LUGLIO-AGOSTO-SETTEMBRE 2012

z settembre 2007 2 032LUGLIO 2012 Nebbia fitta in Valpadana.

Salvo qualche contatto con i nostri architetti ed il Sindaco, tutto è fermo.

 

AGOSTO 2012 Sussulti e grida.

12agosto Contatto l’arch. Galasso. Gli domando di che morte dobbiamo morire. Mi rassicura premettendo che comunque i tempi sono e saranno lunghi.

Sembra che ora la Struttura operativa sia la STM (Struttura Tecnica di Missione) che da aprile scorso ha assunto la denominazione di Ufficio Coordinamento Ricostruzione e sta presso l’ex Isef all’Aquila. Deve, però, essere contattata solo dai tecnici comunali. Altrimenti c’è sempre la Fintecna..

Lo farò presente in Comune. Farò passare qualche giorno. Ora ci sono le ferie!

 

31 agosto Mi reco dal Sindaco. Gli faccio notare che “certa gente” butta i sacchetti della spazzatura fra le macerie della casa a fianco alla nostra. Lo informo anche delle varie macchie di umidità che si allargano sempre più e delle cornici degli infissi, interni ed esterni, che cadono. Gli faccio presente che la piccola pensilina in muratura, che copre il portone d’ingresso dell’altra casa di proprietà del comune, rischia di cadere a causa di infiltrazioni di acqua e la crescita di grosse piante selvatiche che hanno trovato dimora fra le fessure. Lui alza la cornetta e subito parla con, credo, gli interessati. Mi dice che fra mezzora passerà a casa un operaio per prendere atto della situazione. Va bene.

Gli chiedo anche della pratica sisma. Mi risponde che all’Aquila è difficileparlare con “chiunque”, e di ripassare lunedì prossimo per parlare con il geometra Colangeli. O.K.

 

All’ora di pranzo arriva l’operaio incaricato del Comune. Non l’ho mai visto. Guarda, osserva, prende mentalmente nota di tutto. Mi dice che ripasserà fra qualche giorno per le cornici e che parlerà con il sindaco riguardo al resto.

Mi saluta. Lo saluto. Vedremo.

 

 

z settembre 2007 2 032 SETTEMBRE 2012 Sul ponte sventola bandiera bianca.

 

3 settembre Alle 12 mi reco in Comune presso gli uffici tecnici. Parlo con il geometra Colangeli. E’ uno che sembra sapere il fatto suo.  Concreto e di poche ma essenziali parole. Completamente diverso nel fisico e nella loquacità dal suo predecessore.                                                                                   Non è fisso. Viene due sole mattinate alla settimana.

Mi invita a contattare al più presto i miei architetti.

Devono contattare con una certa urgenza la Fintecna e/o la Reluis per sollecitare l’iter della pratica. Mi fa presente che alcuni uffici all’Aquila chiuderanno i battenti a novembre.

Non ci capisco più nulla: SGE, STM, UCR, FINTECNA, RELUIS… Mi sembra la storia dei partiti che cambiano sempre sigle ma poi la gente è sempre la stessa!

Telefono all’arch. Galasso. Riferisco. Mi dice che avevano già in previsione di andare all’Aquila.

Mi farà sapere.

Franco Fiorito è indagato. Ex missino, poi di A.N., consigliere regionale del Lazio, militante P.D.L., sembra si sia appropriato di ingenti somme di fondi destinati al partito e alla regione e che li abbia messi su 7 conti bancari in Italia e su 4 all’estero.

Si parla di centinaia di migliaia, se non milioni, di euro!

Con i soldi pubblici sembra abbia anche acquistato una BMW da 88.000 euro, una SMART (per il traffico di Roma) ed una Jeep per far fronte all’emergenza neve nella capitale! (Si sa che a Roma nevica tutto l’inverno!)                           Sembra abbia acquistato anche dei lampadari da 400 euro per la sua casa ai Parioli.                                                                                                                                                Non parliamo poi di abitazioni e ville (quattordici) a Roma, in Costa Azzurra, a Tenerife e ad Anagni!

Non parliamo neanche di spese pazze, cene etc. tutte giustificate come “costituzionali”!

Lasciamo perdere che in tutto ciò sembra si sia circondato di correi e persone compiacenti che lo aiutavano e (forse?) ne traevano profitto! Ma che la Polverini ed il partito non ne sapessero niente!?

Roma. Il campanile del Palazzo del Quirinale.

Roma. Il campanile del Palazzo del Quirinale.

Sono triste e amareggiato. Mi sento italiano ma non rappresentato da questi onorevoli signori.

AVANTI UN ALTRO!

…continua..

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...