Archivi del giorno: 4 aprile 2013

DICEMBRE 2012

casa inv.DICEMBRE 2012 …e lucean le stelle.

3 dicembre Passo al Comune per relazionare la signora dei Tributi in merito all’IMU sulla nostra casa inagibile. Mi risponde che allora va bene così!            Sono perplesso.

Passando davanti alla bacheca all’ingresso noto un avviso circa la Tarsu, la tassa sui rifiuti.

Scadeva il 30 novembre ma è stata prorogata al 10 dicembre perché le nostre care SIMIL POSTE ITALIANE non hanno ancora consegnato il 70% dei bollettini.

Il Comune glieli aveva dati per la spedizione a fine settembre! Anche a noi non è arrivato nulla. In questo modo il povero cittadino dovrà pagare il 10/12, il 30/12 e il 30/01/13!!!                                                                                                                    Due rate nello stesso mese.

Torno all’ufficio Tributi e la signora mi invita a ritornare lunedì prossimo, 10 dicembre. Se ancora non mi saranno arrivati i bollettini me li riempiranno a mano con tutti i dati.

Non ci posso credere!

5 dicembre Sisma nell’Ascolano e nel Teramano. Alle 2,18 si è verificata una scossa pari al 4 grado. Nel giro di mezzora altre 3 scosse più lievi. Il movimento sismico è stato avvertito anche nelle province di Pescara e Chieti.

Mia moglie dice di averla sentita questa notte. Io dormivo.

6 dicembre Non sono ancora arrivati i bollettini per pagare la TARSU. Lunedì dovrò andare al Comune per farmeli riempire a mano.

Ho inviato una Email al quotidiano Il Centro.

Li informo sui problemi che la mancata consegna della corrispondenza sta causando in paese e non solo.

7 dicembre Mi ha chiamato telefonicamente una giornalista de Il Centro. Voleva una conferma su quanto da me scritto. Sta cercando di mettersi in contatto con il Sindaco per altri chiarimenti.

8 dicembre Abbiamo fatto l’albero di Natale. Mia moglie ed io siamo soli ma la tradizione va rispettata.

A sera incomincia a nevicare. La colonnina di mercurio fuori alla porta segna -2.

9 dicembre Continua a nevicare. Il termometro segna -1. Il paesaggio imbiancato è bellissimo. Anche Via Garibaldi è più bella. I fiocchi hanno coperto gli escrementi dei colombi!

10 dicembre Oggi, lunedì, sono stato all’Ufficio Tributi per farmi riempire i bollettini per il pagamento della Tassa sui Rifiuti. La Posta non ha ancora consegnato nulla dopo più di 70 giorni.

Ho saputo che non esiste più il “classico postino” di una volta. Quello che conosceva tutti e che sole, pioggia o vento non mancava mai di fare il suo lavoro. Roba antiquata! D’altri tempi.

Anche le Poste non sono più quelle di una volta. Si sono ammodernate, computerizzate, hanno alzato i costi delle operazioni, ma hanno diminuito la professionalità ed il contatto con l’utente.

Ora si vedono (quando si vedono) postini sempre diversi, a tempo determinato, che non conoscono la zona e spesso chiedono informazioni sul posto.                  Ora sono veloci solo ad apporre la dicitura “sconosciuto” ed a rispedire indietro la corrispondenza.

Il caso nostro:

l’indirizzo fino al 2008 circa era Contrada Materna. Poi è stato rinominato dal Comune Strada Degli Ulivi, ma nel frattempo c’è stato il sisma e ci siamo ritrovati ospiti in Via Garibaldi. (!)

Abbiamo allora segnalato alle Poste dove consegnare la corrispondenza e tutto è filato liscio fino a circa un anno fa.

Ora il caos nonostante sul cancello sia stato affisso da noi un avviso che spiega a chiare lettere la problematica e invita a consegnare la posta ad altro indirizzo. Troppo per le Nuove Poste Italiane.                                                                                          Fatto sta che da mesi non riceviamo più riviste mensili, cartoline, offerte, lettere e raccomandate!! indirizzate a contrada Materna.

Dobbiamo ricontattare tutti coloro che ci scrivono al vecchio indirizzo.

Una domanda sorge spontanea: dove sta tutta la posta non consegnata? E’ stata rispedita al mittente o…?!

11 dicembre Su Il Centro la giornalista Claudia Ficcaglia ha scritto un articolo: POSTA IN RITARDO A COLLECORVINO. CITTADINI INFURIATI.

Due colonne che parlano dei ritardi nella consegna delle bollette, del caso limite dei bollettini TARSU, la corrispondenza ordinaria che svanisce nel nulla, del Sindaco che ha scritto più volte alla Direzione Provinciale delle Poste e anche all’Ufficio Centrale di Roma senza ottenere nessuna risposta concreta e non riuscendo a dialogare con i dirigenti.                                                                             L’articolo mette in evidenza anche un fatto molto strano. Il 90% della corrispondenza non reca più nessun timbro così il cittadino non può dimostrare nulla. E’ vero! Perché?

Ho paura che però non cambierà niente.

Che paese è quello che per avere una risposta sui disservizi deve rivolgersi ai giornali o a Striscia La Notizia?

15 dicembre Scandalo alla Regione Lombardia.

La Guardia di Finanza dopo aver effettuato dei controlli sulla gestione dei rimborsi elettorali verifica gli scontrini e le fatture per spese che dirigenti e assessori hanno sostenuto.

Sono stati richiesti i rimborsi per:

  • cioccolatini, caramelle, pasticcini,
  • sigarette,
  • pranzi super luculliani,
  • colazioni,
  • gratta e vinci,
  • libri di narrativa,
  • cartucce per la caccia etc. (profilattici nessuno?)

Subito ti viene da ridere, ma poi ti prende una rabbia!                                                       La parola “vergogna” non esiste più nella politica tutta?

24 dicembre Sul Messaggero appare un articolo:

L’AQUILA, CITTA’ FANTASMA, UN ALTRO NATALE AMARO.

Ancora un altro Natale, il quarto dopo il terremoto, nella tristezza di una città distrutta. L’Aquila trascorrerà il Natale con circa 32mila persone ancora inattesa di rientrare nelle loro abitazioni. ….

Il Sindaco Cialente dichiara che si sono persi due anni per l’incapacità del commissariamento, della struttura tecnica di missione e della classe politica inadeguata. Cerca di spiegare la situazione alla popolazione ma la gente è stanca e se la prende con lui. La storia infinita.

29 dicembre Scosse sismiche all’Aquila, in Emilia e Sicilia. Tutte del 2° o poco superiori.

Parlo telefonicamente con l’architetto. Stanno lavorando sulle richieste aggiuntive. Ora è un periodo particolare. Le feste natalizie, l’ultimo dell’anno…

BUON ANNO A TUTTI.

Speriamo nel detto “anno nuovo, vita nuova”.

…continua…

Annunci

OTTOBRE – NOVEMBRE 2012

z settembre 2007 2 032OTTOBRE 2012 Aspetta, si fa sera…

11 ottobre La Consulta dichiara incostituzionali i tagli agli stipendi dei Magistrati e super-manager della Pubblica Amministrazione. Le riduzioni erano state previste dal D.L. della manovra economica.

Parliamo di “povera gente” che guadagna da 150.000 euro l’anno in su.                Per pura curiosità cerco su internet gli stipendi che prendono alcuni nostri amministratori, senza contare che alcuni di essi ne cumulano più di uno.

Il Capo della Polizia Manganelli €.620.000                                                                            Il Ragioniere Generale dello Stato Canzio €. 562.000                                                               Il Direttore della Agenzia delle Entrate Befera €. 304.000                                                     La sorella dell’attuale Sindaco di Roma, Gabriella Alemanno, Direttore Generale Agenzia del Territorio €. 307.000

E ce n’è una lista che non finisce più.

No comment.

17 ottobre Ci è pervenuta una raccomandata dal Comune. Oggetto: Trasmissione esame Fintecna per ReLuis.

In riferimento alla sua richiesta circa l’intervento di sistemazione del fabbricato danneggiato dal sisma…per quanto di competenza si invia l’esame di istruttoria da parte della Reluis trasmessa a questo Comune dalla Fintecna in data 01/10/2012.

Resta inteso che fino alla presentazione di quanto richiesto la pratica resta sospesa, mentre i lavori non potranno essere iniziati fino all’emanazione del provvedimento definitivo da parte del Comune……firmato geom. Enrico Colangeli.

Protocollo datato 09/10/12.

In allegato c’è una richiesta di ulteriori integrazioni.

Leggendo quanto richiesto ci sembra una scrittura a caratteri cuneiformi o tutt’al più scritta in geroglifici. Ci penseranno i nostri architetti.

Una cosa è chiara. Viene evidenziato che la casa è “vetusta” e che probabilmente non è stata “utilizzata” per molto tempo!

Ci cadono le braccia.

A parte che noi la abbiamo abitata ininterrottamente dal 1982

Com'era: la nostra casa nel 1982.

Com’era: la nostra casa nel 1982.

apportandovi numerose ristrutturazioni con enormi sacrifici, a parte che sono tre anni e mezzo che è abbandonata a causa della dichiarata inagibilità, ma allora che si vuole fare del centro storico aquilano? Le case e le chiese risalenti a secoli e secoli fa, le vogliamo buttar giù?

Ci provano.

(Mi salta in mente una idea che abbandono quasi subito. E se chiedessi un aiuto a un Fiorito? Come non detto ma detto.)

Sentiamo il nostro (fra poco lo adottiamo!) architetto.

Ci dice che forniranno entro breve tempo le documentazioni ulteriori richieste anche se non le giustificano. Si stanno impegnando. Per certi Comuni hanno voluto dati tecnici non richiesti per certi altri, ma purtroppo è così. Ci invita a non buttarci giù. Ci dice che passerà altro tempo.      A risentirci.

22 ottobre Il Tribunale dell’Aquila ha emesso la sentenza di 1° grado condannando a 6 anni di reclusione i 7 tecnici che facevano parte della Commissione Grandi Rischi.

Sono stati ritenuti colpevoli di “lesioni colpose e omicidio colposo plurimo”.

Forse c’era stata da parte loro una certa leggerezza nel dire che non sempre le piccole scosse si erano poi risolte in grandi terremoti”.

Senz’altro è da condannare la faciloneria o l’irresponsabilità di uno di loro che intervistato, prima del tragico sisma, invitava la popolazione a stare tranquilla e a godersi in compagnia un buon bicchiere di Montepulciano. Non so che dire.

26 ottobre Sisma del 5° tra Calabria e Basilicata. E’ seguito da altre scosse minori. Un morto per infarto.

E’ dal mese di gennaio che la zona del Pollino viene colpita da continui eventi sismici. Registrate da allora più di 2000 scosse. Molte sono superiori al 3°.

Speriamo bene.

30 ottobre Si rifà viva la paura ed il terrore all’Aquila.

Alle 2,52 la terra trema. La scossa è del 3,6° grado. E’ stata avvertita nettamente dalla popolazione.

Si risentono i nomi dei Comuni di Aquila, Scoppito, Pizzoli ed altri.                           Nessun ferito o danni materiali, ma….

31 ottobre Stiamo ancora aspettando l’operaio del Comune per le piccole riparazioni necessarie, promesse il 31 agosto scorso.             Ci è passata la voglia di insistere.

z settembre 2007 2 032NOVEMBRE 2012 Nun te reggu chiù.

5 novembre Si è rotta la pompa dell’acqua dell’autoclave! Sono tre anni che abitiamo qui in via Garibaldi e si rompono un sacco di cose. Altri 200 euro e passa la paura.

Abbiamo constatato che la precedente pompa era tutta in ghisa e che non avremmo dovuto bere quell’acqua! Non so se sia vero, ma….

7 novembre Obama è rieletto Presidente degli Stati Uniti.                  Ci può interessare?

Alla TV e sui giornali si continua a parlare di politici indagati, di processi, di scuse di Berlusconi al Popolo italiano, di partiti (IDV) morti ma presenti, di astensionismo (Sicilia), di svolte, di 5 Stelle e Grillo (ci mancava il comico), Cuneo Fiscale, tasse, IRPEF,IMU.

BASTA! Mi chiudo dentro il guscio.

16 novembre Mi ha richiamato l’architetto. Stanno lavorando sulle integrazioni alla pratica richieste dalla Reluis dell’Aquila.

L’ingegnere dell’Aquila, loro (e nostro) referente, non riceve più nessuno di persona!

Tutto deve avvenire d’ora in poi esclusivamente tramite email o posta.

Abbiamo l’impressione che le cose stiano prendendo una brutta piega forse forzate da direttive provenienti dai nostri governanti.

Hanno l’ordine di non parlare, nella maniera più assoluta, con i proprietari, ma solo con i tecnici incaricati. I loro numeri telefonici ed email sono assolutamente riservati a pochi.

17 novembre Mi ferma il Sindaco mentre ero al bar a prendermi un caffè. Mi riferisce che è arrivata l’assegnazione a riguardo della nostra casa.

Gli chiedo cosa significhi. Mi dice di presentarmi lunedì prossimo in Comune e parlare con il geometra Colangeli dell’Ufficio Tecnico.

Che si sia sbloccato tutto?

Non ci credo. Solo ieri il nostro architetto ci aveva detto che stava aggiornando le pratiche e che prevedeva tempi ancora lunghi.                                                      Chiamo telefonicamente l’architetto Galasso.

Riferisco.

Mi dichiara chiaramente quanto non sia possibile si sia “conclusa la pratica”. Ci stanno ancora lavorando sopra! Forse si tratta d’altro.                                                         Ci invita a non illuderci. Non ci illudiamo più da tempo.

Lunedì andrò in Comune e gli farò sapere.

Dopo la mezzanotte una scossa del 3,2 colpisce la zona dell’Aquila. Cinque ore dopo un’altra del 2,2°.

Riecco i nomi di località come Barete, Pizzoli, Aquila, Lucoli, Rocca Di Cambio! Ma che cosa succede?

22 novembre Vengo chiamato da un incaricato del Comune a presentarmi presso l’ufficio Tecnico. Vado subito. Mi riceve il geometra Colangeli.

Mi consegna una Raccomandata A.R. che gli è tornata indietro con su scritto “sconosciuto”! E’ indirizzata a me.

Dal giorno del 2009 nel quale fummo costretti ad abbandonare la nostra casetta espletammo, con Poste Italiane, tutti i passi necessari per farci consegnare la corrispondenza al nuovo indirizzo nello stesso piccolo Comune e tutto era andato bene fino all’estate di quest’anno. Improvvisamente la posta non veniva recapitata o era consegnata con notevoli ritardi (fatture Enel, Telecom già scadute etc.) Non solo a noi ma a tutto il centro storico del Comune.   Interpellate, le Poste dichiarano di avere “problemi di personale”(!?) che non riescono a risolvere.) Fin che la barca va…

La Raccomandata ha per Oggetto: trasmissione esame-CINEAS.

In riferimento alla Sua richiesta circa l’intervento di sistemazione del fabbricato danneggiato dal sisma del 06/04/2009, si invia copia dell’esito di valutazione trasmesso da CINEAS prot. nr. ……, ammesso al contributo per l’importo di €.xxxxxxxxx a lordo degli eventuali approfondimenti. ……Resta inteso che fino all’emanazione del provvedimento definitivo da parte del Comune i lavori non potranno essere iniziati.

E’ una buona notizia dopo tre anni e sette mesi. Sentirò lo Studio dei nostri architetti per approfondire.

30 novembre Nella notte 9 scosse colpiscono il Forlivese. La più intensa è del 3,1, ma tutte si avvicinano al 3°! L’epicentro interessa i Comuni di Portico e Rocca S. Casciano. Nessun danno a persone e cose.

A scanso di equivoci chiedo alla signora dell’ufficio Tributi del Comune se siamo tenuti a pagare la seconda rata dell’IMU, la “benvoluta” tassa Montiana sulla casa.

Mi dice che dovremmo pagare il 50% calcolandola però come seconda casa, in quanto risiediamo in un’altra abitazione!!!

Siamo diventati possidenti! Terremotati ma ricchi.

Le dico che mi sembra strano in quanto la casa è ancora inagibile.                           Mi dice che invece, secondo lei, dovremmo. Tira fuori dei fogli che non parlano del nostro caso ma solo di immobili vetusti, abbandonati etc.                                         Le dico che la prima rata non l’abbiamo pagata perché così ci era stato detto dal Patronato.                                                                                                                                            Mi dice che a quel punto era meglio richiedere al Patronato stesso.

Quando c’è la consapevolezza!

Sono alquanto imbarazzato e decido di andare a Penne all’INCA, il Patronato della CGIL.

Intanto cerco su Internet notizie in merito.

Trovo vari blog che parlano dell’IMU.                                                                                        Sono della RAI, di Repubblica, Virgilio Economia, Panorama Economia e altri.

Tutti asseriscono che è stata approvata l’esenzione da IRPEF e IMU per le case distrutte o inagibili a causa del terremoto del 2009.

Mi reco comunque al Patronato (documentazioni alla mano) per avere maggiori delucidazioni.                                                                                                                               Dopo il viaggio e l’attesa mi confermano che non dobbiamo pagare.

Ritorno. Passando davanti alla nostra casetta abbandonata la saluto. Il cane mi guarda strano. Sembra dire: “non ti fermi”?

Mi fermo. Gli metto del cibo extra nella ciotola e ci gioco un poco.

…continua…purtroppo…

LUGLIO-AGOSTO-SETTEMBRE 2012

z settembre 2007 2 032LUGLIO 2012 Nebbia fitta in Valpadana.

Salvo qualche contatto con i nostri architetti ed il Sindaco, tutto è fermo.

 

AGOSTO 2012 Sussulti e grida.

12agosto Contatto l’arch. Galasso. Gli domando di che morte dobbiamo morire. Mi rassicura premettendo che comunque i tempi sono e saranno lunghi.

Sembra che ora la Struttura operativa sia la STM (Struttura Tecnica di Missione) che da aprile scorso ha assunto la denominazione di Ufficio Coordinamento Ricostruzione e sta presso l’ex Isef all’Aquila. Deve, però, essere contattata solo dai tecnici comunali. Altrimenti c’è sempre la Fintecna..

Lo farò presente in Comune. Farò passare qualche giorno. Ora ci sono le ferie!

 

31 agosto Mi reco dal Sindaco. Gli faccio notare che “certa gente” butta i sacchetti della spazzatura fra le macerie della casa a fianco alla nostra. Lo informo anche delle varie macchie di umidità che si allargano sempre più e delle cornici degli infissi, interni ed esterni, che cadono. Gli faccio presente che la piccola pensilina in muratura, che copre il portone d’ingresso dell’altra casa di proprietà del comune, rischia di cadere a causa di infiltrazioni di acqua e la crescita di grosse piante selvatiche che hanno trovato dimora fra le fessure. Lui alza la cornetta e subito parla con, credo, gli interessati. Mi dice che fra mezzora passerà a casa un operaio per prendere atto della situazione. Va bene.

Gli chiedo anche della pratica sisma. Mi risponde che all’Aquila è difficileparlare con “chiunque”, e di ripassare lunedì prossimo per parlare con il geometra Colangeli. O.K.

 

All’ora di pranzo arriva l’operaio incaricato del Comune. Non l’ho mai visto. Guarda, osserva, prende mentalmente nota di tutto. Mi dice che ripasserà fra qualche giorno per le cornici e che parlerà con il sindaco riguardo al resto.

Mi saluta. Lo saluto. Vedremo.

 

 

z settembre 2007 2 032 SETTEMBRE 2012 Sul ponte sventola bandiera bianca.

 

3 settembre Alle 12 mi reco in Comune presso gli uffici tecnici. Parlo con il geometra Colangeli. E’ uno che sembra sapere il fatto suo.  Concreto e di poche ma essenziali parole. Completamente diverso nel fisico e nella loquacità dal suo predecessore.                                                                                   Non è fisso. Viene due sole mattinate alla settimana.

Mi invita a contattare al più presto i miei architetti.

Devono contattare con una certa urgenza la Fintecna e/o la Reluis per sollecitare l’iter della pratica. Mi fa presente che alcuni uffici all’Aquila chiuderanno i battenti a novembre.

Non ci capisco più nulla: SGE, STM, UCR, FINTECNA, RELUIS… Mi sembra la storia dei partiti che cambiano sempre sigle ma poi la gente è sempre la stessa!

Telefono all’arch. Galasso. Riferisco. Mi dice che avevano già in previsione di andare all’Aquila.

Mi farà sapere.

Franco Fiorito è indagato. Ex missino, poi di A.N., consigliere regionale del Lazio, militante P.D.L., sembra si sia appropriato di ingenti somme di fondi destinati al partito e alla regione e che li abbia messi su 7 conti bancari in Italia e su 4 all’estero.

Si parla di centinaia di migliaia, se non milioni, di euro!

Con i soldi pubblici sembra abbia anche acquistato una BMW da 88.000 euro, una SMART (per il traffico di Roma) ed una Jeep per far fronte all’emergenza neve nella capitale! (Si sa che a Roma nevica tutto l’inverno!)                           Sembra abbia acquistato anche dei lampadari da 400 euro per la sua casa ai Parioli.                                                                                                                                                Non parliamo poi di abitazioni e ville (quattordici) a Roma, in Costa Azzurra, a Tenerife e ad Anagni!

Non parliamo neanche di spese pazze, cene etc. tutte giustificate come “costituzionali”!

Lasciamo perdere che in tutto ciò sembra si sia circondato di correi e persone compiacenti che lo aiutavano e (forse?) ne traevano profitto! Ma che la Polverini ed il partito non ne sapessero niente!?

Roma. Il campanile del Palazzo del Quirinale.

Roma. Il campanile del Palazzo del Quirinale.

Sono triste e amareggiato. Mi sento italiano ma non rappresentato da questi onorevoli signori.

AVANTI UN ALTRO!

…continua..

 

 

 

 

 

 

 

MAGGIO – GIUGNO 2012

z settembre 2007 2 032MAGGIO 2012 Lassù qualcuno ci ama?

 

10 maggio Oggi sono arrivati i Vigili del Fuoco in Via Garibaldi. Sono giunti con una enorme autoscala per ripulire il tetto ed i cornicioni della casa fatiscente situata accanto alla nostra.

Dopo aver manovrato per mezz’ora sono riusciti a salire “a piedi”entrando

Collecorvino. In Via Garibaldi sono passati i VV.FF.

Collecorvino. In Via Garibaldi sono passati i VV.FF.

attraverso le scale pericolanti che portano alla porticina d’ingresso.

Via Garibaldi è troppo stretta ed i fili aerei penzolanti di telefono e luce intralciavano tutte le manovre.

Hanno buttato di sotto una enormità di tegole, calcinacci etc. che erano pericolanti.

E’ da quando siamo ospiti del Comune che più volte abbiamo fatto presente (assieme ad altre persone) la pericolosità della zona.

Il capo dei Pompieri ha detto alla vigilessa (che li aveva accompagnati sul posto) che l’immobile resta comunque pericoloso. Invieranno anche una relazione al comune.

 

20 maggio Ci risiamo! Alle ore 4,03 una scossa di terremoto del 5,9 grado sconvolge la pianura padana emiliana. L’epicentro è a Finale Emilia.

Finale Emilia (MO). La Torre dell'Orologio dopo il sisma.

Finale Emilia (MO). La Torre dell’Orologio dopo il sisma.

Sono colpite le province di Modena, Ferrara, Bologna e Mantova. E’ avvertita in tutta l’Italia centro-settentrionale. I morti per ora accertati sono sette. I feriti una cinquantina. Gli sfollati più di cinquemila.

Molti i crolli di edifici storici, pubblici, chiese, case, aziende agricole, fabbriche.

Le scosse si sono susseguite anche nelle ore successive e tutte di grado superiore al quarto.

Ecco nuovamente in azione la protezione civile, l’esercito, la polizia ed i vigili del fuoco.                                                                                                                                           Nuovamente si issano campi tenda.                                                                                 Nuovamente si parla di strutture alberghiere, centri di accoglienza.                         Di nuovo si sentono termini come puntellamento, demolizione, consolidamento.

Quanto avremmo preferito non sentire più parlare di queste cose!

 

21 maggio Altra forte scossa alle 16,37 del 4,1 grado con epicentro sempre a Finale Emilia. Ce ne sono tante altre che atterriscono la popolazione e bloccano il tessuto riproduttivo delle zone colpite.

Speriamo siano quelle di cosiddetto assestamento.

 

29 maggio Un’altra forte scossa del 5,8 grado alle ore 9 sconvolge la pianura emiliana.

Sono colpiti i comuni di Medolla e Cavezzo in provincia di Modena.

Altre due scosse di entità rilevante alle 12,55 ed alle 13,00 rispettivamente di grado 5,3 e 5,2.

Ulteriore bilancio di crolli anche di edifici di interesse storico danneggiati dal sisma del 20 maggio.

Purtroppo si contano 20 morti e 350 feriti. Gli sfollati salgono a 15.000. Una sessantina di scosse si registrano nella notte.

Si impara la geografia tragica.

Si conoscono nomi di paesi mai sentiti: Moglia, Bondeno, Mirandola, Cavezzo, Vigarano Mainarda, San Felice Sul Panaro.

Fanno venire in mente Don Camillo e l’onorevole Peppone. Sembra di vederli correre in bicicletta, su quelle strade, per portare aiuto.

Si visualizzano edifici storici visti prima distrattamente e si apprezzano di più anche se martoriati: la Rocca Estense di S. Felice Sul Panaro, il Castello Lambertini di Poggio Renatico, la Torre Civica di Novi di Modena, il Castello Dei Pico a Mirandola.

Si legge di particolari fenomeni “biblici” come la liquefazione delle acque.

Si discute sul crollo di case di recente costruzione. Non si riesce di capire la distruzione di moderni capannoni industriali.

Si parla delle migliaia di forme di Parmigiano Reggiano e Grana Padano cadute dalle scaffalature ed in parte rovinate. Di animali, fienili, stalle.

Il Governo ha varato varie misure di emergenza fra cui l’aumento di 2 centesimi sull’accisa sulla benzina che va ad aggiungersi a quello per la Guerra di Etiopia del 1936! (mai tolta) e tante altre.

Inizia la gara di solidarietà.

Le parrocchie italiane e la Caritas raccolgono fondi. Si pensa di impiegare i risparmi derivanti dalla riduzione dei contributi pubblici ai partiti e movimenti politici.(?) Si parla di un mega concerto di beneficenza.                                                  Si muovono attori, cantanti, il mondo dello sport, povera gente, capi religiosi, industriali, Stati esteri e…politici. Si accetta tutto.

Storie già sentite. Copie di foto già viste. E’ giusto che sia così.

Intanto all’Aquila niente di concretamente nuovo.

 

 

 

z settembre 2007 2 032GIUGNO 2012 Siamo alle solite!

 

3 giugno Una nuova scossa di magnitudo 5,1 alle 21,20 con epicentro Novi di Modena, colpisce tutta la bassa modenese e l’oltrepò mantovano. La Torre Civica dell’Orologio crolla definitivamente. Era stata gravemente lesionata dal terremoto del 20 e 21 maggio.                              Altre lesioni agli edifici, altra paura. Smetterà?

 

6 giugno Una scossa del 4,5 grado è stata avvertita con epicentro al largo di Ravenna, in Romagna.

I sismologi hanno dichiarato tale evento non risulterebbe collegato con la sequenza sismica del 20 e 29 Maggio. Meno male!?

 

12 giugno Contattato il Sindaco Zaffiri. E’ sempre ben disposto ad ascoltare.

Gli chiedo se ci sono novità. Mi risponde che l’indomani si reca all’Aquila per rendersi conto della situazione delle pratiche riguardanti i danni nel territorio comunale. Mi rifarò sentire.

 

Lusi Luigi, tesoriere della ex Margherita, è indagato per aver sottratto i soldi dei rimborsi elettorali e trasferiti in Canada su conti correnti di società delle quali risulta essere unico proprietario.

Grazie allo “Scudo Fiscale” li avrebbe poi riportati in Italia ed investiti in immobili nella capitale ed in altre provincie.

Questo “signore” era stato membro di varie Commissioni e Comitati

Roma capoccia der monno infame!

Roma capoccia der monno infame!

parlamentari, oltre che magistrato onorario presso il Tribunale di Velletri. Ex senatore prima dell’Ulivo e poi P.D.

Come al solito né Rutelli né il P.D. ne sapevano nulla!

I personaggi sono sempre i soliti. I partiti cambiano.

La Margherita diventa API, il P.C.I. diventa Ulivo e poi P.D., F.I. diventa P.D.L., la D.C. cambia in U.D.C., il M.S.I diventa A.N. etc.

Gira e rigira ma la storia è sempre quella. Ai partiti entrano i milioni, girano, spariscono, riappaiono, scompaiono e la gente comune……

…continua…

 

 

 

GENNAIO-FEBBRAIO-MARZO-APRILE 2012

casa inv.GENNAIO 2012 Basta poco, ché ce vo!

10 gennaio Sono andato al Comune. Il Sindaco mi riferisce che il contributo per il trasloco è arrivato da molto tempo e posso andare a ritirarlo in banca.

Trova strano che nessuno mi abbia avvisato. Io no.

11 gennaio Vado in banca e ritiro il rimborso spese per il trasloco. E’ una boccata di ossigeno per la famiglia.

Dalla domanda al saldo sono passati 20 mesi.

casa inv.FEBBRAIO 2012 Febbraio, febbraietto, corto e….

Nessuna nuova per quanto ci riguarda.

Mai vista tanta neve e tanto freddo da quando siamo a Collecorvino. Tutto sembra più pulito e asettico.

Collecorvino. Una viuzza a febbraio.

Collecorvino. Una viuzza a febbraio.

casa inv.

MARZO, APRILE 2012 Continuiamo così, facciamoci del male…

Salvo rare telefonate con l’architetto, nessuna novità. Tutto tace.

Sui giornali leggi che ci sono i soldi e che non ci sono. Che i lavori ripartiranno ma i cantieri per la ricostruzione sono fermi. Che ora c’è Tizio al posto di Caio ma che Caio era meglio di Tizio.

Intanto L’Aquila rimane una città fantasma da day after ed i suoi abitanti, sparsi per le campagne dei dintorni, si sentono internati in bei campi di concentramento, senza più anima.

6 aprile Sono passati tre anni! Non c’è niente da festeggiare.

L’otto ricorre la Pasqua. Quasi come tre anni fa. Dal Piemonte scende Marina con il suo compagno Edoardo.

Niente scosse ed è già tanto!

Renzo Bossi, detto “er Trota”, figlio dell’Umberto ,viene ripreso a sua insaputa dal suo autista nell’atto di ricevere ripetutamente denaro per le sue spese quotidiane.

L’on. Belsito, tesoriere della Lega, è indagato per appropriazione indebita e truffa ai danni dello Stato.

Sembra che il Belsito abbia stanziato 7 milioni di rimborsi elettorali in investimenti in paesi come Tanzania, Cipro e Norvegia!

Sembra abbia staccato “normalmente” assegni per la famiglia Bossi. Pagato l’università al fratello del trota Riccardo. Comprata Laurea per Renzo all’Università di Tirana.(Quando i paesi extracomunitari fanno comodo!) Aiutata la moglie del premier nelle sue attività.

E qualcosa per lui?

Questo signore era stato anche Sottosegretario di Stato per la Semplificazione Normativa sotto il governo Berlusconi. Aveva imparato bene a semplificare!  Prima nelle file di Forza Italia e poi in quelle della Lega.

Sembra, oltretutto, che i suoi titoli di studio, conseguiti a Malta ed a Londra, non siano riconosciuti in Italia!

Di tutto ciò Umberto, Maroni and company non ne sapevano nulla!

Non c’è più religione!

…continua…