 marzo. Nonostante tutto non sono ancora sicuro di nulla! Sarà veramente la volta buona? Incomincio intanto a fare gli scongiuri:

aglio, fravaglio,fattura ca nun quaglio,fravaglio

corna, bicorna, capa r’alice e capa r’aglio.

Sciò sciò ciucciuvé, uocchio, maluocchi…

..diavulillo jesce a dint’o pertusillo…

..sciò sciò ciucciuvè….”!

Non si sa mai. Non ci credo ma…

30/03/2017                                                                                                                                                Sono arrivati. Lo scongiuro ha funzionato!

Il geometra era accompagnato dal capocantiere. Hanno studiato per bene i disegni ed organizzato i lavori. Hanno definito l’installazione della gru, il baraccamento (spogliatoi etc.), le attività interne ed esterne. Hanno prenotato in un Bed & Breakfast qui vicino. C’era pure il nostro architetto con il collega Rapisarda. Hanno approfondito le varie fasi e gli interventi. Hanno contattato e preso accordi con fornitori. L’inizio dei lavori è fissato per il 10 aprile prossimo. Stimano la durata dei lavori in 6 mesi al massimo.                                                                                                                                                        A scanso di equivoci io tocco ferro e:….

aglio, fravaglio, fattura ca nun quaglio, corna, bicorna……”

Non si sa mai!

 

fenice 

 APRILE 2017     Post fata resurgo !

 

 

 

06/04/2017  a) terremoto (33)                                                                                                        Oggi sono passati 8 anni da quelle 3,32 del 6 aprile 2009. E’ un triste anniversario, uno che non si vorrebbe mai ricordare ma come non pensare a quella notte, alle 309 vittime, ai 1600 feriti di cui 200 gravi, ai 65.000 sfollati! Alla nostra casetta…..la paura…il sentirsi soli…al disinteresse assurdo…la burocrazia…                                                                                                                                                                                 10/04/2017                                                                                                                                                       3) 13.04.17 continua. (2)

 I lavori sono iniziati! Il cantiere è ufficialmente aperto!

Oggi splende il sole…. in tutti i sensi.  Per festeggiare alla grande vado a Penne alla CAAF per la denuncia dei redditi! (ma li mort…).

08/04/2017                                                                                                                                            Chiedo a ENEL la sospensione della erogazione e la messa in sicurezza per l’apertura del cantiere. Non possono “sospendere” ma devono “cessare” l’utenza che potrà essere riattivata su nostra richiesta.

12/04/2017                                                                                                                                             ENEL mi conferma che l’operazione da me richiesta è stata evasa il giorno 8 u.s.

16/04/2017                                                                                                                                                Oggi è Pasqua. Sono venuti a trovarci da Torino nostra figlia Marina con il suo compagno. Oltre che per3) 13.04.17 continua... la festività credo abbiano voluto sincerarsi se i lavori fossero veramente iniziati! Non ci credevano più neanche loro.                                                                                                                    Domani, tempo permettendo, passeremo la pasquetta nella porzione rimasta del nostro giardino dopo che vi abbiamo dovuto ammucchiare un sacco di roba oltre che vasi, vasini e vasetti di piante tolte dagli spazi dove opera il cantiere.

19/04/2017                                                                                                                                                      Il capocantiere mi fa presente che nel cavo che percorre l’esterno della casa (oltretutto in pessime condizioni!) c’è ancora corrente ed è pericoloso. E’ stato disattivato solo il contatore!  Richiamo ENEL: risposte evasive e ping-pong con vari numeri telefonici ma il pericolo rimane. Chiedo ad un operatore: “..e se qualcuno si fa male?” Mi risponde: “..non si devono far male!” Elementare Watson!

20/04/2017                                                                                                                                                Oggi è il settimo giorno di attività del cantiere. Procedono spediti. E’ tornato per visionarli il geometra responsabile. Abbiamo dovuto anche parlare di alcuni lavori che non sono stati riconosciuti dalla UTR come, per esempio, le scale! Il sisma ha prodotto delle spaccature su alcuni gradini di marmo della rampa che porta al primo piano ma i lavori di ripristino non sono stati riconosciuti. Misteri, e tali rimarranno!

24/04/2017                                                                                                                                             ENEL non si è fatto vedere né sentire.                                                                                                   Mi reco presso gli uffici di Pescara. Rispiego tutto da capo. Devo riempire un modulo ed inviarlo tramite fax agli uffici di Potenza. La signorina mi anticipa che per riattivare l’utenza dovrò pagare come se fosse nuova! Non è a conoscenza di agevolazioni riguardanti il sisma e nel suo non sapere è molto evasiva.

26/04/2017                                                                                                                                                Invio il fax a ENEL.

Invio anche due pec a Prefettura di Pescara e U.S.R.C. di Fossa per ottenere chiarimenti riguardanti eventuali agevolazioni in materia. Risponderanno?

5) 18.05.17 gettata 1p30/04/2017                                                                                                                                                       I lavori proseguono alacremente. L’interno della nostra casetta è irriconoscibile. Dà una strana sensazione.

ENEL non si è fatta ancora vedere. La corrente viaggia imperterrita attraverso il cavo!

GENNAIO, FEBBRAIO 2017

2017

casa inv.GENNAIO 2017         Chi ben comincia…..

02 gennaio 2017

Alle 4,30 c’è stata una scossa del 4,1° in Umbria. Cominciamo bene l’anno! Fa freddo.

04/01/2017

Verso sera ha iniziato a nevicare. Le vie ed i tetti sono imbiancati.

05/01/2017

Fa freddo. Il termometro si mantiene intorno allo zero. A sera ha ricominciato a nevicare. Come farà la Befana? I tetti sono innevati. Scivolerà!?

b-befana-lascia-freddo-e-neve-706/01/2017

La Befana ha portato tanta, troppa neve! Cade ininterrottamente da ieri sera. Oltre tutto ci si è messo pure il vento. E’ una bufera. Il termometro segna -7 gradi. Non credevamo che con questa temperatura così bassa potesse continuare a nevicare, invece…

07/01/2017

Neve, neve e gelo. Il mercurio non sale. Si è congelato!? La coltre ha raggiunto i 50/60 centimetri. Ho cercato di spalarne un po’ per creare un passaggio, ma è stato inutile. Ha ricoperto tutto. Inutile pensare ai lavori !

08/01/2017

Oggi non è nevicato se non debolmente. Il vento continua a soffiare. Collecorvino è sepolta dalla neve che in alcuni tratti, accumulata dal vento, ha raggiunto quasi il metro. Le strade sono impraticabili. I bus non passano. I tetti faticano a sostenere la neve. Ho tolto la neve dalla auto posteggiata e fatto andare il motore per un po’ per far circolare l’acqua e l’olio. Funziona. I pochi mezzi spalaneve (e trattori adattati) lavorano per pulire le strade principali. Le strette vie del centro storico sono transitabili con grosse difficoltà.                                                                                                                                                        Si sapeva che avrebbe nevicato. I bollettini meteo erano chiari. Tutti protestano per i mancati interventi ma pochi, rari cittadini si vedono in giro a spalare e dar una mano. Sono riuscito ad aprire un varco per uscire dalla porta secondaria e ricongiungermi con il tratto spalato nella Via. Il fondo è ghiacciato. E’ faticoso. La mia schiena e le gambe protestano.

09/01/2017

Oggi è tutto più calmo. Il freddo rimane pungente. L’autobus non è salito in paese. Michela è scesa “traballante” sotto al paese per prenderlo e andare al lavoro.

10/01/2017

Al mattino il tempo sembrava discreto ma alle 10 riprende a nevicare e non smette fino alle 16. Michela è riuscita a tornare a casa anche se con qualche difficoltà. Gli autobus si fermano sempre ai piedi del paese e non salgono a causa del ghiaccio.

16/01/2017

Dopo alcuni giorni di apparente calma nella notte è ripreso a nevicare intensamente. Dalle 3 siamo rimasti senza corrente elettrica, con il telefono isolato ed i cellulari che non prendono. Si gela. In bagno ci sono 10°. Il paese è isolato. In alcuni punti c’è 1 metro di neve. Si cena a lume di candela. Molto romantico!

17/01/2017

Siamo sempre isolati. Dal piano superiore sono riuscito a contattare il Sindaco al cellulare. Gli ho chiesto se fosse possibile che qualcuno riuscisse a recapitarmi una bombola di GPL per attivare una stufetta a gas. In cucina il termometro segnava 9/10 gradi.  Alle 11,30 si è presentato con la bombola! E’ riuscito ad arrivare al distributore della statale nel fondovalle ed a riportarla su in paese con l’unico fuoristrada della Protezione Civile. GRAZIE!

Alle 16 è ritornata la corrente elettrica. Dapprima andava e veniva, poi si è stabilizzata. La contentezza è durata poco. Il riscaldamento non funziona! L’anomala escursione del voltaggio ha messo fuori uso la caldaia! Il tecnico verrà domani. Pazienza, abbiamo la vecchia e cara stufetta a gas!

18/01/2017

Oggi la neve scende più debolmente e ogni tanto si tramuta in una pioggerellina ghiacciata. Michela non è andata al lavoro. La maggior parte delle strade è ancora impraticabile. Molte zone dei dintorni sono ancora senza corrente elettrica. In paese è difficile e pericoloso camminare. C’è molto ghiaccio e la neve in alcuni punti non è stata spalata. L’unico negozio alimentare è sprovvisto quasi di tutto. Sulle strade statali e provinciali ci sono state molte frane per non parlare di rami e interi alberi caduti. E’ pericoloso viaggiare, meglio lasciare l’auto ferma.neve-e-sisma-18-1

Alle 10,25, (per non farci mancare niente), i mobili della cucina hanno incominciato a ballare. Il lampadario ad oscillare in modo pazzesco. Le tegole del tetto rumoreggiavano ossessive. Il pavimento ondeggiava, sussultava. Il tavolo sembrava partecipare ad una seduta spiritica. Il frastuono era terribile e pauroso. Mia moglie ed io stavamo immobili a guardarci senza saper cosa fare e forse ognuno pensando al peggio. Ma non era finita! La giornata ci riservava altre sorprese.       Un’altra scossa alle 11,14 e…un’altra alle 11,25 e poi alle 14,33. Tutte superiori al 5°grado. Un’ultima, quella della buonanotte, alle 20,32, poi un poco di calma, solo minimi tremolii. Fortunatamente non abbiamo riscontrato nessun danno grave. Qualche calcinaccio all’esterno, alcuni all’interno e qualche suppellettile caduta dalla libreria e da altri mobili della casa.                                    La zona colpita risulta essere sempre la stessa delle Marche, Lazio, Umbria ed Abruzzo. I nomi tragicamente gli stessi: Amatrice, Montereale, Norcia…che oltretutto ora sono ricoperti da una enorme quantità di neve!

Oggi il tecnico, fra una scossa e l’altra, ha riparato la caldaia. Il ritorno anomalo della corrente ha fatto fuori la pompa dell’acqua. 200 euro e vai… ma almeno ci scaldiamo e ci laviamo!

In TV i notiziari sembrano emettere dei bollettini di guerra.  Mezzo centro Italia è al buio. I telefoni sono isolati e nessun segnale per i cellulari. Una miriade di strade sono impercorribili. Freddo, gelo e muri di neve! Crolli in alcune località già maltrattate dalle scosse telluriche precedenti. Pochi mezzi in azione e…. il solito scaricabarile all’italiana fra Comuni (sempre senza una lira), la rediviva Provincia post referendaria (con pochi mezzi e personale), la Regione (disorganizzata), la Prefettura (senza direttive precise), la Protezione Civile (in imbarazzo), etc. etc. Sembra che gli unici a darsi da fare siano i Volontari sopraggiunti anche da altre regioni e dall’estero.

hotel_rigopiano_spabenessere

L’Hotel Rigopiano

A sera sento che a Rigopiano, una bellissima località di montagna a 1200 metri di quota poco distante da noi, è forse caduta una valanga che ha travolto l’Hotel Resort omonimo. Le notizie non sono precise. I soccorritori tentano di arrivarci ma i pochi chilometri di strada che da Farindola, il paese più vicino, portano a Rigopiano sono impercorribili a causa della neve e non ci sono mezzi disponibili! Dei volontari della Guardia di Finanza e del Soccorso Alpino cercano di raggiungere nella notte il posto con gli sci !

19/01/2017

Oggi non nevica. Michela è comunque rimasta a casa a causa della neve e del ghiaccio che ricopre le strade. L’autobus che proveniva da Penne si è messo di traverso sulla strada!

A Rigopiano è successa una tragedia. Una valanga di enormi proporzioni ha travolto l’hotel ed i suoi

farindola-420x420

I soccorritori tentano di raggiungere l’Hotel

ospiti. I soccorritori, penando non poco, sono riusciti a raggiungerlo ed a iniziare le prime operazioni di soccorso. Per ora ci sono solo 2 superstiti che al momento della tragedia si trovavano occasionalmente fuori dall’albergo. E’ stata recuperata anche una salma. C’erano una quarantina di persone. Speriamo…

20/01/2017

Miki è andata al lavoro. La situazione si sta lentamente normalizzando. Hanno chiuso la Circonvallazione del paese. Una frana ha portato via mezza strada. Gli autobus non potranno più salire in paese per chissà quanto tempo! Hanno dovuto modificare tutta la circolazione delle auto.

A Rigopiano, intorno a mezzogiorno, dopo oltre 30 ore hanno tratto in salvo 6 superstiti fra cui dei

00f1c95d2621f129db377d45276d98a2_l

Il tragitto della valanga 

bambini. Che bella notizia! Che gioia per i soccorritori!  Intanto incomincia la brutta danza delle eventuali responsabilità :sui permessi di costruzione, sul rischio valanghe nella zona, il ritardo dei soccorsi, la mancanza di mezzi…. Che pena!

23/01/2017

Ho inviato una PEC alla società edile ICOR per sapere qualcosa sull’inizio dei lavori.                               Il tempo è brutto. Piove.

A Rigopiano hanno tirato le somme: 29 vittime e 11 superstiti! Un disastro. Ora tocca alla Magistratura: sembra comunque che quell’albergo lì non ci doveva proprio stare!

25/01/2017

Oggi spunta un po’ di sole, timido e pallido.

crac-tettoStamane, affacciato alla finestra del secondo piano, guardavo intorno: ancora un po’ di neve sui tetti, la chiesa che dal 2015 spunta da dietro le sbarre di ferro della sua eterna impalcatura, ma…c’era qualcosa di strano che non riuscivo a capire!  Poi mi son reso conto : una parte del tetto dell’edificio davanti a casa nostra aveva ceduto! Ho subito avvisato l’Ufficio Tecnico del Comune che ne è proprietario e lo utilizza come archivio. Non c’era il geometra ed il Sindaco era fuori sede. La dipendente mi ha risposto che li avviserà.

E’ arrivata la PEC della ICOR in risposta alla mia del 23 gennaio. Con particolare rammarico” comunicano la oggettiva impossibilità di poter iniziare i lavori considerate le eccezionali nevicate e le continue scosse di terremoto succedute nel Centro Italia. Come dargli torto?                                           Chi ben comincia è a metà dell’opera ma questo 2017……speriamo bene.

26/01/2017

Non piove, è già qualcosa!

Mi sono recato dal Sindaco. Già che c’ero gli ho rammentato quello che è successo al tetto del loro archivio. Ci stanno provvedendo. Gli ho poi chiesto se avesse ricevuto una pec dalla UTR di Cugnoli in merito alla rettifica dei tempi. Gli pare che dal dicembre scorso non ha visto nessun documento di variazione ma comunque si informerà con il geometra che oggi è assente. Mi chiede di ripassare domani. Al Comune attualmente sono molto occupati a rimediare ai danni causati dal maltempo. Non li invidio specialmente perché avranno a che fare con la “signora Burocrazia”!                                                      Tornato a casa chiamo la UTR5 per avere chiarimenti.  Mi risponde il geometra Silvestri. Mi sottolinea che: il 10 dicembre scorso hanno provveduto ad inviare, con posta certificata, una email al Comune (prot. 8806) con oggetto: Provvedimento n° 44 del 10/12/2016 nel quale si è provvede a rettificare i tempi previsti dei lavori da 365 giorni a 545 giorni. Su mia richiesta invierà una copia al nostro architetto che non ne era stato messo a conoscenza. Invio gli estremi al Sindaco tramite sms e avviso il nostro architetto che me ne invierà una copia. Non posso non pensare che è dal 22 settembre 2016 che tutta la faccenda sui tempi si dava per risolta! TEMPI TECNICI?!

28/01/2017

Oggi c’è un po’ di sole.

Siamo stati a casetta nostra. C’è ancora la neve. La situazione delle piante è penosa. Gli ulivi sono stati mutilati dalla neve. La bella pianta grassa sul piazzale, alta tre metri, ora sembra un palloncino sgonfio. Il 60% di tutte le altre piante rimaste fuori sono decedute o quasi. I cespugli di oleandri abbattuti. Del grande tamarisco che ombreggiava la panchina in giardino non è rimasto nulla. Diciamo che per il prossimo inverno avremo molta legna da ardere nel camino!                                                                       Il contatore dell’acqua, dietro casetta, si è rotto, anzi, è esploso. Ha creato una bella fontana zampillante. Ho avvisato subito “l’ACA guasti” e chiuso l’acqua. Devono effettuare centinaia di interventi in zona. Dovremo aspettare….. beh, in questo siamo abituati.

29/01/2017

In camera da letto, dal pavimento vicino alla parete confinante con “l’archivio” del Comune, si infiltra dell’acqua che esce anche dal muro. Penso che ora, con il tetto sfondato, la situazione andrà a peggiorare. Abbiamo dovuto spostare l’armadio. E’ da anni che i vestiti e la biancheria si ricoprono di muffa. E’ da anni che dobbiamo lasciare le ante aperte per farci circolare l’aria, ma anche l’aria sa di muffa. E’ da anni che d’inverno andiamo a dormire al piano di sopra dove la situazione è leggermente migliore.

 

casa inv.FEBBRAIO 2017 Il tempo va, passano le ore…

01/02/2017

Sono passato in auto davanti a casetta nostra. C’erano degli operatori della Provincia che stavano tagliando degli alberi secchi e pericolosi lungo la strada. Buona parte era già caduta sulla provinciale durante le nevicate scorse. Era il 27 luglio 2016 quando inviai al Settore Viabilità di Pescara una email evidenziando la pericolosità della situazione. Ora sono intervenuti (dopo 6 mesi e dopo una copiosa nevicata!) ma non capisco perché ne hanno lasciato uno molto alto in piena curva!? Avranno avuto le loro buone ragioni. (?!)                                                                                                                                        Ad una decina di metri da casetta nostra, verso il paese, il guardrail a valle è franato. Per alcuni metri è sceso giù. Poveri noi!

02/02/2017

Si è rotta una componente della caldaia, datata 1998, che regola l’acqua calda. Altri 170 euro e vai! Ad oggi abbiamo speso 835 euro!!!! di cui 200 rimborsati dal Comune. Senz’altro, a saperlo, potevamo acquistarne una nuova, ma chi immaginava che saremmo rimasti in questa casa per otto anni? Intanto paghiamo.

07/02/2017

Piove. Dall’edificio “archivio” accanto a casa nostra si sente cadere un continuo scroscio d’acqua. L’ho fatto presente all’Ufficio Tecnico anche perché continuiamo a raccoglierne in camera da letto!

14/02/2017

Oggi è S. Valentino. C’è un pallido sole. In casa abbiamo una umidità del 70% nel locale più asciutto. Si sta meglio fuori. Siamo demoralizzati, ma ancora innamorati….

21/02/2017

Questa notte ci ha lasciato la nonnina Nada. Ha raggiunto il marito deceduto nel marzo dell’anno scorso. Sono i nonnini che ci hanno aiutato nei giorni appena dopo il terremoto del 2009. Gli anni passano!

27/02/2017

Oggi è il compleanno di Michela. E’ l’ottavo che festeggiamo in Via Garibaldi.

28/02/2017

Ho parlato con il nostro architetto. Ha sentito il proprietario della ICOR. Entro la prossima settimana dovrebbero decidere l’inizio dei lavori a casetta nostra. Sembra siano in via di soluzione i problemi avuti dagli ultimi terremoti di agosto, ottobre e gennaio, dal meteo avverso ed altri. Speriamo…                   Sono riuscito a parlargli pure io. E’ sembrato sincero nel ripetermi le cose dette al nostro architetto. E’ sembrato….!!?

Oggi cade l’anniversario della rottura del contatore dell’acqua a casetta nostra. E’ passato un mese esatto senza che nessuno si sia fatto vivo nonostante 8 solleciti telefonici ed una email certificata. L’ACA di Pescara risponde che ha una miriade di interventi da effettuare! Anche tutto questo ci lascia disarmati e perplessi! Veramente incominciano a mancarci le forze per combattere.

Sono troppi i mulini a vento in questa nostra bella Italia!!

Ottobre, novembre, dicembre 2016

casa inv.OTTOBRE 2016 Il tempo va, passano le ore….

3 ottobre 2016

Ho inviato una email al UTR di Cugnoli alla attenzione dell’architetto Sacchini per sollecitare la rettifica dei tempi sul Decreto Sindacale del Comune. Non c’è stata risposta come normalmente accade.

12 ottobre 2016

Da alcuni giorni il tempo è brutto e fa freddo. E’ proprio arrivato l’autunno. Il Gran Sasso si è ricoperto di neve.

Ho contattato la ICOR per sapere di più su alcuni lavori che devono essere fatti al piano terra nel garage e nelle due stanze adibite a legnaia e magazzino. Ho chiesto anche perché non si è visto più nessuno dalla fine di settembre. Mi è stato risposto che stanno organizzando tutto per poi lavorare senza tempi morti. Hanno avuto un qualche problema a L’Aquila ma ora è in via di risoluzione. Stanno comunque pianificando! Lo spero.

Dall’UTR5 di Cugnoli nessuna risposta per i tempi!

15 ottobre 2016

Ho telefonato alla UTR5 e parlato con l’architetto Sacchini. Mi dice che per i “tempi” è tutto a posto. Partiranno comunque sempre dal 5 maggio 2016. Ora stanno aspettando solo un documento dall’Ufficio Tecnico di Collecorvino. E’ dal 15 settembre che la storia va avanti. Tempi tecnici! Sarà vero? Non so perché ma ho sempre dei dubbi!

17 ottobre 2016

Ho chiamato il geometra Ivan della Icor per sollecitare l’inizio dei lavori. Mi dice che ci sono stati dei problemi ai cantieri dell’aquilano anche per l’ultima scossa sismica del 24 agosto (verifiche, sopralluoghi nei cantieri etc.). Comunque dovrebbero iniziare fra una decina di giorni! Ho sempre forti dubbi e la pazienza….

26 ottobre 2016

I lavori sono fermi ma LUI no! Poco dopo le 7 di sera tutto trema nuovamente! La scossa è stata breve ma ci ha lasciato impietriti! Era del 5,4°. Epicentro, al solito, la zona centrale: Marche, Lazio, Umbria e Abruzzo. Alle 9 e un quarto ce n’è stata una più forte e lunga! Il lampadario in cucina oscillava tanto che credevamo dovesse staccarsi e cascare. Il cucù si è rifermato. Era del 5,9° e si è verificata nelle stesse zone del centro Italia. I nostri nervi stanno al massimo.

30 ottobre 2016

Incredibile risveglio! La domenica mattina ci godiamo il letto. E’ bello stiracchiarsi, farsi delle coccole…ma non credevo di essere ancora così focoso! Poi ho capito: era ancora lui, il terremoto…. Mariooo” “Calma Michè” !”E no, bastaaa!”                                                               Tutto ballava, tremava. Il letto, il lampadario, i libri, la vetrina, le piante. “Stavolta è la volta buona!””Mariooo!!” Poi è cessato. Noi ancora tremavamo. A poco a poco ci siamo calmati. “Scendiamo a far colazione. Che c… oggi è domenica!”.                                                                                            Sulle scale qualche pezzo di intonaco. In cucina il cucù si è rifermato, come l’altra volta. Indica le 7 e scossa-30-10quaranta. Il lampadario dondola ancora. Uno sportello del mobile si è aperto. Guardo fuori: sulle scale dei pezzi di calcinacci e fette di intonaco giallo. Alcuni vasi rovesciati.                                                              

Grado 6,5, epicentro nella stessa zona dell’Italia Centrale.  A Castelluccio di Norcia è crollato il campanile già colpito in precedenza. A Recanati si è aperto uno squarcio nel “sempre caro colle” de “l’Infinito”. A Norcia e crollata la chiesa di S. Benedetto. Altri danni a Tolentino, Camerino e nelle località ferite in precedenza. Danni anche nel teramano. Roma, la Capitale, è spaventata: chiuse le scuole, bloccato un tratto della metropolitana e della tangenziale est.

 


casa inv.NOVEMBRE 2016       Ci vorrebbe un amico…

2 novembre 2016

Inviata una email alla ICOR per sollecitare l’inizio dei lavori.

07/11/2016

Voci di corridoio al Comune: “ qualcuno è contrario a concedere una proroga dei tempi asserendo che tutto il lavoro può essere portato a termine al massimo in 3 (tre) mesi”.!! Perché remano contro?

09/11/2016

La ICOR ha risposto tramite email. Si scusano per la “non completa reperibilità” dei giorni scorsi e indicano le nuove scosse sismiche come motivo principale. Hanno avuto una “escalation” di incombenze. Molti loro tecnici e diversi operai sono stati impegnati in rilievi e messe in sicurezza di edifici. Hanno dovuto monitorare i loro cantieri che hanno avuto lievi segni del terremoto. Anche la nostra casa dovrà essere ricontrollata per assicurarsi che non abbia subito ulteriori danni per far si che si possa operare senza interruzioni una volta iniziato il lavoro. Sono certi della nostra comprensione. Comprendiamo tutto …. ma

10/11/2016

Sulle scale esterne sono caduti altri calcinacci staccatisi dalla casa adiacente.

21/11/2016

Ha telefonato l’ing. Battistelli A.D. della ICOR. Ripete tutto quanto esposto nella email del 7 novembre scorso. Si ripromette di scrivere al Comune di Collecorvino per esporre tutti i problemi avuti. E’ sicuro che comunque inizieranno i lavori appena dopo le festività. Speriamo ma non ci crediamo più.

29/11/2016

Nell’aquilano, alle 17,20, è stata segnalata una scossa del 4,4°. Nessun danno ma paura.

 

 casa inv.    DICEMBRE 2016    Ri-fusse cà fusse la vorta bona?”

06/12/2016

Contattato l’architetto Loi. E’ preoccupato per l’immobilità della ICOR.

09/12/2016

L’architetto Sacchini della UTR5 riconosce che la “stima dei tempi di 12 mesi”, allegata nella pratica dell’aprile scorso, è un “refuso”! Provvederà a farla sostituire con la stima di 18 mesi.(!) Non crede sia possibile far accettare al Comune quella di 24 mesi in quanto non usufruiamo dell’autonoma sistemazione ma del comodato d’uso. (Non capiamo perché ma va bene lo stesso.) A quanto pare il Comune desidererebbe che noi lasciassimo al più presto l’abitazione di loro proprietà per poterne usufruire. Anche noi abbiamo un desiderio ed è lo stesso del Comune che su questo ci trova assolutamente d’accordo!

Sono 7 anni ed otto mesi che pensiamo alla nostra casetta, al sole che l’abbraccia, ai fiori e le piante che la circondano…..

13/12/2016

Ho parlato telefonicamente con il proprietario della ICOR Dorica. Ha sentito anche il nostro architetto. Hanno risolto le problematiche in alcuni loro cantieri e si crede sicuro che i lavori inizieranno subito dopo le festività natalizie. Che dire? Fusse cà fusse la vorta bona!?

Scossa del 3,5° ad Amatrice….

23/12/2016

46
Calcinacci sulle scale esterne… sarà Babbo Natale che fa le prove?

25/12/2016

Mi son beccato una bella bronchite asmatica! Non mi faccio mancare niente. Un altro po’ di medicine e passa tutto. Se ci fosse una raccolta punti in farmacia avrei fatto regali a tutta Collecorvino!  A proposito: Buone Feste a tutti…o quasi tutti. Noi le trascorriamo qui con la figlia più piccola, il suo compagno e…un furetto ed un gatto! Quella grande le trascorre in Messico, al caldo.

Auguri! E speriamo in un buon 2017.

LUGLIO,AGOSTO,SETTEMBRE 2016

z settembre 2007 2 032LUGLIO 2016 …e all’alba vincerò!..vincerò!..vincerò??

7 luglio 2016

Ho cercato più volte presso l’Ufficio Tecnico del Comune di sapere se fosse arrivata risposta da UTR e potevamo quindi partire con i lavori. Purtroppo non sono riuscito a parlare con il geometra Lorenzo che, ho poi saputo, è stato colpito da un grave lutto in famiglia. Non ho avuto occasione di poter contattare il responsabile architetto Merico. Aspettiamo…

12 luglio 2016

Sono stato al Comune per sapere qualcosa sulla risposta che deve arrivare. Lorenzo non c’è ma dovrebbe ritornare giovedì.  Decido di chiamare direttamente l’UTR5 di Cugnoli. Parlo con il geometra Silvestri che conosce bene la pratica e, senza inutili giri di parole, asserisce che:   il “verbale di scelta nuova Impresa” è in loro possesso ed è OK, l’Utr5 non doveva dare nessuna risposta, per loro potevamo iniziare i lavori anche l’altro ieri,ora dobbiamo interfacciarci solo con il Comune di Collecorvino (vedi SCIA etc.).

Telefono all’arch. Loi: SI PARTE CON IL CONTRATTO CON LA ICOR DORICA E TUTTO IL RESTO.  Venerdì prossimo, 15 luglio, mi farà sapere.

15 luglio 2016

Sono stato sul sito internet del Comune di Collecorvino. Ho notato che come responsabile dell’Ufficio Tecnico appare ancora l’architetto Mergiotti Valeriano che non c’è più dall’ottobre 2015 quando venne sostituito dall’architetto Merico Giovanni.                                                                                               Chiedo lumi al Comune tramite una telefonata.  La risposta mi lascia di stucco: il posto è vacante dalle votazioni amministrative del 5 giugno scorso e si è insediata la nuova giunta. Meno male che comunque non ci “dovrebbero” essere problemi per quanto riguarda la normale amministrazione.   Avevo chiesto più volte dell’architetto Merico nei giorni scorsi. Perché nessuno mi aveva mai detto che era dimissionario? Boh!                                                                                                                                                               E’ sparita l’estate! La temperatura si è abbassata di quasi 10 gradi, piove a dirotto.

16 luglio 2016

Anche oggi piove e fa freddo. Dicono che da domani dovrebbe migliorare. Speriamo.

18 luglio 2016

Ho pagato i diritti per la SCIA. Anche questa è fatta! Venerdì prossimo, 22, dovremmo firmare con la ICOR Dorica e poi….(non voglio dirlo).

22 luglio 2016

Nel primissimo pomeriggio Michela ed io abbiamo incontrato nella nostra casetta l’amministratore unico della ICOR DORICA, ing. Battistelli Enrico, accompagnato da un suo collaboratore e dal nostro architetto Loi. ABBIAMO FIRMATO IL CONTRATTO DI APPALTO. I lavori inizieranno il 1 settembre prossimo. (Speriamo)  Anche questa è fatta!

Ho preso in consegna qualche altra “chilata” di documenti cartacei! Sono quelli che compongono la famosa SCIA. Sono tutti da consegnare all’Ufficio Tecnico del Comune. Tutti in duplice copia. Alcuni devono essere trasmessi anche alla U.S.L. di Pescara ed alla Direzione Provinciale del Lavoro tramite Raccomandata Semplice e poi allegati al malloppo. E vai!

imagesMichela è pensierosa e preoccupata. Immagina uno scenario catastrofico. Vede le sue amate piante distrutte da un’orda di muratori marchigiani selvaggi! Cerco di rassicurarla. L’ingegner Battistelli, della Icor Dorica, le promette che tutto intorno sarà fatto “il deserto”. Scherza (forse) ma Michela rimane preoccupata.

25 luglio 2016

Inviate le raccomandate semplici (€.4,50 cadauna!), fatte le copie e allegate alla duplice documentazione.

Alle 9 ho consegnato tutto ciò che riguarda la SCIA al Protocollo del Comune che provvederà a recapitarlo a chi di dovere. Fra una settimana (salvo ferie) potrò ritirare una copia protocollata e firmata. Alcuni documenti dovrò tenerli (plastificati) presso il cantiere per ogni eventuale controllo da parte degli organi preposti.

Ho consegnato al protocollo anche una mia per l’Ufficio Tecnico nella quale definisco “lacunosa” la loro risposta circa la mia richiesta di una proroga. Forse ho esagerato? Non so.

Ed ora…un po’ di pace….ma poca: dobbiamo liberare la nostra casa da non poche cianfrusaglie rimaste. Da vecchi mobili e arredi ormai desueti e sopratutto vedere dove piazzare una moltitudine di vasi e vasetti, piante grasse, magre etc. etc….

Dico sempre a Michela che per il prossimo trasloco servirà un’Ape per i mobili ed un TIR per le piante! Ma va bene così!

z settembre 2007 2 032

AGOSTO 2016 La tempesta…prima della quiete…!

10 agosto 2016

Mi viene consegnata una lettera a mano da parte di un’incaricata dell’Ufficio Tecnico del Comune. E’ la risposta alla mia del 25 luglio scorso nella quale definivo “lacunosa” la loro risposta alla mia precedente richiesta di una proroga.

Sono spiacenti di contraddire la scelta del termine “lacunosa” da me usato e confermano inequivocabilmente come la tempistica sia riferita a soli due momenti:

1. data del decreto di concessione (in questo caso 05.05.2016);

2. data di ultimazione lavori.

In effetti, ricostruendo tutti i vari passaggi, mi accorgo che:

la data di ultimazione lavori riportata nel Decreto Definitivo del 5 maggio 2016 è si pari a 12 mesi ma fa riferimento ad un “crono programma” progettuale precedentemente compilato dal nostro tecnico il 12 marzo 2015 (prima di altri aggiornamenti e integrazioni) e allegato (credo) erroneamente da UTR5 all’ultimo Preventivo di Spesa.

Il successivo “crono programma” (in possesso di UTR5) prima della rinuncia dell’Impresa Archè Studio è invece del 8 luglio 2015 e stima la durata del cantiere in 18 mesi .

Dopo aver individuato il 25 giugno 2016 la nuova Ditta, la Icor Dorica, ( il tutto nel rispetto della normativa in vigore) è stata approntata una nuova stima dei tempi che è stata fissata dalla Icor Dorica e dal nostro tecnico in un massimo di 24 mesi.

Tutti i nuovi dati verranno inviati in breve alla UTR5 ed al Comune con email PEC (anche se il periodo di ferie agostane mi fa prevedere tempi lunghi).

11 agosto 2016

Il nostro tecnico Loi ha parlato con l’architetto Sacchini della UTR5 che richiede i nuovi tempi di realizzazione dei lavori avendo noi scelto una nuova Impresa! Sarà fatto.

23 agosto 2016

Tramite PEC oggi è stata inviata all’UTR5 ed al Comune di Collecorvino la Nuova Stima dei Tempi per i Lavori di Riparazione e Miglioramento Sismico per Cambio Impresa.

La durata dei lavori è stimata in 24 mesi anche se l’Impresa crede di poterli effettuare in meno tempo.

25 agosto 2016

Questa notte abbiamo rivissuto i brutti momenti del 6 aprile 2009.

Il letto sobbalzava, il lampadario era impazzito. Le ante dell’armadio si sono aperte.  In piedi, ognuno dal suo lato del letto, Michela ed io siamo rimasti immobili ed impauriti. Questa volta non c’era il nostro giardino dove andare. Intorno solo case addossate le une alle altre e strette viuzze.  Michela ha solo esclamato: no, un’altra volta no! Io ho solo sussurrato: il terremoto! Porco…

E’ durato a lungo, troppo a lungo.  Quando tutto si è fermato siamo andati in cucina.

24-agosto-2016-si-balla

Il nostro cucù fermo all’ora del terremoto.

La finestra si era spalancata. Il pendolo era fermo. Le lancette dell’orologio a cucù segnavano le 3,35. Quasi la stessa ora di più di sette anni fa!  Ho effettuato un affrettato sopralluogo al piano superiore. Solo qualche soprammobile era caduto. Ho guardato fuori. Solo tetti immobili e un tetro tubare assonnato di piccioni. Una voce incomprensibile di donna in lontananza. La luce arancione dei lampioni illuminava la stretta via deserta. Ci siamo chiesti dove LUI avesse colpito questa volta.

Abbiamo acceso la televisione. Scarse le prime notizie. Su Televideo si parla di una forte scossa, superiore al 6,2 della scala Richter in una zona fra il Lazio, le Marche e l’Umbria. Speriamo non sia successo niente di grave e che non replichi.

Il pensiero va alla nostra casa inferma. Non ci vorrebbe succedesse qualcosa proprio ora! Al solo pensiero di ricominciare da capo tutto l’iter pazzesco appena finito siamo presi dall’angoscia!  Meglio non pensarci.

Ritorniamo a letto.Mi ci vuole un po’ per cacciare dalla testa i ricordi di più di sette anni fa….

…Alle 7 ci alziamo…

128260-md…E’ un disastro!

Il caffellatte ci si raffredda nella tazza. Siamo troppo presi a guardare alla televisione le immagini che provengono da Amatrice, da Accumoli, da Arquata del TrontoCase, chiese, scuole, ospedali liquefatti! Si parla di decine di morti ma vedendo quel disastro pensiamo che purtroppo saranno molti di più. Speriamo di no, ma…

Ci siamo stati ad Amatrice, nell’estate di qualche anno fa. Non dista molto da noi. Ci ricordiamo dei squisiti bucatini all’amatriciana, del pittoresco corso che attraversava la cittadina. L’aria di festa. Ora abbiamo difficoltà a riconoscere quelle strade, quei posti. Povera gente!

Dopo aver fatto colazione (fredda) ci salutiamo. Michela va al lavoro.  Io mi metto al computer. Navigando su internet mi sorprende un fatto.

Il giorno 24 agosto negli ultimi anni ha portato a questo nostro mondo ballerino troppi terremoti.          Nel 2013 un 4° in Sicilia fra le provincie di Ragusa e Siracusa fortunatamente senza danni a cose e persone.                                                                                                                                                       Nel 2014 un 6° in California e S. Francisco che causò danni e molti feriti. Nello stesso anno un sisma del 7° grado causò danni, morti e feriti in Perù e Cile. Ed ora il Centro d’Italia!  Intanto leggo che i morti sono saliti ad una ottantina.                                                                                                                        Non reggo più. Spengo.

Nel pomeriggio siamo andati, Michela ed io, alla nostra casetta per vedere se le scosse abbiano causato qualche altro danno.  Dall’esterno sembrava tutto a posto. Siamo entrati, con non qualche paura, a verificare. Abbiamo constatato la caduta di qualche calcinaccio ma niente di grave. La nostra casetta è una buona incassatrice!

Già che c’eravamo abbiamo riportato via qualche pacco contenente per lo più ricordi che non ci sentiamo di buttare. Ora le stanze sono vuote o quasi. Quello che è rimasto può anche non far più parte della nostra vita anche se ciò ci rende un poco tristi!

29 agosto 2016

Oggi ritorna dalla ferie il geometra Pierfelice. Vado al Comune e ritiro la copia protocollata della SCIA. (Segnalazione Certificata d’Inizio Attività) Riporta il nr.6560 categoria VI Classe 03.

Ora non dovrebbe mancare più nulla. Speriamo.

z settembre 2007 2 032

SETTEMBRE 2016 Andiam, andiam, andiamo a lavorar…

1 settembre 2016

Mi ha telefonato il sig. Ivan Carboni, della ICOR DORICA: verranno la prossima settimana ad effettuare un primo sopralluogo per organizzare l’inizio lavori.

Mi chiede anche, se possibile, di aiutarli a cercare una sistemazione in zona per gli operai. Un posto dove dormire e consumare un pasto. Mi devo informare anche su qualche rivenditore di materiale edile vicino. Mi metto in moto, o meglio, in Vespa ! Il tempo è bello e girerò con il mio cinquantino.

Le vittime del terremoto sono arrivate a più di duecento! C’era da aspettarselo. Risento le solite frasi sulla ricostruzione, sulla solidarietà, su lavori malfatti o mai eseguiti etc. etc….

8 settembre 2016

Il tempo è cambiato da qualche giorno. Fa più freddo e piove spesso. Speriamo che oggi tenga.

estrema-difesa

Al sicuro!

In prima mattina un vivaista di Collecorvino con due collaboratori hanno messo in sicurezza una nostra pianta grassa alta più di tre metri situata nel cortile antistante la nostra casetta. Michela ci tiene tanto e non vorrebbe fosse danneggiata.

Sono arrivati, poi, dalle Marche i dipendenti della ICOR DORICA. E’ giunto dall’Aquila, dove conduce dei lavori, anche il capo cantiere sig. Gallo. Poco più tardi è arrivato il nostro architetto con il collega Rapisarda.  Disegni alla mano hanno controllato tutto, dentro e fuori e hanno organizzato l’avvio del cantiere.

Ora aspettiamo. Fra qualche giorno si dovrebbe incominciare. (Uso il condizionale per scaramanzia!)

Speriamo anche nel meteo che non promette bene.

12 settembre 2016

Ho fatto un salto al Comune. Ho parlato con il geometra Lorenzo. Gli ho fatto presente che la stima dei tempi è da rivedere. Lui asserisce che rimangono validi quelli stabiliti con il Decreto firmato dal Sindaco il 5 maggio scorso e calcolati in 365 giorni. Non gli risultano altre stime e/o comunicazioni da parte di UTR.   Ne ho parlato con il nostro arch. Loi. E’ sfiduciato ed arrabbiato. Che fine hanno fatto i nostri aggiornamenti inviati con PEC etc.?

Intanto ho preso appuntamento con l’arch. Sacchini del UTR5 di Cugnoli per giovedì prossimo. Mi son messo a preparare una Memoria Storica tirando fuori tutta la documentazione in mio possesso, ricavandola da cartacei e CD, fra PEC e numeri di protocollo. Un lavoro “pazzesco”, ma che porta a quanto da noi asserito!                                                                                                                            Stremato e con gli occhi “allucinati” metto poi tutto da parte in attesa di incontrare Sacchini. Ora devo preparare tutto per le visite ed esami di controllo post-infarto! Con tutti questi problemi speriamo bene!

15 settembre 2016

Ho incontrato l’arch. Sacchini a Cugnoli. Prende atto della documentazione che gli ho preparato. Si fa delle fotocopie dopo aver preso visione in particolare di alcuni documenti. Chiede alcuni giorni per controllare. Si farà vivo lui dopo aver contattato l’Ufficio Tecnico di Collecorvino ed il nostro architetto.

Aspettiamo….

21 settembre 2016

Oggi, con debito preavviso, sono ritornati i tecnici della ICOR DORICA. Avevano appuntamento presso la nostra casetta con un tecnico dell’ENEL ed una ditta di gruisti per la eventuale installazione di una gru. Questi ultimi, come era già successo per la ICOR, hanno avuto problemi ad individuare l’indirizzo perché non è riconosciuto dal sistema di navigazione GPS! I navigatori non riconoscono né “Strada Degli Ulivi” né la vecchia “Contrada Materna”.  Hanno programmato i vari lavori per cercare di non avere tempi vuoti. E’ stata installata una nuova cassetta ENEL per il cantiere. A breve si dovrebbe incominciare!

Piove di brutto e la temperatura si è abbassata…

22 settembre 2016

Ho parlato con l’architetto Sacchini della UTR.  Provvederanno loro direttamente a rettificare la stima dei tempi riportata sul Decreto Sindacale del Comune e portarla a 24 mesi. Invieranno il provvedimento al Comune con l’invito a farne una copia per il sottoscritto. Ed ora?                           Aspettiamo! Come al solito sperando sia poi effettivamente fatto.

27 settembre 2016

Nessuna risposta ancora da arch. Sacchini dell’UTR5.

Cerco di contattarlo telefonicamente ma oggi è assente. Lasciato messaggio ad un collega.128-09-16-si-parte-6

Alle 9,30 è arrivato il primo camion della ICOR. L’autista non ha potuto rintracciarci con il sistema GPS e l’ho guidato tramite cellulare! Ha scaricato una betoniera, un piccolo cingolato, assi di legno, di ferro, una cabina elettrica. Lo spazio è poco davanti casa e si è dovuto eliminare il cancello e …qualche pianta!

28 settembre 2016

petrolini450

Ettore Petrolini 1884-1936

E’ tornato il camion della ICOR. Il piazzale antistante casetta nostra è stato spianato! Alberelli sradicati, cespugli rasi al suolo, agavi cancellate. Ha scaricato una enormità di ponteggi ed altro materiale e non è tutto! Deve portarne altro. Va bene così.

Come diceva il comico Petrolini, degli anni venti/trenta del millenovecento, impersonando l’imperatore Nerone dopo l’incendio di Roma: “risorgerà più bella e più grande di pria!” Speriamo.

da GENNAIO a GIUGNO 2016

GENNAIO, FEBBRAIO, MARZO, APRILE, MAGGIO, GIUGNO 2016  Carta che vince, carta che ….

 

z settembre 2007 2 03221 gennaio 2016

Tramite appuntamento, l’architetto Loi ed io siamo andati all’Ufficio Tecnico del Comune per fare un punto della situazione con l’architetto Merico e il geometra Lorenzo. La nostra documentazione, annessi e connessi, è stata (dicono da tempo) protocollata, approvata in toto e inviata a U.S.R.C. Ora c’è solo da aspettare, aspettare, aspettare…

Dobbiamo restare in attesa che l’ U.S.R.C. (Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni)di Fossa (Aq) trasmetta al Comune di Collecorvino l’Ok per la disponibilità finanziaria.                                          E noi aspettiamo….in questo siamo sempre più bravi!

Morale della favola, come dice un detto abruzzese:Lu fel a fel, lu chiammuu a chiammu e lu muiur ve stort !” (Il filo a filo, il piombo a piombo e il muro viene storto!).

18 febbraio 2016

Parlato con Lorenzo del Comune: conferma che tutto è a posto, tutto OK, tutto accettato. C’è solo da…(indovinate)… aspettare.

29 febbraio 2016

Anno bisestile! Noi aspettiamo.

31 marzo 2016

Tutto tace.

 

6 Aprile 2016

Oggi è l’anniversario! Sono passati 7 anni da quelle 3,32 del 6 aprile 2009.

balconeAnni accompagnati da speranze, promesse, proteste. Anni nei quali sono cambiati i colori dei governi ma il PB “Partito Burocratico” rimane il più forte assieme al QSM “Qua Se Magna” ed il MIP “ mani in pasta”!  Sono sorte case nuove, alcuni “balconi nuovi”sono caduti , sono nate nuove frazioni anonime ed il vecchio centro storico di L’Aquila è sempre un cantiere. A Collecorvino la chiesa parrocchiale è ancora ingabbiata ed i lavori procedono a rilento dal luglio 2015, anzi, ora sono fermi. La maggior parte delle ristrutturazioni più leggere sono state effettuate ma ancora non tutte.

Anche casetta nostramargherite-da-balcone è sempre lì che aspetta.

Se non altro lei è cullata dalla primavera. Tutti i fiori sono sbocciati: cento colori le fanno compagnia ed i bianchi cespugli di margherite appaiono come tanti enormi igloo sorti nel verde di questa stagione piovosa. Noi ci sentiamo tristi…molto tristi perché ancora non siamo con lei a goderne.

 

15 aprile 2016

Ho telefonato al sindaco. Mi ha detto che effettivamente “gli sembra” che qualcosa sia arrivato dal U.S.R.C. di Fossa. Si interessa e farà sapere. Speriamo.

 

21 aprile 2016

Non abbiamo avuto più notizie dall’Uff. Tecnico di Collecorvino.

Decido di telefonare direttamente al U.S.R.C. di Fossa.  Parlo con l’ingegner Matucci che è il responsabile dei comuni fuori cratere.

Mi riferisce che è dal 4 aprile scorso che il nostro Comune ha la disponibilità finanziaria. Ora è il Comune che deve emettere il Decreto per iniziare i lavori.

Telefono subito all’Ufficio Tecnico per parlare con Lorenzo che, essendo giovedì, dovrebbe essere presente ma oggi è assente per attività fuori sede. Contatto l’architetto Merico, responsabile dell’ufficio tecnico, il quale mi conferma che la disponibilità finanziaria è effettivamente arrivata da Fossa ma purtroppo non essendoci Lorenzo ( che gestisce la pratica ed è presente solo al lunedì, martedì e giovedì ) bisogna ora aspettare martedì prossimo perché oltretutto il lunedì a venire è l’anniversario della Liberazione e quindi è festa. Mi sembra giusto.

Avviso il nostro architetto Loi che pensa sia opportuno avvisare intanto la ditta edile ARCHE’ di Claudio Giampaolo che ci farà i lavori.

 

26 aprile 2016

Pur essendo martedì Lorenzo è assente. E’ in trasferta. Parlo con il Sindaco Zaffiri. Mi ribadisce che gli sembra sia arrivata la disponibilità finanziaria, ma deve trovare un attimo di tempo per sincerarsene parlando con Lorenzo… giovedì prossimo. Sarò comunque chiamato per la firma del decreto.

 

28 aprile 2016

Lorenzo è assente anche questo giovedì per attività fuori sede. Mi rivolgo al Sindaco. Innanzi tutto mi conferma che tutto è OK! Mi consiglia di presentarmi lunedì prossimo dopo mezzogiorno od al più tardi alla stessa ora di martedì. Mi garantisce che sarà tutto pronto. Lo saluto ed esco.

Tornando a casa mi viene in mente che… martedì è San Filippo e Giacomo, i patroni di Collecorvino! Vedremo.

 

2 maggio 2016

Prima di avviarmi verso il Comune telefono per sincerarmi che ci sia Lorenzo. C’è, ma subisco subito una doccia fredda! Mi riferisce che purtroppo oggi non c’è l’architetto Merico per la firma e che comunque…. prima deve leggere e studiare bene la documentazione arrivata dal U.S.R.C. di Fossa e quindi avere il tempo per preparare il Decreto. Tempi tecnici! Mi da appuntamento per il pomeriggio del 5 maggio di manzoniana memoria.

Ei fu. Siccome immobile, dato il mortal sospiro……

Spero non ci rovinino il 43° anniversario del nostro matrimonio che cade proprio in quel giorno!

 

5 maggio 2016

Oggi festeggiamo 43 anni di matrimonio.

Abbiamo deciso di regalarci un pranzo fuori e non pensare a niente altro!  Abbiamo trovato un localino al centro di Pescara. Carino e non caro.(!) Durante il pranzo (abbastanza buono) squilla il cellulare. All’interno non c’è molto campo. Esco dalla sala ed esco in strada per rispondere.

E’ il titolare dell’impresa, l’Archè, che dovrebbe fare i lavori. Avevo appena finito di gustarmi il primo! Mi si blocca nello stomaco. Mi fa presente che per motivi societari, amministrativi ed organizzativi non può onorare l’impegno preso in precedenza e non è in grado di aprire il cantiere e bla, bla,bla…scusa tanto…bla..bla.. Non comprendo più e non voglio sentire altro.

Torno in sala e riferisco a mia moglie. Ci guardiamo sbalorditi e sgomenti per alcuni momenti, poi prendiamo una decisione: continuiamo il nostro pranzo, anche se forse ci rimarrà sullo stomaco!  Dopo sentiremo il nostro architetto e tutto il resto, ma per ora basta!

Alle ore 16 ritiriamo all’Ufficio Protocollo di Collecorvino il Decreto Sindacale prot. N° 4038 del 5 maggio 2016 che

DECRETA la CONCESSIONE del contributo a TITOLO DEFINITIVO.

Facciamo subito partecipi dell’evento le nostre figlie contattandole al telefono. Ad un primo “alleluia” segue un “ non ci posso credere” quando le mettiamo a conoscenza della defezione della ditta scelta per i lavori e dei problemi che il fatto ci sta creando.

Contattiamo l’architetto Loi che già era stato messo a conoscenza dall’Impresa del passo indietro. Mentre, demoralizzato, parlo con lui mi riecheggia in testa uno dei tanti e troppi tragici momenti storici vissuti da noi italiani:

VALENTE-Schio-8-settembre[25]..riconosciuta la impossibilità di continuare l’impari lotta…ogni atto di ostilità deve cessare…reagiranno ad eventuali attacchi di qualsiasi altra provenienza.”

Si, questo 5 maggio mi sembra più un nero 8 settembre 1943, anzi peggio, una Caporetto del 1917! (Mentre ci penso rammento pure che in tutte e due le volte era coinvolto il Generale, Maresciallo d’Italia signor Pietro Badoglio che in tutte e due le occasioni ha fatto la cosa che gli riusciva meglio: sparire!) Comunque, in ogni caso decidiamo anche noi che… “la guerra continua”.

Dobbiamo cercare un’altra ditta che sia all’altezza della situazione e per farlo abbiamo poco tempo. Ci attrezziamo.

Intanto subito chiediamo alla Arché di Giampaolo di comunicarci tramite una raccomandata urgente i motivi della sua rinuncia ad effettuare i lavori. La allegheremo ad una richiesta di proroga che invieremo alla UTR5 di Cugnoli ed all’Ufficio Tecnico di Collecorvino affinché ci consentano di protrarre il termine dei 30 giorni entro i quali dovremmo iniziare i lavori.

9 maggio 2016

E’ arrivata la raccomandata della Arché. Sono poche righe con le quali il titolare “spiacente” ci dice, fra l’altro, che l’impossibilità di svolgere i lavori è dovuta a motivi di “riorganizzazione funzionale” Mi sembra politichese. Va bene così. Cosa fatta capo a.

Noto pure che la raccomandata urgente aR. è stata inviata venerdì 6 maggio alle ore 10,26 !! Veloci!

Preparo subito le Richieste di Proroga per il Comune e la UTR5 alle quali allegherò copia della lettera della Arché.

 

10 maggio 2016

Al mattino presto consegno una Richiesta di Proroga al protocollo del Comune e spedisco l’altra con raccomandata aR al UTR5 di Cugnoli.

Sono dovuto andare pure dal mio ottico di fiducia Mariano. Ho rotto gli occhiali! Piove sul bagnato. Vi ho incontrato un geometra di Collecorvino. Mi ha indicato una impresa di Civitella per i lavori. Dice che sono bravi. La contatterò.

 

12 maggio 2016

Il nostro architetto sta contattando alcune imprese conosciute all’Aquila. Speriamo bene.  Intanto ho preso appuntamento con quella di Civitella per sabato mattina prossimo.

 

14 maggio 2016

Ho incontrato il sig. Di Tillio Silvio titolare dell’impresa di Civitella. Ha già eseguito e sta effettuando lavori su case danneggiate dal sisma. Ha eseguito una perlustrazione nella nostra casa. Mi invierà tutti i suoi dati, certificazioni etc. riguardanti la sua Ditta. E’ disponibile ma sembra che gli manchi l’attestazione SOA che è molto importante.

La SOA è un documento necessario a comprovare la capacità dell’Impresa di eseguire lavori superiori a 150,000 euro e viene rilasciata a seguito di una severa istruttoria.

Sotto a chi tocca.

 

20 maggio 2016

Alle 13,30 mi telefona il nostro architetto. Mi da appuntamento alle 15,00 ad Alanno all’uscita dell’autostrada. Sta tornando da L’Aquila dove sta seguendo dei lavori.  Mi deve consegnare una documentazione su delle Imprese che ha contattato. Sono tutte interessate ed hanno le certificazioni e gli attestati occorrenti, sono disponibili ed a conoscenza dei lavori da effettuare e degli importi ammessi a contributo . Una in particolare, la ICOR DORICA s.r.l. di Fossombrone (PU) è disponibile ad iniziare i lavori al più presto e sembra la più idonea. Bisogna decidere.

 

21 maggio 2016

Mi dedico a redigere una Relazione sulla scelta dell’Impresa che dovrà sostituire quella “dimissionaria”. Dobbiamo scegliere da una rosa di almeno 5 Imprese.  Studiando le loro richieste di partecipazione ai lavori noto che più o meno sono tutte all’altezza della situazione. Cerco di informarmi anche su Internet.

Noto che una, in special modo, sembra veramente la più adatta. E’ in possesso di tutti i requisiti più importanti: dell’attestato SOA (molto importante) e dei vari obblighi di legge, sicurezza etc. e quel che è più importante sono degli esperti in vecchie costruzioni.  Hanno lavorato su chiese, case e palazzi di Urbino, Assisi, Roma e Venezia. La nostra casetta non sarà così importante ma se permettete…

Decidiamo sulla ICOR DORICA s.r.l. e che Dio ce la mandi buona…(e con gli occhi azzurri)!

cantiere a paganica(AQ)

Paganica (AQ): un cantiere della Icor Dorica.

Nel pomeriggio finisco la relazione. Ho gli occhi fuori dalle orbite e incomincio a vedere tutto sdoppiato ed offuscato. Dovrò metterla “in bella” e inviarla al Comune ed al UTR5.

Abbiamo deciso che domani, domenica, per riposare si va a tagliare l’erba a casetta nostra ed a trapiantare un po’ di piante!

Il tempo sembra finalmente buono e dovrebbe splendere il sole.

 

23 maggio 2016

Ho telefonato al geometra Lorenzo dell’Ufficio Tecnico del Comune per avere notizie sulla Richiesta di Proroga presentata il 10 maggio scorso ! Mi riferisce che non ci sono problemi. Fra qualche giorno potrò ritirare la concessione della Proroga. Meno male.

 

25 maggio 2016

Il nostro architetto mi invita ad informarmi al Comune circa una eventuale esenzione, per i casi legati al sisma, dai diritti dovuti per la presentazione della SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività).   Alcuni Comuni, sia in Abruzzo che in Emilia Romagna, non li fanno pagare se si tratta di ristrutturazioni dovute al terremoto.

Chiedo al geometra Sigismondi ma non mi sa rispondere sulla eventuale esenzione. A lui non risulta. Sentirò domani, che è giovedì, con Lorenzo. Dovrebbe esserci.

Intanto ho aperto un indirizzo email di posta certificata. Serve pure questo.

 

26 maggio 2016

Domando al geometra Lorenzo dei diritti SCIA: a Collecorvino si pagano comunque. OK.

Mi dice poi che forse, invece della SCIA, dovremmo fare la CILA (Comunicazione Inizio Lavori Asseverata). Questa si richiede per realizzare interventi di manutenzione straordinaria per ristrutturare casa. Io che sono CADIM (Completamente A Digiuno In Materia) prendo atto di queste sigle e mi riservo di chiedere al nostro architetto.

Il geometra Lorenzo mi consegna il Protocollo nr. 4688, data odierna. E’ la risposta alla mia richiesta di proroga presentata il 10 corrente mese. La leggo distrattamente e poi la rileggo con più attenzione quindi mi soffermo sulle frasi scritte ma non riesco a capire bene.

A parte l’oggetto che occupa mezza pagina con i vari riferimenti a Decreti Legge, date etc., capisco solo che alla mia richiesta di una proroga mi viene risposto che l’Ufficio Tecnico ne prende atto “ e mi rammentano chela nuova ditta dovrà essere individuata nel rispetto della normativa in vigore” e che al fine di non incorrere in qualsivoglia (?) penale, il tempo utile per l’esecuzione dei lavori è stabilito in giorni 365 dalla data del decreto definitivo di concessione (05.05.2016) salvo motivate proroghe che potranno essere concesse nel corso dei lavori.”

E’ come se mi dicessero che capiscono la situazione ma in fondo sono c…. nostri?

Mi riservo di parlarne subito con il nostro tecnico. Invio copia della risposta, tramite email, all’architetto Loi. Ci sentiamo per telefono: per quanto riguarda i lavori dobbiamo fare la SCIA. La CILA non va bene. Per la risposta alla nostra richiesta di proroga anche lui rimane alquanto “sconcertato”. Per alcune altre cose dobbiamo sentire e chiedere il parere del UTR5.

Andiamo avanti con le…scartoffie.

 

31 maggio 2016

Ho cercato di informarmi in giro, sia presso le banche in zona che su internet, sul Conto Corrente Dedicato che dovrei aprire esclusivamente per movimentare gli accrediti ed i pagamenti per la ristrutturazione della nostra casa. Ho avuto grosse difficoltà. Alcuni impiegati delle banche erano del tutto ignari di questo tipo di conto, quasi divertiti. Ho provato a chiedere anche al UTR ma non ne era a conoscenza.

Questo tipo di conto corrente nasce da un accordo del 2 settembre 2010 tra (riecco le sigle!) l’ABI (Associazione Bancaria Italiana) e la CDP (Cassa Depositi e Prestiti).

Una Banca (non faccio nomi) mi risponde che tale accordo vale solo all’interno del cosiddetto cratere! Un’altra che dovrei aprire il conto in provincia dell’Aquila!! Un’altra crede che ormai tale accordo sia scaduto! Mi vengono in mente i versi di una canzone che Fabrizio De André scrisse assieme a Paolo Villaggio: E’ mai possibile, porco d’un cane,                                                                                                                 che le avventure in codesto reame                                                                                                                   debban risolversi tutte con grandi p…!”

 

6 giugno 2016

ANTONIO-ZAFFIRI

Collecorvino (PE): il rieletto Sindaco Antonio Zaffiri

Antonio Zaffiri è stato rieletto Sindaco di Collecorvino con il 65,55% di voti. Alle amministrative c’è stata una affluenza del 70,51%. Siamo contenti. Se lo è meritato. E’ in gamba.

 

13 giugno 2016

Ho trovato la banca che mi apre il conto corrente “dedicato”. E’ la Banca Caripe del gruppo Banca Popolare di Bari che ha una filiale a Collecorvino Stazione. Devo preparare alcuni documenti, fissare un appuntamento ed è fatta!

 

14 giugno 2016

Ho firmato per l’apertura del conto corrente dedicato. Alleluia.

Ora mi devo rimette al computer per redigere il verbale di scelta d’impresa secondo le “nuove” direttive. Devo allegarci anche il “computo metrico” e le eventuali offerte al ribasso di ognuna e consegnarlo in duplice copia al Comune che ne invierà una al UTR5 di Cugnoli. Sono in attesa dei documenti mancanti che ci verranno inviati dalle Imprese e poi ….è fatta!?

 

23 giugno 2016

Stamane ho consegnato tutto al protocollo del Comune. Ora dobbiamo aspettare OK da UTR5. Volevo parlare con il geometra Lorenzo ma oggi non è presente.

 

27 giugno 2016

Sono stato all’Ufficio Tecnico del Comune per parlare con Lorenzo ma non c’era. Lorenzo è assente per motivi familiari. Speriamo non sia nulla di grave.  Ho contattato il Sindaco Zaffiri. Si interesserà personalmente di quest’ultima pratica. Lo ringrazio e con l’occasione gli presento le mie felicitazioni per la sua rielezione.

 

28 giugno 2016

Oggi ho firmato la lettera di “Trasmissione Documentazione” del Comune. Il nostro verbale di scelta “nuova impresa costruttrice” acquisito agli atti il 23 scorso con protocollo nr. 5531 è stato inviato a Cugnoli. Ora attendiamo.

Intanto, tramite posta certificata, avevamo inviato alla ICOR Dorica una lettera di affidamento lavori in attesa di stipulare il contratto e sempre a mezzo PEC mi hanno risposto accettando l’incarico.

NOVEMBRE-DICEMBRE 2015

casa inv.    NOVEMBRE 2015       E se domani…?

4 novembre

L’architetto Loi mi ha trasmesso con email il documento per la “nomina del collaudatore” da inviare alla Provincia di Pescara ai sensi dell’art.7 L.1086/71 ed art. 10 L.R. 138/96. Si tratta della scelta di un tecnico che dovrà attestare che i lavori di riparazione e di miglioramento sismico siano stati fatti e ultimati a regola d’arte. Bene! Firmato e rinviato.

5 novembre

Sono dovuto andare al Comune. Ci è stato richiesto di allegare a tutti i documenti già forniti anche

estate 2010 3 031

Il Municipio di Collecorvino. Ingresso su Piazza Umberto I.

ilPiano di Emergenza stillato dal Comune di Collecorvino. Me ne hanno consegnato uno stralcio che subito ho inviato all’architetto Loi.

11 novembre

In data odierna abbiamo consegnato al Genio Civile di Pescara la documentazione richiesta alla quale è stato dato il numero identificativo 888/2015.

E’ stata protocollata con il numero E-2015-0395297 dell’11/11/2015. Tutto il progetto porta la dicitura “riparazione con miglioramento sismico di immobile adibito ad abitazione principale dichiarato inagibile – di cui all’art. 3, comma 1, lettera A del Decreto Legge 39 convertito con modificazioni dalla legge 24 giugno 2009, n.77”. L’hanno presa in carico dicendo che provvederanno ad istruirla secondo la tempistica prevista (!?).

19 novembre

Previo avviso precedente oggi alle ore 10 da Teramo (?) sono arrivati due impiegati della Regione per un sopralluogo riguardante il Nulla Osta ai lavori per il Vincolo Idrogeologico.

Hanno constatato, documenti alla mano, che si può procedere non essendo previsti (sempre da documenti!) lavori extra di scavo. In dieci minuti tutto si è risolto!                                                   Invieranno mezzo Posta Raccomandata la così detta Determina e cioè l’OK ai lavori. Spediranno copia anche al Comune di Collecorvino ed al Comando Provinciale del Corpo Forestale di Pescara.

Dopo questo sembra che non manchi più nulla! Sarà così?                                                                 Attendiamo.

 

 

casa inv.     DICEMBRE 2015        Mò vene Natale….

2 dicembre

Mi ha telefonato il nostro architetto Loi. Mi dice che la Regione ha inviato con lettera raccomandata la Determina Dirigenziale che ci autorizza i lavori ai sensi di quanto disposto dall’art. 30 della Legge Regionale n.3 del 4 gennaio 2014 e cioè il Nulla Osta riguardante il Vincolo Idrogeologico ma… (c’è un ma!) lo hanno inviato all’indirizzo dove è situata la nostra casetta inagibile e dove noi non abitiamo più da quell’aprile 2009!

cbk

Ufficio Postale di Collecorvino

Ho subito contattato l’Ufficio Postale di Collecorvino e l’Ufficio Portalettere di Montesilvano spiegando loro l’inghippo e pregandoli di cercare di aiutarmi e risolvere la situazione.                                  Ho trovato tutta la disponibilità da parte di Collecorvino ma anche il nascere di un sacco di problemi da parte di Montesilvano. Speriamo bene!

  Mi sono recato all’Ufficio Tecnico del Comune. La raccomandata è stata inviata anche a loro ma mi viene risposto che a loro non stato recapitato nulla! (?) Sono andato all’Ufficio Protocollo del Comune ed anche lì ho ricevuto una risposta negativa.  Ho trovato anche due minuti per un piccolo battibecco con il dipendente Lorenzo, dell’Uff. Tecnico, che ho subito lasciato cadere perché non avevo assolutamente voglia di sentirmi male.

4 dicembre

1) si parte 4.12.15    Siamo partiti con il Freccia Bianca per Torino. Passeremo qualche giorno con le figlie.

10 dicembre

Siamo ritornati. A parte la nebbia che ci ha perseguitato, tutto è andato bene. Per la prima volta abbiamo 5a) A Milano per Pescararaggiunto la velocità di 298 km all’ora sul Freccia Rossa da Torino a Milano! Non ce ne siamo nemmeno accorti.

11 dicembre

L’Ufficio Postale di Collecorvino è riuscito a trattenere la Raccomandata della Regione. Il fatto ha creato un piccolo problema fra loro e l’Ufficio Portalettere di Montesilvano. Comunque tutto si è risolto. Ho ringraziato sinceramente e, arrivato a casa, ho inviato subito copia all’architetto Loi.

Anche questa è fatta, e ora?

Ora ci sono le Festività quindi crediamo che sapremo qualcosa di nuovo solo a Gennaio del prossimo anno. Speriamo.

Natale 2015 (6)A tutti, buoni e cattivi, neri bianchi o rossi, simpatici e no, amici e nemici, parenti buoni e parenti serpenti, auguriamo un Buon Natale e un sereno (ri-speriamo) Anno Nuovo e… non vi dico che cosa vorremmo trovare sotto all’albero!!

AGOSTO, SETTEMBRE,OTTOBRE 2015

z settembre 2007 2 032AGOSTO 2015   Uffa che afa che fa!

4 agosto                                                                                                               Mi informo dall’ingegner Di Giacomo se gli sia pervenuta la documentazione da l’UTR di Cugnoli. Mi risponde che ancora non è arrivata nel suo ufficio. Oggi il Protocollo gli ha consegnato la posta del 28 luglio! Dovrebbe averla giovedì prossimo 6 agosto. Non mi allarmo! Gli ho augurato buone ferie.

24 agosto                                                                                                     L’ingegnere è ancora in ferie. Ritorna il 3 settembre. Il sindaco non è in sede. Ho chiesto a dei loro collaboratori se sapessero qualcosa in merito alla mia pratica ma nessuno ne è al corrente. Devo aspettare che torni l’ingegnere.

canicola-300x188

Can..icola 2015

Continua a far caldo. E’ dal primo luglio che non ci abbandona. E’ stata proprio una calda estate.

27 agosto                                                                                                         Mi ha chiamato il nostro architetto Loi. Gli serve uno stralcio del Piano Regolatore con legenda. Sembra che la zona dove sorge la nostra casetta sia sottoposta a “vincolo idrogeologico”.

28 agosto                                                                                                       Sono stato al Comune. Un dipendente dell’Ufficio Tecnico mi conferma che la zona dove sorge casa nostra è effettivamente sotto “vincolo idrogeologico”.

Mi consegna una copia del Piano Regolatore che inoltrerò oggi stesso all’arch. Loi tramite email.

lumache-al-sugoMi dice che per ottenere il Nulla Osta per la ristrutturazione e l’avvio dei lavori il nostro tecnico dovrà effettuare, come adempimento, la S.C.I.A., come quella delle lumache (ora capisco!) Lui certamente sa di che cosa si tratta! Riferirò nella email.

Scopro con stupore che, dietro casa nostra, una zona situata sulla collina adiacente è di “interesse archeologico”! Ne chiedo il motivo, ma nessuno me lo sa dire.

z settembre 2007 2 032

 

 

SETTEMBRE 2015 è tempo di migrare?

3 settembre                                                                                                   Sono stato al Comune di Collecorvino di prima mattina. L’ingegnere Di Giacomo mi ha riferito che l’Esito Finale è arrivato dagli uffici di Fossa (AQ). Sembra che sia tutto a posto.

Lo invito a farlo presente al nostro tecnico tramite posta e/o email. Mi risponde che da ora è proprio il nostro tecnico che si deve dar da fare rispettando i termini stabiliti ma comunque provvederà a farci avere una copia.

Per quanto riguarda il vincolo idrogeologico mi sottolinea che dobbiamo far domanda alla Forestale.

Vorrebbe inoltre che il nostro tecnico si presentasse al Comune per parlare con lui nei soliti giorni di lunedì, martedì e giovedì.

Ho inviato una email all’architetto Loi allegando lo stralcio del Piano Regolatore del territorio di Collecorvino riguardante il Vincolo Idrogeologico che mi è stato fornito dal geometra Pierfelice dell’Ufficio Tecnico. Gli ho fatto presente la situazione e che l’ingegnere vorrebbe parlargli.

4 settembre                                                                                               L‘architetto Loi sta (ancora) aspettando da parte del Comune di Collecorvino le copie dell’Esito Finale per conoscerne i dettagli così come gli sono pervenute a suo tempo dagli altri Comuni dove ha lavorato.

Per quanto riguarda la sua venuta crede che ci saranno delle difficoltà in quanto nei prossimi giorni ha molti importanti appuntamenti in varie località delle province di Aquila e Pescara.

CFs-cancellatoPer quanto riguarda il Vincolo Idrogeologico” mi riferisce che ormai da tempo (dal 2013 !?) la domanda non deve essere consegnata alla Forestale ma alla Regione!  Quasi certamente dovrà rifare tripla copia di tutta la pratica!!!

Evviva la BUROCRAZIA alla faccia dell’ecologia.

9 settembre                                                                                                      Ho sentito l’architetto. Mi conferma che la domanda per il Vincolo Idrogeologico deve essere inviata alla Regione assieme (purtroppo) a copia di tutta la documentazione. Sta preparando.

Per quanto riguarda la sua presenza a Collecorvino mi conferma di non averne proprio il tempo materiale nei prossimi giorni.

E’ sempre in attesa di conoscere i dettagli dell’Esito Finale inviato all’Ufficio Tecnico di Collecorvino.                                                               Si farà sentire nei prossimi giorni.

13 Settembre                                                                                       L’ingegner Di Giacomo è andato in pensione. Il “titolo” è vacante. Non si sa nulla sul successore.

21 settembre                                                                                                    Ho parlato con il Sindaco Zaffiri. Non c’è ancora il sostituto del Capo Ufficio Tecnico. Forse si saprà qualcosa di sicuro per fine mese. Mi invita a rivolgersi a lui direttamente se ci dovessero essere delle urgenze.

Mi ha chiamato l’architetto Loi. Ha dei problemi con la Regione per quanto riguarda il nulla osta ai fini del Vincolo Idrogeologico. Sebbene la legge che passava l’incombenza dalla Forestale alla Regione sia stata approvata da tempo, alla Regione sono bloccati. Ci vorrà qualche giorno ancora.

Ha saputo che forse basterà inviare la documentazione tramite email certificata. “Non ci posso credere”! Speriamo.

30 settembre                                                                                                 Sono andato al Comune per sapere se c’è il nuovo Capo Ufficio Tecnico. Il Sindaco è fuori sede. L’impiegato è assente. Parlato con la signora dell’amministrativo: non si sa ancora nulla.

z settembre 2007 2 032

 

 

OTTOBRE 2015 La nave va….?

6 ottobre                                                                                                  Habemus papam. Si è insediato il nuovo Capo Ufficio Tecnico. E’ l’architetto Giovanni Merico. E’ giovane. Non so da dove arrivi o che curriculum abbia ma mi basta che ci sia!

Il Palazzo Comunale di Collecorvino.

Il Palazzo Comunale di Collecorvino.

Non è ancora al corrente dei dettagli della nostra situazione ma con l’aiuto del geometra Lorenzo riesco finalmente ad entrare in possesso del Provvedimento Finale (il famoso Esito Finale) dell’Area Omogenea. Lo invio subito al nostro architetto.

Il nuovo responsabile riceve solo due giorni alla settimana: il martedì ed il giovedì.

 

8 ottobre                                                                                                             Il nostro architetto ci ha inviato tramite email il documento per il Nulla Osta ai fini del Vincolo Idrogeologico. Lo devo firmare e rimandarglielo. Si è sbloccata la situazione alla Regione e si può inviare tutta la documentazione tramite email/pec certificata. Meno male!

9 ottobre                                                                                                     L’architetto Loi ha inviato la documentazione alla Regione.

E ora? Aspettiamo! Come sempre.

26 ottobre                                                                                                     Oggi ho pagato tramite bollettino di conto corrente postale €.100. Sono per le spese di istruttoria dovute al Genio Civile di Pescara.

Ho inviato copia della ricevuta all’architetto Loi.

LUGLIO 2015

z settembre 2007 2 032  LUGLIO 2015 jamme, jamme ‘ncoppa, jamme jà…?

3 luglio

Mattino. Sentito l’architetto Loi: dieci giorni fa aveva inviato tramite email quanto richiesto da UTR5. Attendeva una risposta ma ancora non è arrivata.

Oggi è sabato. Mi chiede di aspettare fino a lunedì prossimo e quindi sollecitare.

Pomeriggio. Mi richiama Loi. L’hanno richiamato da Cugnoli. Sembra (?) che ora sia tutto a posto. Ci accordiamo per vederci la prossima settimana. Dobbiamo firmare le nuove variazioni apportate ed accettate.

7 luglio

Mi telefona il nostro architetto. Ci siamo dati appuntamento presso l’Università di Architettura di Pescara per domani. Ci sarà anche Giampaolo per l’impresa.

Sono iniziati i lavori di ristrutturazione della Chiesa Parrocchiale. La stanno ingabbiando tutta. Le hanno messo un bel pigiama a righe. Anche a Dio,

Chiesa parrocchiale di Collecorvino

Chiesa parrocchiale di Collecorvino

nonostante la sua onnipotenza, sono occorsi più di 6 anni per combattere con le scartoffie della burocrazia!

8 luglio

Ci siamo incontrati con il nostro tecnico e il titolare della impresa Giampaolo.

Domani consegnerò al Comune altre due sostanziose documentazioni integrative delle quali una dovrà essere consegnata alla UTR5 di Cugnoli. Se ci sarà bisogno ci andrò io.

9 luglio

Consegnato tutto all’Ufficio Protocollo di Collecorvino. L’ingegnere Di Giacomo consegnerà di persona domani stesso (sabato 11 luglio) l’ ultima (spero) integrazione all’UTR5 di Cugnoli e la discuterà con l’architetto Sacchini.

13 luglio

Sono andato al Comune. L’ingegnere ha provveduto. Ora c’è solo da aspettare che tutto si risolva nel migliore dei modi. Dopo l’OK da parte dell’Utr ci si dovrà rapportare con il Genio Civile e lo stesso Ufficio Tecnico di Collecorvino per l’inizio dei lavori. Speriamo bene visto anche il periodo “ferariolo (!)” (luglio, agosto!!).

Oggi ho saputo che il Di Giacomo andrà in pensione il 13 settembre prossimo. Spero non diventi una complicazione, comunque gli ho fatto gli auguri.

Mi ha contattato l’architetto Loi. Mi ha confermato che anche quest’ultima l’integrazione è ora in mano dell’UTR5. Ora dobbiamo aspettare ma sembra che abbiano già accettato le variazioni. Ci sono i tempi tecnici. Rimaniamo in attesa!

Gli ho inviato con email copia dell’ultimo documento protocollato il 9 luglio e l’ho messo a conoscenza del previsto pensionamento dell’ingegnere. Speriamo bene.

16 luglio

Partiamo per l’Estonia in un viaggio organizzato dalle nostre figlie ed i loro compagni. Una settimana di ferie ci vuole specialmente per Michela che se la merita tutta!

Tallinn, capitale dell'Estonia.

Tallinn, capitale dell’Estonia.

21 luglio

Siamo ritornati in Italia. All’aeroporto di Bergamo ci accoglie un’afa tremenda ed una sensazione di sporco. A terra ritroviamo le care vecchie cicche e molte cartacce abbandonate.

A Tallinn, la capitale estone, la temperatura non era mai superiore ai 20 gradi. L’aeroporto era lindo e pulito come tutta la città ed i suoi meravigliosi parchi e giardini. La affollata città vecchia sembrava uscita da una favola disneyana. La gente del posto cordiale e bella. Il tutto illuminato da una splendida luce che si affievoliva solo dopo le undici della sera. La breve notte non era comunque mai buia! Peccato che d’inverno le ore di luce si riducano a tre!!

E’ stato bello.

27 luglio

L’ingegner Di Giacomo mi chiede se sono in possesso della copia della “Scheda di Primo livello di Rilevamento Danno” del 7 aprile 2009. Tale scheda doveva essere “pubblicata” da parte del Comune come primo documento per accedere ai contributi per la ricostruzione. Sembra non sia stato fatto!!! Gli serve entro oggi.

L’ho trovata ma è una copia in formato più piccolo dell’originale. Lui mi chiede se sia possibile riprodurla in grandezza originale.

Mi sono messo all’opera con l’ausilio del mio computer e non essendo molto abile gli ho dedicato più di due ore! Alla fine ce l’ho fatta anche se non so come.

Gliel’ho riportata ma sembra che l’ingegnere sia poi riuscito a fare la “pubblicazione” con la copia in formato più piccolo che gli avevo precedentemente lasciato.

L’Odissea sarà finita?

29 luglio

Annuncio vobis gaudium magnum!

Mia moglie ed io, assieme all’architetto Loi ed al suo collaboratore arch. Giuseppe Rapisarda ci troviamo per l’ultima volta (lo spero vivamente) presso gli uffici della UTR5 di Cugnoli.

C’è anche, per ogni eventualità, l’architetto Vincenzo Galasso che tanto lavoro ha profuso nell’immane opera! Firmo per accettare il piccolo accollo che dovremo pagare di tasca nostra.

Ora sembra che tutto sia finalmente a posto! Ci dicono che la pratica è conclusa e devono solo rimandare tutti i dati al Comune di Collecorvino. Lo faranno entro pochi giorni.

Invito tutti al bar per brindare.

30 luglio

Dopo 6 anni e 3 mesi la Provincia ha asfaltato un tratto della strada che passa davanti alla nostra casetta! Hanno ricoperto tutte le profonde lesioni esistenti causate dal sisma e via, via peggiorate negli anni. Ora sembra un tappeto da biliardo.

31 luglio

L’UTR5 mi ha confermato di aver inviato tutti i dati all’Ufficio Tecnico di Collecorvino. Ora spetta a loro rivolgersi agli Uffici di Fossa (AQ) per ottenere la sovvenzione a copertura dei lavori. Dovremo rapportarci pure con il Genio Civile ma sembra che tutto sia ora più semplice. Speriamo.

MARZO-APRILE-MAGGIO-GIUGNO 2015

z settembre 2007 2 032MARZO 2015 Ricominciamooo!

4 marzo

Oggi è venuto ad effettuare un ennesimo sopralluogo il geometra Giampaolo per conto dell’architetto Loi. Era accompagnato dal rappresentante la Ditta che eseguirà i lavori di ristrutturazione. Hanno visionato la casa sia all’esterno che all’interno. Hanno scattato altre foto.      Ed ora?

Relazioneranno all’architetto e ci faranno sapere prima possibile.

Aspettiamo, in questo siamo bravi.

5-6 marzo

Bufera di neve. Vento a 100 km/h. Manca la energia elettrica, l’acqua non arriva, il telefono non funziona e nemmeno i cellulari. Siamo isolati. Tutto intorno smottamenti, frane e danni. Piove in casa. Il vento ha divelto le cornici esterne delle finestre che giacciono sui tetti circostanti!               Marzo pazzo!

16 marzo

Ho telefonato all’architetto Loi. Deve ancora sentire il geometra e il rappresentante dell’Impresa edile che hanno compiuto il sopralluogo a casetta nostra il 4 marzo!                                                                                            No comment.

20 marzo

Ha chiamato l’architetto Loi. Martedì prossimo 24 marzo alle 10 abbiamo appuntamento a Cugnoli, presso gli Uffici dell’UTR5 per firmare e consegnare per l’ennesima volta la voluminosa pratica e gli aggiornamenti richiesti.

Questa sarà la terza volta che la documentazione verrà depositata.

La prima è stata il 6 aprile 2010 (protocollo 3444) ad un anno esatto dal sisma. La seconda, con integrazioni, il 4 marzo 2013 (protocollo 2525) a seguito della prima istruttoria amministrativa-tecnico-economica effettuata dalla filiera Fintecna, Reluis, Cineas e relative richieste di integrazione.

Questa terza speriamo che sia la volta buona e non ci siano altri intoppi o richieste di ulteriori aggiornamenti.

24 marzo

Puntuali, mia moglie ed io, alle 10 siamo arrivati presso gli Uffici UTR5 di Cugnoli assieme all’architetto Loi ed al rappresentante dell’impresa incaricata dei lavori.

Primo problema: la pratica doveva essere consegnata all’Ufficio Tecnico del Comune di Collecorvino per essere protocollata e solo dopo inviata all’UTR5.

Secondo problema: tutta la voluminosa documentazione doveva essere presentata in duplice copia.

Il nostro architetto dichiara che tali richieste non gli sono mai pervenute ed a conferma esibisce una documentazione. E’ arrabbiatissimo ed oltretutto nei prossimi dieci giorni è completamente preso dal lavoro in altre sedi!

Michela ed io siamo demoralizzati e non abbiamo più la forza di reagire.

Dopo varie discussioni con i rappresentanti dell’UTR5 ed un colloquio telefonico fra un loro ingegnere e l’Ufficio Tecnico di Collecorvino si arriva ad una decisione.

Sarò io a portare tutto a Collecorvino per protocollare la pratica e riportarla a Cugnoli nel più breve tempo possibile. La ulteriore seconda copia sarà consegnata al Comune in un secondo tempo. Comunque nel CD allegato è riportata tutta la documentazione, i calcoli, i disegni. Potrebbero fare copia del solo CD e si risparmierebbero pure chili di carta. Tutti d’accordo.

Speriamo!

Nell’occasione veniamo a sapere che il nostro Comune ha cambiato nuovamente il responsabile dell’Ufficio Tecnico!

Dal 2009 si sono susseguiti nell’ordine: l’ingegnere Di Giacomo Giustino, il geometra Colangeli Enrico, l’architetto Mergiotti Valeriano ed ora (udite udite) è riapparso l’ingegner Di Giacomo Giustino. A volte tornano! Benvenuto (o meglio) bentornato.

26 marzo

Vado al Comune. L’ingegner Di Giacomo riceve il lunedì, il martedì ed il giovedì. Oggi è giovedì e va bene.                                                                   1° contrattempo.

Sulla lettera di Trasmissione Dati non appare il Destinatario, cioè il Comune. Sento il nostro architetto che ci invita semplicemente a scriverlo a mano. L’ingegnere non accetta. Si parlano per telefono e mi sembra di assistere ad una di quelle trasmissioni televisive in cui due rappresentanti di Partiti opposti se ne dicono di tutte urlando in contemporanea e non facendo capire nulla al povero ascoltatore.

L’ingegnere è incavolato, l’architetto è inc…mentre io rimango stranamente calmo. Torno a casa e si risolve l’arcano a mezzo computer con l’aiuto del nostro architetto.

Ritorno al Comune ed avuto l’ok dall’ingegnere porto tutto al Protocollo. E’ andata!

2° contrattempo.

Vado dal Sindaco Zaffiri. Da quando è in carica si è sempre dimostrato collaborativo e disponibile. Mi offro, per ridurre i tempi, di riportare la Pratica a Cugnoli appena fosse stata protocollata.                                           Mi ritrovo davanti un’altra persona! (Credo che l’ingegner Di Giacomo lo abbia relazionato sulla burrascosa telefonata di poco prima con il nostro architetto).

Mi fa presente in modo abbastanza alterato che

– il Comune si è sempre dato da fare e lui in prima persona,                               – non è il Comune ad aver perso tempo,                                                             – la Pratica verrà consegnata a Cugnoli dall’Ufficio Tecnico del Comune ed io sarò avvisato.

Non riesco a rispondere. Sono attonito. Gli chiedo solamente quanto tempo ci vorrà. Non può darmi una data certa.

Esco alquanto frastornato dal Palazzo Comunale. Penso che domenica è Pasqua e non voglio pensare ad altro.

z settembre 2007 2 032APRILE 2015 Aprile, (sarebbe) dolce dormire!

6 aprile

Sono passati 6 anni dal terremoto!

7 aprile

La Documentazione è ancora ferma al Comune.

9 aprile

Ho telefonato all’UTR5 di Cugnoli. Non hanno ricevuto nulla da Collecorvino. Mi reco all’Ufficio Tecnico. Parlo con Di Giacomo. Mi consegna il faldone e mi invita a portarlo a Cugnoli!

Prima telefona all’UTR5 avvisandoli e prendendo appuntamento per oggi pomeriggio alle 15. Mi raccomanda di riportargli lunedì prossimo la lettera di Trasmissione dei Documenti protocollata dall’UTR.

Alle 15 sono a Cugnoli. Consegno la Pratica ma mi dicono che non c’è la persona addetta al protocollo. Domani mattina invieranno tramite email Pec (posta certificata) la ricevuta protocollata al sottoscritto, al Comune di Collecorvino ed al nostro architetto Loi.

Anche questa è fatta! Sempre con qualche intoppo ma è fatta!

10 aprile

Alle ore 9,43 mi è pervenuta la email Pec dall’UTR5 di Cugnoli con il documento di consegna protocollato. E’ stata mandata anche all’Ufficio Tecnico di Collecorvino ed al nostro architetto. Domani è sabato. La prossima settimana mi accerterò che il Comune ne abbia preso atto. Ho avvisato Loi.

14 aprile

Sono stato dall‘ingegner Di Giacomo al Comune. Era in ansia perché -dice- non ha nessuna ricevuta della consegna! Gli spiego che la ricevuta è senz’altro arrivata al suo Ufficio il giorno 10 aprile scorso tramite email certificata. Insiste di non avere nulla in mano!

Devo ritornare a casa e portargli la mia copia. Ne fa una fotocopia in bianco e nero perché è finito il toner del colore, ma va bene ugualmente. Meno male! Ed ora? Aspettiamo.

z settembre 2007 2 032MAGGIO 2015 (Non solo) d’estate…”le ciliege” sono nere!

4 maggio

In questi giorni si è creato un piccolo problema che interessa la casa inagibile.

Cerchiamo di tenere pulito il terreno intorno falciando l’erba, potando le piante. Non abitandoci il lavoro si accumula e non possiamo starci dietro quotidianamente. Oltretutto alla nostra età l’integrità fisica non è brillante! Quest’anno abbiamo tralasciato anche di allestire l’orticello e siamo stati costretti a chiedere l’aiuto di una persona. La legna tagliata la accatastiamo per il termocamino e gli scarti vegetali vanno al compostaggio ma si è comunque presentato il problema di avere una parte di rifiuti vegetali non adatti a diventare concime come, per esempio, le grandi foglie carnose delle agavi.

Spiegando la situazione abbiamo chiesto alla RIECO (ditta appaltata dal Comune per il ritiro della spazzatura). Si è subito dimostrata benevolmente disposta a ritirare nei giorni prestabiliti il materiale chiuso in sacchi che avremmo dovuto depositare appena fuori al cancello.                                   Per due volte nell’arco di una settimana il ritiro non avviene!

Essendo l’operazione fallita miserevolmente abbiamo cercato una risposta dal Sindaco che trovo oggi in compagnia dell’ingegner Di Giacomo:

essendo la nostra casa stata dichiarata inagibile a causa del sisma del 2009 e non soggetta a tassazioni e imposte varie non abbiamo il diritto di usufruire di servizi quali il ritiro della spazzatura fermo restando l’obbligo da parte nostra di tenere puliti i terreni circostanti affinché non si creino possibili pericoli.   In poche parole: “arrangiatevi”!                                                                       Va bene.

In merito alla nostra pratica asserisce che in zona (quale?) siamo gli unici a non aver iniziato ancora i lavori. Tutti gli altri li hanno anche già finiti! Palesemente (spalleggiato dall’ingegnere) il Sindaco attribuisce il ritardo al nostro tecnico. 

Non ci sto. Difendo l’operato del nostro architetto elencando tutte le volte in cui gli elaborati sono stati consegnati a partire dal 06 aprile 2010 e le altrettante richieste di integrazioni da parte della filiera Reluis, Fintecna, Cineas prima e UTR5 dopo.

Mi accorgo di sentirmi poco bene e tronco la disputa. Saluto e vado via.

7 maggio

Sono convocato dall’ingegnere Di Giacomo: mi sollecita la consegna della copia cartacea. Sento l’architetto Loi: è quasi pronta. Questione di pochi giorni.

11 maggio

Sono ricoverato all’Ospedale Civile di Pescara.

15 maggio

La sera mi telefona in ospedale mia moglie. Al ritorno dal lavoro ha trovato appeso alla cassetta della posta (leggibile da tutti i passanti) un foglio di carta. Mi cerca con urgenza l’Ufficio Tecnico.

Telefono subito al Sindaco e chiedo. Molto gentilemente si informa e mi richiama. L’ingegnere Di Giacomo vuole la copia della Pratica consegnata a Cugnoli ma può aspettare che esco dall’ospedale. OK!

21 maggio

Esco dall’ospedale. Sono un poco incaz…! Dopo tutte le ricerche ed esami effettuati non posso seguire una certa cura biologica che mi avrebbe aiutato. Pazienza!

22 maggio

Mi reco all’Ufficio Tecnico del Comune. Oggi è venerdì e l’ingegnere non c’è. Ritiro comunque una Istanza. (prot. 4839 del 12/05/2015). Mi “ diffida a presentare urgentemente una ulteriore copia completa….”(!)

24 maggio

Oggi è domenica. Entro in possesso della fatidica copia per il Comune. C’è tutto!

– Relazione Generale sulle richieste d’integrazioni;                                           – computi per dimostrazione convenienza rifacimento copertura…;                   – relazione sugli interventi circa l’adeguamento Energetico…;                           – planimetrie catastali;                                                                                         – rapporto fotografico impianti;                                                                           – CD contenente in formato PDF tutti gli elaborati sopracitati;                         – dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.

25 maggio

Consegnata la copia all’Ufficio Tecnico del Comune di Collecorvino.

26 maggio

Alle 8,00 ho la visita cardiologica. Nonostante tutto il mio cuore va benino! Resiste! La speranza di rientrare nella nostra casetta è più forte. Speriamo!

z settembre 2007 2 032GIUGNO 2015 E mò?

15 giugno

Ho chiamato l’ingegnere Di Giacomo per sapere se sta tutto a posto. (Non si sa mai!) Mi ha risposto che non è a lui che ci dobbiamo rivolgere ma all’UTR5. Per lui sta tutto a posto. E’ già qualcosa!

16 giugno

Ho cercato l’architetto Sacchini dell’UTR ma mi rispondono che oggi non è in sede.

17 giugno

Chiamo l’architetto Sacchini della UTR5 di Cugnoli per conoscere l’andamento della nostra pratica. Mi dice che lì da lui c’è il nostro architetto Loi. Me lo passa. Mi dice che stanno discutendo della pratica e mi richiamerà.

L’architetto Loi mi ha prontamente richiamato.                                         Sembra non vengano riconosciuti al 100% alcuni lavori. Forse dovremmo partecipare di tasca nostra ma non si dovrebbe trattare di cifre alte. Deve rifare dei calcoli. Ci farà sapere.

La UTR5 richiede alcune variazioni ma vorrebbe fossero presentate da noi. Non siamo molto d’accordo ma crediamo sia il caso di non creare ulteriori problemi che dilaterebbero i termini.